Con l’Atalanta sfida proibitiva, ma la Fiorentina ha l’obbligo di provarci. Ecco come può riuscire l’impresa

26



Contro i nerazzurri i viola partono ampiamente sfavoriti, ma partita secca, rischio distrazioni dell’avversario e intensità alta possono ribaltare il pronostico

Ancora poche ore e la scalata verso la Coppa Italia entrerà nel vivo per la Fiorentina. Dopo aver eliminato (non senza difficoltà) Monza e Cittadella, per gli uomini di Iachini oggi pomeriggio arriva un avversario di tutt’altro calibro, che pone i viola inevitabilmente come sfavoriti sulla carta per il passaggio del turno.

L’AVVERSARIO. Ironia della sorte, è proprio l’Atalanta di Gasperini l’avversaria in questi ottavi di finale. La stessa squadra che nella precedente stagione eliminò la Fiorentina dalla competizione a un passo dalla finale, lasciando Pezzella e compagni ancora una volta a secco di trofei, a secco di stimoli e, di lì a poco, a lottare per non retrocedere. Un’Atalanta che ormai non sorprende più e che anche quest’anno si sta confermando una delle big del campionato italiano, in lotta per la Champions League e in grado di mettere in difficoltà qualunque squadra, come dimostrato dall’ultimo pareggio a San Siro contro l’Inter.

LE CARTE DEI VIOLA. Sulla carta, si diceva, la sfida è sproporzionata dal lato nerazzurro. Dalla parte dei viola un fattore campo reso striminzito dall’orario osceno deciso dalla Lega per disputare la partita (le 15 di un mercoledì lavorativo) e l’attuale trend della Fiorentina nel dare il meglio quando di fronte si trova una big del campionato. Infine, sebbene parte della squadra e allenatore siano diversi, può rientrare anche un certo spirito di rivalsa per come la Dea ha eliminato i gigliati nella scorsa stagione.

La vittoria con la Spal non ha regalato agli uomini di Iachini certezze sul piano del gioco, bensì un po’ di tranquillità mentale. Ciò di cui avevano maggiormente bisogno per arrivare con la testa meno pesante al primo big match del 2020.

INTENSITÀ FATTORE CHIAVE. E’ chiaro che se la Fiorentina sarà quella vista contro i ferraresi ci sarà ben poco da fare, anzi. Il rischio ‘scoppola’ è concreto in caso di approccio molle alla partita. Contro una squadra che fa dell’intensità e della sfrontatezza le sue qualità migliori, i viola dovranno rispondere con le stesse armi, trovando quel carattere che Iachini sta cercando di trasmettere al suo gruppo.

LE DUE TORRI. Non sarà la Fiorentina di Chiesa e Ribery: quella era la squadra che a settembre lottò alla pari con l’Atalanta, accarezzando la vittoria in campo neutro ma sciupando tutto nel finale di gara. Sarà probabilmente la Fiorentina di Vlahovic e Cutrone, pronti a battagliare con la difesa nerazzurra cercando di sfruttare le ripartenze che la squadra di Gasperini inevitabilmente concederà. Ai due bomber (e in generale a tutta la squadra) servirà una bella dose di cinismo, per punire l’atteggiamento degli atalantini quando concederanno qualche palla gol. L’arma Chiesa sarà con tutta probabilità utilizzata nel secondo tempo: vista la condizione fisica decisamente precaria dell’attaccante gigliato, potrà essere utile nel momento in cui l’avversario sarà più stanco.

IN COSA SPERARE. Alla Fiorentina, come sempre quando si affronta un avversario più forte e più in forma, si chiede di uscire dal campo a testa alta, consapevole di avere dato tutto. Magari contando su un po’ di turnover dell’avversario (molto meno quello previsto per i viola) e su un’umana debolezza. Una debolezza involontaria che a volte porta a snobbare la competizione, quando si è in ballo per i primi 4 posti della classifica e agli ottavi di Champions League.

È giusto ricordare ancora una volta che la Coppa Italia resta l’unica occasione per tornare ad alzare un trofeo a Firenze (e di entrare in Europa), sebbene oggi la Fiorentina debba pensare più a salvarsi che ad ambizioni di coppe. Ma in una partita secca, per giunta in casa sebbene a un orario improbabile, può succedere di tutto. E allora, cara Fiorentina, hai l’obbligo di provarci con tutte le tue forze.

26
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Gaesill
Ospite
Gaesill

E’ il sintomo più che evidente di come siamo mal ridotti. Una volta l’Atalanta, e altre come lei, venivano a Firenze con timore reverenziale e giocavano a primo non prenderle. Ora tutte, ma proprio tutte, vengono a Firenze con la certezza, o quasi, di fare risultato. E non c’è bisogno di scomodare l’Atalanta, che effettivamente ha una squadra e una rosa, e anche un allenatore, perchè no?, anche se è un pò antipatico, da fare invidia, ma basti pensare a Parma, Lecce, ed anche Spal che non ha portato via punti per sfortuna. Insomma siamo all’anno zero, e mi pare… Leggi altro »

FABIO
Ospite
FABIO

Mentalità mentalità e mentalità, si gioca sempre per vincere punto e basta le gare sono tutte importanti e tutte da vincere. O si entra in questa ottica e la società lo deve fare per prima o navigheremo sempre nell’ombra. I gobbacci quando hanno vinto il campionato a marzo si sono dati l’obbiettivo dei 100 punti e vincerle tutte, potevano tirare i remi in barca ma non l’hanno fatto, l’Atalanta di Gasperini gioca sempre per vincere anche quando va a Manchester se poi ne prende 4 pace la mentalità è quello che conta. Oggi vai dentro con tre punte fin dall’inizio… Leggi altro »

Tiziano_OdioiDellaValle
Member
Tiziano_OdioiDellaValle

Temere l’Atalanta, una squadra che sino a 3 anni fa navigava nella mediocrità, tra serie a se serie B … Ecco come siamo ridotti

Che schifo

maurizio
Ospite
maurizio

Vincere la Coppa per andare in Europa …..ma per favore siamo seri!!!!!!!!!!! Pensiamo a salvarci……..

Vincent Belgium
Ospite
Vincent Belgium

Ricordo che un giorno lontano, la zingara leggendomi la mano mi disse “un giorno vedrai la Fiorentina tremare di fronte all’Atalanta”. Io, fresco del 7-1 a Bergamo con quintupletta di Kurt Hamrin ci risi sopra…mai creduto in queste cose…

Batigol,pc
Ospite
Batigol,pc

Ad oggi,fra la Fiorentina vista con la Spal e l’Atalanta vista con l’Inter,ci sono due categorie di differenza.

Aspide
Tifoso
aspide

Anche tre o quattro. Purtroppo.

Marco
Ospite
Marco

Primavera in campo

guevara
Ospite
guevara

M a che proibitivo……oggi si vince e basta. Chi ha paura resti a casa.

COLOR
Ospite
COLOR

Quando le sfide proibitive erano ben altra cosa..che tristezza

Mauro da Bologna
Ospite
Mauro da Bologna

Il problema è che loro arrivano con la consapevolezza di essere superiori e giocano con la tranquillità di chi sa di avere di fronte una squadra nettamente più scarsa al momento. mentre noi si ha paura di passarci la palla da portiere a difensore.speriamo bene…

massimo
Ospite
massimo

Ma quale condizione fisica di Chiesa, basta con le giustificazioni, trovate il coraggio di scrivere che non ha voglia di giocare e si nasconde dietro gli infortuni.

Carlo
Ospite
Carlo

Pensare che fino a qualche anno fa, minimo gliene davamo tre a partita!

Amedeoviola
Ospite
Amedeoviola

Certo mettere la squadra tipo in questa coppa e con questa squadra mi sembra sbagliato, zurkosky potrebbe giocare. Anche Ceccherini e ranieri,
Io farei : Terracciano milenkovic Ceccherini pezzella ranieri
Sottil Castrovilli Pulgar zurkosky ghezzal
Cutrone

bergamo viola
Ospite
bergamo viola

D’ACCORDO PROIBITIVA MA…. CON JUVE … INTER … ROMA … FORSE NAPOLI MA CON I MIEI COMPAESANI PROPRIO NO. ECCHE….COSA SIAMO DIVENTATI LO ZIMBELLO DEL PAESE…
CHE POI IN QUESTI ANNI QUALCOSA SIA ANDATO STORTO CI STA’ MA DA QUI A RITENERE PROIBITIVA LA SFIDA CON “NOI BERGAMASCHI” NO…. HANNO SEMPRE GIOCATO ALLA VIVA IL PARROCO …. ADESSO CHI SONO IL REAL MADRID…
RIMANDATEMELI CON 3 PERE COSI’ PER UN PO NON ROMPONO PIU’ I …….
BUONA GIORNATA A TUTTI DA BERGAMO E FORZA VIOLA … SEMPRE … SEMPRE

Italo Allodi
Ospite
Italo Allodi

Ma dove vogliamo andare?.. metti tutte le riserve….pensa alla B…

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

FORZA RAGAZZI!!!!

Stefano
Ospite
Stefano

Partita da vincere senza se e senza ma. L’Atalanta va affrontata con la grinta che è quasi sempre mancata e la partita si vince. Certo se si pensa di.andare in campo senza.mordere i talloni ai nerazzurri è probabile soffrire e perdere anche contro la Dinamo Compiobbi.

Paolo. rV
Ospite
Paolo. rV

Un gol sporco nel primo quarto d’ora e poi tutti dietro con Chiesa e Cutrone pronti al contropiede.

viamontella
Ospite
viamontella

SIAMO RIDOTTI A SPERARE NEL MIRACOLO CON L ATALANTA…. LA FIORENTINA ( SENZA STADIO NUOVO ) HA ENTRATE NETTAMENTE SUPERIORI ALL ATALANTA MA LE STA DIETRO ANNI LUCE…. CARO COMMISSO SEI VENUTO A FARE L IMPRENDITORE EDILE MA SULLA PRIMA SQUADRA SPENDI LE NOCCIOLINE AMERICANE.

PRESO CUTRONE IN PRESTITO DOBBIAMO VENDERE PEDRO PER FINANZIARLO….
E A CENTROCAMPO? TOLTI DABO E LO SPAGNOLO CHI RESTA??? OGGI ABBIAMO UN CENTROCAMPO INESISTENTE

Mario.romano
Member
mario.romano

Che dire . In bocca al lupo. Siamo con te . Cuore speranzoso. 💌💕💕💕💌

cuore viola
Ospite
cuore viola

sottil sottil sottil e non aggiungo altro

Cini
Ospite
Cini

Purtroppo non vedo come la Viola possa vincere .
La preparazione fatta con Iachini ha appesantito la squadra,, si é visto con la Spal
In ogni caso nel calcio tutto é possibile

Lino
Ospite
Lino

Basterebbe per non sfigurare mettere in campo i giocatori che sanno giocare al calcio e nei loro ruoli , cosa che i ns due allenatori non sanno neanche cosa sia !! Esempio pagare un biglietto al cinema il giorno della partita a dalbert e famiglia e dare la maglia a sottil !

Berto compagno di scuola
Ospite
Berto compagno di scuola

Sfida proibitiva contro l”Atalanta ?
Questa ;giuro,mi mancava !

Jblk77
Tifoso
jblk77

Allora ti sei perso gli ultimi 3 anni… purtroppo siamo (sotto) a questo livello ormai!

Articolo precedenteDi Marzio: “Sorpasso clamoroso della Fiorentina sul Napoli per Amrabat”
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI