Con Sousa countdown per il divorzio. Ora dalla socierà serve chiarezza per il futuro

40



La stagione sta ormai giungendo al termine, e dopo l’ennesima figuraccia rimediata sabato nel derby contro l’Empoli, sono in tanti quelli che vorrebbero semplicemente premere il tasto fastforward e catapultarsi magicamente al prossimo giugno. Ma col passare delle giornate non è solo la stagione ad avvicinarsi al suo naturale termine, ma anche il matrimonio tra la Fiorentina e il suo tecnico, Paulo Sousa. E se solitamente in un matrimonio la separazione si rende definitiva firmando delle carte, quella tra i viola e il portoghese è stata proprio formalizzata dalla mancanza di una firma. Negli ultimi giorni è infatti scaduta la clausola che permetteva alla Fiorentina di rinnovare automaticamente il contratto del tecnico. La notizia non è certo un fulmine a ciel sereno, anzi era ormai nell’aria da mesi (pesci d’aprile a parte) e non necessitava di ulteriori conferme.

Quello la squadra viola e Paulo Sousa è un matrimonio che ormai si trascina da tempo e che definire logoro è quasi un eufemismo. E dire che era iniziato con i crismi di una grande storia d’amore. Partito in sordina, senza i favori dei pronostici, era sfociato inizialmente in grandissima passione. Bel gioco, risultati e quel primo posto che faceva sognare un’intera città. Ma come spesso succede nelle coppie, uno dei partner ha perso interesse e trascurato l’altro. E invece dell’atteso gioiello nel mercato di gennaio sono arrivate solo paccottiglie di scarso valore. A quel punto qualcosa nel rapporto si è incrinato.

Anche la passione è svanita e con sé i risultati e le belle prestazioni. Certo, si potevano limitare i danni e chiudere il rapporto durante la scorsa estate, quando non era difficile prevedere quale sarebbe stato il futuro. E invece il matrimonio è proseguito, tra una frecciatina e l’altra, in un clima sempre più teso. Da una parte un partner negligente e spesso poco presente, dall’altra uno permaloso e fin troppo schietto, colpevole anche di scelte tattiche spesso al di fuori di ogni logica. E se in questa metafora dovessimo inserire i tifosi come i figli per cui tale rapporto è stato portato avanti fino all’esaurimento, siamo certi che in molti avrebbero invece accettato di buon grado una separazione anticipata. Che difficilmente avrebbe migliorato poi la situazione.

Adesso però si possono ufficialmente contare i giorni che separano da questo definitivo divorzio. Entrambe le parti sono finalmente libere di scegliersi il prossimo partner. E se da una parte poco interessa quale sarà la prossima destinazione di Paulo Sousa, fondamentale sarà capire quale sarà la scelta della guida per il nuovo ciclo viola. Come già detto in precedenza, la rosa dei pretendenti è ampia ma ancora nessuna scelta è stata fatta.

Le prospettive che possono essere garantite nel prossimo futuro dalla Fiorentina sono probabilmente la chiave che porterà al nome del prossimo tecnico. E proprio da parte della società è necessaria adesso maggiore chiarezza. Non solo verso chi succederà a Sousa ma anche verso Firenze. Il rapporto con la città e la tifoseria è ai minimi storici e altri passi falsi potrebbero rendere irreparabile lo strappo creatosi in questa stagione. La base per il futuro c’è ma bisogna capire quali sono le intenzioni e gli obiettivi nel costruirlo.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
sghiribizzo
Ospite
Member

Chiarezza da parte della società?? beata ingenuità….

onsag
Ospite
Member

Una banale considerazione: che senso ha tenere una societa’ di calcio
per la quale la proprietà si augura di non vincere per non dover poi
investire? La novella che non ci sia nessuno disposto a rilevare la squadra
di calcio di Firenze non sta in piedi, se in serie A giocano Empoli e Crotone.
Casomai non si puo’ pretendere di vendere questa societa’ a 250 milioni
perche’ a queste cifre (che non corrispondono in alcun senso al patrimonio reale
fatto solo del valore dei cartellini dei giocatori sotto contratto) la puo’ comprare
solo un benefattore e, non mi sembra, che i DV abbiano bisogno di benefattori,
magari sperano di trovarli, ma non ne hanno certamente bisogno! Quindi, una
volta per tutte, si decidano ad investire per vincere qualcosa, oppure vendano.
Prendersi gli sberleffi se non gli insulti di un numero crescente di tifosi viola non
mi sembra una politica che paghi, in nessun senso.

15 Anni Zero Trofei
Ospite
Member

la società è stata fin troppo chiara : anche per il prossimo anno c’è la sicura intenzione di non vincere una sega!!!!

tattamea
Ospite
Member

Che menata con questa storia della chiarezza.
Una società non deve essere chiara con nessuno. Non è tenuta a spargere ai quattro venti le proprie strategie. Ma che film
avete visto? I tifosi, o sedicenti tali, possono decidere se andare o non andare allo stadio, se fare l’abbonamento a Sky o non farlo. Tutto qua. Non c’è altro. Basta con tutti questi discorsi inutili. Fatti per altro da gente che nin sa niente

Andrea
Ospite
Member

Le strategie al vento non le sbandierano,ma di bischerate ne hanno sparpagliate a non finire,e se fosse una strategia per nascondere le vere strategie?

PolemicoViola
Ospite
Member

Ma magari, TATTAMEA, la società avesse delle strategie da non spargere ai 4 venti… Magari.

GIULIANO
Ospite
Member
un’editoriale molto ben fatto a mio avviso, sono talmente daccordo con i concetti espressi nell’articolo che sinceramente faccio fatica ad aggiungere un mio pensiero. allora voglio soltanto dire che ieri ascoltando le parole di luca calamai noto giornalista della rosea, mi auguro che lui abbia ragione. infatti calamai ieri ha ribadito che i dv se vogliono sono una notevole potenza economica, e nell’era prandelli almeno nei primi tre anni, si è notato, e anche come affermato giustamente da calamai anche nell’era montella quando ad un certo punto in attacco schieravamo il tridente rossi, gomez e cuadrado veramente la viola poteva in quel momento li battere chiuque, poi rotto gomez, rotto rossi, non abbiamo raggiunto l’obiettivo che i dv si erano prefissi e cioè tornare in champions, e appunto sempre calamai ha dichiarato che dopo quella fase soprattutto in patron diego l’entusiasmo è scemato, si è pensato quasi esclusivamente a ripianare… Leggi altro »
Violanellevene
Ospite
Member

Ghigo67 mi trovi d’accordissimo. Quando capiremo che i DV, nel male ma soprattutto nel bene, sono il meglio che questa squadra e questa città al momento possiamo avere sono sicuro che le cose cambieranno e si tornerà a essere compatti in 35-40.000 a tifare e soffrire per la Viola. Purtroppo però tanti mestatori di mxxxa che non fanno il bene di questa squadra e non ho ancora capito perché.

Andrea
Ospite
Member

Leccavalle?

jack
Ospite
Member

quando l’anno prossimo continueremo
a ” veleggiare ” a metà classifica , ripresentati
con questi post…che pensi , che l’ottavo posto
attuale sia figlio del caso ? Non ci hai
proprio capito nulla .

MASSIMO
Ospite
Member

Per il rinnovo del contratto di Icardi, De Laurentis offre 4,2 ML netti all’anno fino al 2022 !
C’è qualcuno che pensa che i DV vorranno competere con queste cifre, anche se avessero fra 5 anni il nuovo Stadio ?
Allora che se ne vadano subito e comprino l’Ascoli che sarà meglio per tutti.
Noi tifosi non abbiamo mai chiesto la luna, ma loro dopo 15 anni hanno dimostrato di non aver capito nulla del mondo del calcio, perchè altrimenti almeno una politica dei giovani ,tipo Atalanta, l’avrebbero pututa fare ! Devo ammettere che compere con il Sassuolo non mi emoziona ! Saro un incontentabile.
Abbandoniamo lo Stadio fino alla fine del Campionato !!!

Antonio Lo Presti
Tifoso
Member

CHIAREZZA:parolone per i DV

alberto
Ospite
Member

Sousa ha fatto più danni della grandine. Abbiamo diversi giocatori che non sappiamo se potranno essere utili per il prossimo campionato perché Sousa gioca sempre con gli stessi giocatori ( es. Sportiello è un buon portiere???) Dicks ,maltrattato a Firenze, gioca titolare nel Vitesse in Olanda etc. Vorrei un allenatore che valorizzi i giovani e con le idee chiare sul modulo di gioco

Purple
Ospite
Member

lo credo che gioca nel Vitesse , campionato
olandese , campionato che , tranne 2 squadre , è
ai limiti del ridicolo , dove nessuna squadra sa cosa
sia la fase difensiva…è veramente l’abc…non ci
arrivate , c’è poco da fare

Mike71
Ospite
Member
Mentre i Della Valle hanno solo fatto belle cose? Te sei uno di quelli che non vedono oltre il loro naso. Dicks maltrattato?!?!? Poverino non gli hanno pagato lo stipendio? E’ titolare nel Vitesse in Olanda? Fammi capire ma il Vitesse è quello che contenderà la CL al Real Madrid? Sbaglio o il campionato olandese è uno dei più mediocri d’europa? Sbaglio o l’Olanda non si qualificherà manco ai mondiali? Non vi piace Sousa? Ok posso essere anche d’accordo perché di cavolate un po’ ne ha fatte, ma ti chiedo? Chi ha deciso di tenere in casa propria un allenatore scontento? Chi ha deciso di comprare giocatori a caso senza interpellarlo su niente? Se un allenatore non fa giocare dei giocatori è perché evidentemente non gli sono utili oppure li ritiene delle pippe, queste cose non le fa solo Sousa, ti rammento che Sarri tiene in panchina Pavoletti, Montella tollera… Leggi altro »
Magnifico Messere
Ospite
Member

La cacciata dei Della Valle da Firenze, il nostro 25 Aprile

Lukus
Ospite
Member

Lo ripeto fino alla noia! A mio modo di vedere il rapporto fra DV da una parte e città/tifoseria dall’altra è già “strappato” irrimediabilmente e si procede come dei “separati in casa” che si sopportano a stento! Vi pare che questa sia una premessa possibile per costruire un ambiente “vincente”? Io non credo!
Ergo: che trovino un compratore serio e levino le tende!
Altrimenti sarà una continua altalena fra contestazioni, loro che “si offendono”, dispettucci, striscioni ed altre amenità che possono solo costituire turbative e non certo favorire un clima di squadra sereno e produttivo!

Canterbury
Ospite
Member

Purtroppo così non è per i clienti tifosi 3.0 che credono che la viola l’abbiano creata i fratellini.. Dapauperato il comparto tecnico in questi anni per prendere giocatori inutili e scarsi che alla fine hanno portato a tutto quello che vediamo, fuori da tutto. Bella programmazione. E poi si lamentano dei buchi di bilancio….

Cuoreviola
Tifoso
Member
Caro Lukus, niente è mai irrimediabilmente strappato, basterebbero un paio di buoni acquisti, un buon allenatore e qualche partita vinta e tutti i detrattori dei DV svanirebbero nell’aria fino alla prossima occasione. Così fu anche per Sousa, grandi entusiasmi per i primi sei mesi, dove nessuno più contestava i DV, anzi……….. poi il declino e il ritorno delle Cassandre e dei polemici a vita. Questo è il tifo ed il tifoso, niente di nuovo sotto il sole. Non sono contento dei DV, dei loro dirigenti (che costano più della squadra e spendono male i pochi soldi che hanno) della loro assenza, del loro pensare solo alle plusvalenze, ma mi guardo anche in giro e vedo i vari, Ferrero, Preziosi, Zamparini……….. quindi mi tappo il naso e continuo a soffrire. Certo che mi piacerebbe arrivasse uno sceicco danaroso con il suo cavallo bianco e facesse della Viola una Top Player, ma… Leggi altro »
TNSP nè Munoz nè Salvio
Ospite
Member

Mi pare che tu non stia analizzando la realtà in modo oggettivo. qui ci sono tifosi che ormai contestano la proprietà da anni, in quanto (chi prima, chi dopo) si sono resi conto che l’obiettivo di questa società è galleggiare nel niente e fare plusvalenze. Questo accade DA ANNI, se poi si vuol fare finta che non esistano, i problemi sono di chi fa finta di nulla, non di chi evidenzia la realtà.

ghigo67
Ospite
Member
Amanti del lampredotto cinese attenzione!chiunque venga dopo i della valle sarà qualcuno che comunque farà i propri interessi che sfrutterà una città e la sua notorietà e l’attaccamento alla maglia dei tifosi per puro ritorno economico.la storia della fiorentina non è fatta sopratutto di vittorie ma di identità di stile di gusto di sacrifici di sudore e rabbia di gioie immense solo viola.questo ci ha portato a essere cosí tanti in c2 a crescere un gicatore che zittí il camp nou a piangere per l’addio di manuel rui costa ad essere in 35000 in uno stadio senza giocatori a tifare a 400 km di distanza ecc.in italia stiamo vendendo tutto tutti a chiunque voglia comprare.no io non voglio vendere identita stile orgoglio.spronare l’attuale prorietà a fare sempre meglio si.consiglio chi vuol vincere a tutti caosti di tifare Lei..io preferirei se possibile che il calcio almeno quello nella mia città non… Leggi altro »
Andrea
Ospite
Member

Pensa che loro in 2 ore potrebbero essere a Firenze ogni domenica ma non si vedono mai,non parlano mai e quando lo fanno ti etichettano come cliente,quando qualcuno raggiunge un buon mercato viene puntualmente ceduto,non s’investe quando siamo primi e si preferisce non rischiare di fare la CL perché comporterebbe spese aggiuntive,ciò nonostante sono a detta loro sempre in debito e c’è pure chi li ringrazia e li venera perché ti hanno preso a 0€ facendo affari con Moggi e Mazzini per non vincere niente in 15 anni e pretendendo di costruirsi una cittadella di proprietà con parchi hotel ristoranti boutique,non parlo di cinesi,parlo di marchigiani??

jack
Ospite
Member

opinione rispettabile , ma poco
condivisibile….prova a trovare
qualche milanista/interista contento
di rimanere col berlusca o con Thoir ,
ti ci vorrebbe il lanternino per trovarli….
e giustamente…il rischio del cambiamento
è obbligatorio se vuoi migliorare ,
altrimenti stai nella palude…non solo ,
ma chi è più ” cinese ” del DDV attuale ?
Qualcuno lo ha visto di recente allo stadio ?
Qualcuno gli ha sentito dire qualcosa
pubblicamente sulla squadra di cui
è malauguratamente proprietario , almeno
negli ultimi 15 mesi ?

Mike71
Ospite
Member

I cinsei farebbero sol oil loro interesse?!?!? Ok perché i della valle cosa hanno fatto? Oltre agli appassionati di moda, chi li conosceva prima che comprassero la Viola?!?!? Belle parole le tue ed alcune sono condivisibili, ma permettimi di dirti che sei contraddittorio. Per rispetto non ti metto il pollice rosso, ma credimi non mi hai convinto fino in fondo, pur avendo ricordato pagine commoventi della nostra storia sportiva che pure io ho vissuto.

Lucido
Ospite
Member

Mi pare che tu abbia centrato il punto. Sono d’accordo, complimenti.

VIA I DV
Ospite
Member

ORA servirebbe chiarezza per il futuro???
L’è da un po’ che servirebbe… ma ai fulardati non gliene FREGA NIENTE!!!
Tempo scaduto, VIA I DV!!!

PolemicoViola
Ospite
Member
I ‘pretendenti’, così descritti come a significare il loro forte interessamento a venire qua, in realtà sono pochissimi, forse un paio; è ovvio che nessuna scelta sia stata fatta. La storia di Sousa a Firenze, e quella dei suoi predecessori, ormai la conoscono tutti. I mister che hanno le idee chiare su come gestire la loro carriera, che hanno un minimo di ambizione, che pretendono una rosa competitiva almeno al minimo sindacale non hanno una ragione per accasarsi alla corte dei DV. Sanno fin troppo bene che a Firenze non esiste un progetto vero, così come sanno bene che le eventuali promesse sarebbero immancabilmente smentite dai fatti. Da noi verrà qualcuno che non ha voluto nessun altro, giusto per non restare a spasso, oppure qualche giovane rampante cui possa andar bene anche una stagione o due in questa gabbia di matti tanto per fare esperienza. Nell’articolo si parla di prospettive… Leggi altro »
Tiziano
Ospite
Member

D’accordo con Kiniko: dato il passato, le prospettive sono nere.
Verrà preso un allenatore in sintonia con il disinteresse ed i pochi soldi messi a disposizione dalla proprietà e la scarsa capacità di spenderli bene della dirigenza..

Rillo Picci
Ospite
Member

E se al posto di Sousa venisse quell’allenatore che compare in foto? Ma lo sapete che a me Rastelli non dispiacerebbe affatto: fa giocare bene le sue squadre e ha fame.

rotlf
Ospite
Member

fossi nella società prenderei uno sconosciuto della lega pro, c’è la necessità di ripianare il bilancio, tanto per qualche boccalone basta che venga presentato come l’allenatore vincente del futuro e va sempre tutto bene

Matteo
Ospite
Member

Se. Continuano con questa politica mi auguro che nessuno vada allo stadio.Solo così è Della Valle se ne andranno fuori dai cosiddetti…

paoloviola
Ospite
Member

sei sicuro , che basta non andare allo stadio per farli andar via ? secondo me non gliene frega niente , restano finchè gli fa’ comodo

Goliath
Ospite
Member

E’ quello che dico da anni! La colpa è di chi butta via soldi per fare l’abbonamento… epr vedere chi? Un’accozzaglia di mezzi giocatori, manovrati da una società ridicola.

Andrea Certaldo
Ospite
Member

Ecco, questo discorso è proprio da gobbo !! La Viola si deve seguire anche se va in Lega Pro !!
Se vuoi seguire una squadra che vince tifa Juve…..

ma sentite che discorsi si deve sentire…..cioè io non dovrei seguire la Fiorentina perchè ha giocatori scarsi???? La Viola è una fede…

c’è gente che segue la propria squadra anche in interregionale o in 3 serie…quelli sono tifosi !!! Mica voi !!

Vaiabrodo
Ospite
Member

Medaglia d’oro al lecchismo clientelista….

Gabri78
Tifoso
Member

Speriamo appunto che giugno arrivi alla svelta e con esso il nuovo tecnico così, tanto per proseguire la metafora matrimoniale, forse un genitore che voglia bene alla propria figlia e la rispetti (insieme ai tifosi) si potrà avere anche noi, visto che dall’altra parte non sono in vista cambiamenti..
.

Canterbury
Ospite
Member

Eh?? Come?? Non so perché ma questa parola mi sembra di averla sentita molte altre volte.. Non è che avete riciclato vecchi tread?

Kiniko
Ospite
Member

Obbiettivi? Secondo voi? Gli acquisti della scorsa estate, Toledo, De Maio, Diks, vi parlano di arrivare in Europa o di una salvezza tranquilla? Il futuro? Ma se già ora vi dicono che per comprare 4-5 giocatori, ne venderanno altrettanti e che comunque non tutti i ricavi verranno reinvestiti?!?
Ma basta con queste favole non se ne può più!

gianni usa
Ospite
Member

Ormai tutto e’ molto chiaro da quasi tre anni.

Giancarlo Bruni
Ospite
Member

no …. Pioli noooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!

wpDiscuz
Articolo precedentePaganin: “Bernardeschi deve rimanere, Pioli ideale per la Fiorentina”
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI