Con la Roma Pioli dovrà rinunciare a due titolari. Laurini, non ci voleva: Gaspar non convince. Chi al posto di Thereau?

28



È tempo di archiviare la brutta sconfitta subita a Crotone. Purtroppo, sulla strada della Fiorentina il calendario della Serie A propone un’avversaria tutt’altro che agevole come la Roma di Di Francesco. Non la migliore delle squadre da affrontare per riprendersi da una partita storta.

Da non sottovalutare il fatto che domenica ai viola mancheranno due titolarissimi (per fortuna il giudice sportivo non ha sanzionato Veretout per la discussione con il raccattapalle) di questa prima parte del campionato gigliato, cioè Thereau e Laurini. Due giocatori che avrebbero fatto molto comodo contro un’avversaria del valore dei giallorossi, soprattutto in virtù degli uomini chiamati a sostituirli. A preoccupare, in questo senso, è soprattutto l’assenza del terzino destro ex Empoli: non tanto perché abbia dimostrato doti strepitose, quanto per la sua applicazione nella fase difensiva e la sua esperienza nel calcio italiano.

Il giocatore chiamato a sostituire il francese, Bruno Gaspar, finora è apparso abile nell’accompagnare la fase di spinta della Fiorentina, ma in difficoltà nel contenere le sortite offensive degli avversari, soprattutto in marcatura. Considerando che se la dovrà vedere con calciatori del calibro di El Shaarawy o Perotti, va da sé che il popolo viola sia alquanto preoccupato del tipo di impatto che il portoghese potrebbe avere sulla gara.

Con la Roma mancherà anche l’attuale capocannoniere della Fiorentina, Cyril Thereau. Ad oggi è difficile prevedere se Pioli tornerà a schierare Gil Dias dal primo minuto (come accaduto contro Inter e Atalanta) oppure insisterà su Eysseric. Il portoghese è in leggero vantaggio. Possibili sorprese? Escludendo un rientro di Saponara (candidato ad essere ospite nella prossima puntata di Chi l’ha visto), dato l’atteggiamento a dir poco prudente mostrato dal tecnico viola con i giovanissimi in rosa, pare arduo immaginarsi lo schieramento a sorpresa di un Lo Faso piuttosto che di un Hagi (Zekhnini è il più arretrato nelle gerarchie); soprattutto in vista di un avversario complicato come la Roma.

Tuttavia, mai dire mai: chissà che Pioli non stupisca tutti inserendo un giovane di poca esperienza sullo stile di Paulo Sousa, quando l’anno scorso alla prima di campionato contro la Juventus tirò fuori il coniglio dal cilindro schierando un Federico Chiesa alla prima presenza in Serie A.

L’allenamento a porte aperte al Franchi (ore 14.30) magari potrà dare qualche risposta, anche se solitamente in queste occasioni gli allenatori mostrano poco o nulla dei loro futuri intenti. Sempre gradite queste iniziative, sebbene nel calcio moderno si verifichino sempre più di rado. Tuttavia, con una squadra nuova che ancora deve legarsi alla città di Firenze, qualsiasi avvicinamento verso i tifosi è il benvenuto.

28
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
Notifica di
Matteo Praga
Ospite
Matteo Praga

Se la Roma è quella di ieri sera è 3-0 per loro dopo il primo tempo…. Ma siccome il calcio ha volte è illogico e magari l’approccio non è sempre lo stesso … No si sa mai…. speriamo… ma la vedo durissima

ETTORE DI VARESE
Ospite
ETTORE DI VARESE

,GASPAR NON E’ UN TERZINO MA PUO’ DIVENTARE UNA DISCRETA ALA O
UN VALIDO CENTROCAMPISTA. IO TENTEREI LA CARTA HUGO O ADDIRITTURA
MILENKOVIC.

Roquefort
Ospite
Roquefort

Se vuoi tentare di far punti Gaspar al posto di Therou nei 3 davanti. E V. Hugo o Milenkovic al posto di Laurini in un 4_3_3 che può diventare un 5_3_2 a seconda di dove si posiziona Gaspar. Altrimenti te la giochi a viso aperto e metti Gaspar in difesa e Lo Faso in avanti che tanto Esseryc e Gil Dias per ora fanno schifo.

Grulloparlante
Tifoso
Grulloparlante

Ohi ohi con sta storia della squadra nova…deve amalgamarsi e via discorrendo, quando arrivö Pradè anche s’aveva la squadra nova e s’era tutta un altra cosa…. diciamocelo corvino ormai unn’è bono…. basti guardare dove è la Samp

Ponzio
Tifoso
ponzio

non sono queste le partite da vincere quindi giochi chiunque a patto che ci sia concentrazione e impegno massimo e soprattutto tenuta fisica. Solo con un ritmo vertiginoso è possibile strappare un pareggio. nonostante tutto la roma ieri ha giocato quindi risentirà un pochino dell’impegno. Nessun dramma giochiamo e diamo tutto.

Tristezza
Ospite
Tristezza

Come siamo caduti in basso…. come siamo ridotti…. come ci hanno ridotti…. la Roma veniva a Firenze e regolarmente beccava…. ora i tifosi si rassegnano non sono le partite in casa con la Roma quelle da vincere…. siete i primi complici della nostra disfatta. Ci hanno ufficialmente ridotti a una provinciale. Il mio odio sportivo verso i solabrothers non ha confini. Sono schifato.

Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Fortunatamente la Roma ha tanti giocatori che non sono da Fiorentina, a cominciare da Nainngolan, schifato anni fa perchè non valeva certo gli otto milioni che voleva il Cagliari e proseguendo per El Sharawi perchè era pazzesco prendere un giocatore finito per 13 milioni. E Dzeko, riserva del City mentre noi abbiamo preso prima Gomez e poi il futuro nuovo Batistuta Simeone. A Firenze ci sono intenditori di calcio sopraffini, mica c…i, vedi sotto quello che esalta Gaspar.

Potini
Tifoso
Potini

Me lo ricordo. Nainngolan a Cagliari faceva già il fenomeno, venne a Firenze ed annullò Vargas per tutta la fascia, l’unico a non vederlo fu Corvino.

Articolo precedenteChampions League, tris Roma contro Conte. La Juve pareggia a Lisbona
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI