Condò: “Il prossimo tecnico viola dovrà far sognare i ragazzi della rosa”

11



Il giornalista Paolo Condò è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “La situazione della Fiorentina è quella di una storia d’amore finita, tra l’allenatore e la società. I contraenti stanno cercando molto civilmente di arrivare a fino stagione. Credo che se Sousa non è stato esonerato dopo la partita contro il Borussia, non sarà mandato via fino a giugno, anche perché i nomi fatti per il futuro della panchina viola, da Sarri e Di Francesco a Giampaolo e Semplici, sono già tutti impegnati con altri club al momento. Chi il futuro allenatore viola? La scelta passerà da una presa di responsabilità da parte della società. Per ogni obiettivo c’è un budget necessario e un tipo di allenatore. Serve un tecnico capace di far sognare i ragazzi dai quali ripartirà la Fiorentina. Maran? Quello che ha fatto al Chievo in questi anni è sicuramente rimarchevole. Faccio i complimenti al lavoro del settore giovanile viola, perché due come Bernardeschi e Chiesa saranno a breve pedine inamovibili in nazionale. Europa League? Finché c’è la possibilità matematica è giusto che la squadra ci provi. Una partita come quella di domani diventa uno scontro diretto, ma l’Atalanta che ho visto contro il Napoli è una squadra in missione che segue ciecamente Gasperini”.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Violascuro Scandiano
Ospite
Member

Condò gobbò.

Violascuro Scandiano
Ospite
Member

DUE fisso.

Biobba2015
Ospite
Member

La storia d’amore tra la Fiorentina e la società non c’è mai stata! Sveglia!!!

Tresantiviola
Ospite
Member

Ma credete veramente che tutta questa voglia di gioventù alla società viola sia venuta solamente per un rinnuovo generazionale o perche hanno visto un calo tecnico e gli interessa invece tenere la squadra in alto con giovani talenti non credo che sia questo il motivo principale che invece sicuramente è che i presunti big guadagnano molto di più dei giovani giocatori comprarli quelli che prende Corvino costano molto meno di giocatori già di un discreto livello ,per cui a noi la faranno passare come una rivoluzione tecnica ma invece sarà l’ennesimo mercato al risparmio ,poi ci diranno anche che i risultati arriveranno ma con i giovani ci vuole un po di pazienza la solita storia infinita ……. .

Tresantiviola
Ospite
Member

Per il mio modesto parere l’allenatore in Fiorentina conta il giusto se non gli vengono presi i giocatori per arrivare a certi obbiettivi come abbiamo visto proprio alla Fiorentina dove la stessa fine l’hanno fatta i vari Prandelli , Montella ora Sousa e probabilmente la farà il prossimo se gli chiederanno di arrivare nelle prime sei o vincere la coppa italia se invece bastera un galleggiamento non competitivo ma solo di partecipazione per un’allenatore sara molto piu semplice ma ci vorra anche un tecnico meno ambizioso e che si accontenti ,ma forse la cosa piu importante è che tutto questo venga chiarito all’inizio di stagione dove la societa dovrà dire i traguardi che vorrà raggiungere cosi i tifosi si comporteranno di conseguenza per abbonamenti ecc.

Claudiopiombino
Ospite
Member

i due Federico inamovibili in nazionale…forse persino uno dei due ( Chiesa ) gioca ancora nella fiorentina !! ( essere ottimista nn mi costa nulla ma quel buconerosupermassiccio nel bilancio nn la racconta buona…)

Jean
Ospite
Member

I sogni lasciamoli ai sognatori. Qui sarebbe ora che arrivano i fatti. Sopratutto dalla società.

pino up
Ospite
Member

‘arrivassero’

Magnifico Messere
Ospite
Member

Se viene Giampaolo più che sogni son incubi.

PecosBill
Ospite
Member

Caro Condo’ ma cosa vuoi sognare con questo Circo Equestre!!!.
Non c’è allenatore che tenga se prima non si estirpa il vero cancro.

Ricca72
Tifoso
Member

Esatto tutti compreso i fiorentini … Ormai siamo così divisi che mi quasi pena dire che sono fiorentino

wpDiscuz
Articolo precedenteViali: “C’è un po’ di depressione a Firenze. Chiesa è il giocatore da cui ripartire”
Articolo successivoSerie A, nella notte dei rigori a San Siro Milan batte Chievo 3-1.
CONDIVIDI