Quando i conti non tornano, tra buchi di bilancio e punti conquistati sul campo

38



Quarantuno punti in classifica, ottavo posto. Lontano dagli occhi, lontano dal cuore. Lontano da quella posizione e da quella rincorsa europea svanita con il k.o di San Siro, mestamente abbandonata nella serata thrilling contro Gladbach, certificata ieri da un risultato che profuma e indirizza la Fiorentina verso tre mesi finali di anonimato, di pochi obiettivi, estremamente difficili da digerire e da affrontare.
Del resto, incassata la fiducia fino al termine della stagione da parte di Sousa, i numeri del campo non tornano proprio: Nell’ultimo anno solare infatti, dal Marzo 2016 al Marzo 2017, la Fiorentina è stata capace di vincere due gare di campionato di fila soltanto in due occasioni. A Dicembre nel doppio successo con Sassuolo e Palermo e in questo inizio di Gennaio, nelle effimere affermazioni con Juventus e Chievo. Addirittura i viola non ottengono tre successi di fila in Serie A dal Novembre 2015, quando tutti urlavamo e salutavamo la Capolista.

Nel mezzo tanta discontinuità, tanti pareggi, alcune pesanti battute di arresto e tante prove a fasi alterne come quelle di ieri sera. Bene per un certo periodo, male, malissimo in un altro. Un’oscillazione tra prestazioni importanti e cali fragorosi,tra sprazzi di bel gioco e inspiegabili momenti di black out.
I conti non tornano soprattutto in difesa: con la doppietta di Belotti siamo a 37 gol subiti, gli stessi,per esempio, dell’Empoli quart’ultima in classifica. Colpa degli errori individuali, dell’atteggiamento del reparto, di un sistema di gioco che Sousa non è stato capace di correggere, di modificare,di arginare.
Un po’ come ieri sera quando il cambio Tello-Maxi Oliveira e Astori terzino con l’ingresso di Tomovic ha rappresentato l’ennesimo manifesto di un qualcosa di incomprensibile, di una stalla chiusa quando ormai i buoi erano scappati.

Ma a non tornare, nelle ultime ore, specie dopo le dichiarazioni di Cognigni prima della partita e post Cda, sono soprattutto i conti relativi a un bilancio che continua a presentare buchi. Quasi come se i 4 milioni citati dal Presidente Esecutivo fossero un pozzo senza fine, un pianeta non ancora scoperto dalla Nasa.
Non torna il fatto che prima di ogni sessione, o dopo diversi mercati in autofinanziamento dove le entrate hanno superato le spese, ci sia sempre un saldo negativo.
I numeri parlano di altro, almeno quelli a noi arrivabili e decifrabili. A partire dal mercato invernale di Gennaio 2015, (quello della cessione di Cuadrado e dell’arrivo di Salah per capirsi), ogni sessione è stata chiusa in attivo.
Trenta milioni nel Gennaio 2015, mezzo milione nell’Agosto dello stesso anno, due milioni e mezzo nel Gennaio 2016, per finire ai diciassette dell’estate scorsa, quella della cessione di Alonso. In totale quasi cinquanta milioni intascati. Sufficienti, almeno cosi sembra, per ripianare l’iniziale disavanzo di 38 milioni dal quale partiva la Fiorentina.

Il tutto senza tralasciare due importanti fattori: l’abbassamento considerevole del monte ingaggi degli ultimi anni e il fatto che il regime di Far Play Finanziario molto probabilmente l’anno prossimo cesserà di essere così stringente, dal momento che la Fiorentina non parteciperà a competizioni europee.
Ma al di là dei numeri, del milione più e del milione in meno, il buco di bilancio è il manifesto del primo obiettivo da affrontare per il futuro da parte della società: La trasparenza nei confronti dei tifosi, la chiarezza sulle capacità di investimento e, quindi, di conseguenza sugli obiettivi.

Quegli stessi tifosi che ieri hanno fischiato, contestato e esternato il proprio dissenso. Divisi in guelfi, contrari ai cori contro i Della Valle e racchiusi nel settore della tribuna, e in ghibellini, contrari e favorevoli alla contestazione verso tutti i rami della società, come i gruppi della Curva Fiesole. In fondo, in una serata e in un momento così difficile, spesso si rischia di non far tornare i conti nemmeno tra i tifosi. Uniti nella voglia e nel rispetto della maglia.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
PolemicoViola
Ospite
Member
E’ inutile e anche ridicolo mettersi a fare i conti in tasca ai DV: non sapremo mai cosa davvero accade tra entrate e spese, cosa combinano, cosa armeggiano. Purtroppo, che lo si voglia o meno, il ruolo di noi tifosi è quello dell’ultima ruota del carro; noi non contiamo proprio niente a meno che non DECIDIAMO di contare qualcosa, ad esempio disertando stadio e abbonamenti: in quel caso sì che potremmo avere un ruolo attivo nella questione investimenti nell’uno o nell’altro senso, cioè otterremmo o di costringere i DV a spendere di più smettendola di blaterare di buchi di bilancio, o di convincerli ad abbandonare la baracca, in quel caso potendo almeno sperare che arrivi gente di tipo diverso. Al momento di certo c’è, stante l’ultima dichiarazione di Cognigni sul bilancio ancora da ripianare (ahahah), che anche la prossima stagione sarà all’insegna dei fichi secchi e della mediocrità, con tanti… Leggi altro »
luca
Ospite
Member
credo sia difficile riuscire a venire a capo di una situazione economica di una squadra di calcio; cerco di spiegarmi…Caso Fiorentina..Della Valle spendono somme importanti ( considerando anche gli stipendi ) per riportare la Fiorentina in alto, si arriva a giocare ( sul campo ) la Champion’s per due stagioni di fila, si arriva a giocare due semifinali di Europa League, e quindi qualche introito dovrebbe esserci…ma invece si crea un buco. Da ripianare con l’autofinanziamento. Due anni disastrosi dove si abbassa il monte ingaggi, non si gioca in Europa, non ci sono introiti e haimeè si crea il buco. Poi la rinascita con vendita e svendita di giocatori, si acquistano nuovi giocatori retrocessi nella B spagnola , rotti o comunque provenienti da infortuni gravi, più qualche tentativo di “giovani promesse”…si ridanno buoni ( in alcuni casi “super” ) stipendi, si rigioca in Europa arrivando alla semifinale , quindi con… Leggi altro »
FabriViola
Ospite
Member

Per creare dei bilanci negativi è sufficiente ingigantire le spese e abbassare gli introiti,(vorrei conoscere nei dettagli le spese relative a “servizi” che ogni anno ammonatno a circa 30 mil di euro) Direi che ci sanno fare, da scaltri, ma ci sanno fare e noi tifosi allocchi a rodersi il fegato…fino a quando glielo permetteremo…
FORZA VIOLA NELLA GIOIA E NEL DOLORE

Francesco Cecina
Ospite
Member

immagino tu non sia un commercialista, vero?

THE BOSS
Ospite
Member

Te invece sei laureato in economia e commercio con 110 e lode alla Bocconi scommetto, vero??? Vaia briao, poggia il fiasco che l’è meglio!

FabriViola
Ospite
Member

Non sono un commercialista, ma c’ho avuto a che fare…

Daniele
Ospite
Member

Stanno semplicemente accantonando i soldi per fare lo stadio

Luca_I
Ospite
Member

Ho la sensazione che sono bilanci consoni con la classifica che abbiamo.

Panglos
Ospite
Member

Io sono basito! Questi bilanci sono o non sono pubblici. Fateceli vedere Ca..o! Secondo me qualcuno mente sapendo di mentire.

VIA I DV
Ospite
Member

VIA I DV!

simoparbo
Ospite
Member

si vuole capire che i marchigiani oltre a non voler mettere un centesimo per il mercato, nemmeno voglione spendere una cippalippa per la gestione ordinaria (stipendi in primis) quindi è inutile che si vada a fare i conti di bilancio relativi agli introiti per la vendita dei pezzi pregiati risalendo negli anni a dietro, rimanendone basiti, perchè se ogni anno, come è evidente, devo mettere nel piatto dai 50 ai 60 per pagare gli ingaggi etc., questi devono essere coperti – data la furbesca scelta dei marchigiani delle serie, i presidenti così senza spendere nulla, li possiamo fare tutti – con la vendita dei giocatori che hanno mercato (vedi da ultimo alonso) e quindi quanto ne ricavo lo metto nelle casse per pagare mensilmente i vari cristoforo colombo, salsello, nello, babacippa, bradivecino, milan bradipi, pippa valero, il cappone, nenad djalma tomovic e via discorrendo

Alberto
Ospite
Member

Premetto che non sono in sintonia con l’operato della società ma consiglierei al sig. Duccio Mazzoni, che ha scritto questo articolo, di andarsi a leggere, prima di scrivere e mettere zizzania fra i tifosi, il bilancio della società, è pubblico e tutti lo possono vedere. Se c’è qualche cosa che non gli torna può sempre fare una bella denuncia.
Comunque Sousa va cacciato subito.
FORZA VIOLA

Coluccio
Ospite
Member

Ovviamente bisognerebbe avere sotto mano i conti, ma pare evidente che ci siano delle incongruenze rispetto agli anni precedenti, quando la Fiorentina spendeva sul mercato (mutu, toni, gilardino, vargas per fare qualche nome), aveva monti ingaggi importanti e registrava più o meno le stesse perdite di questi anni, in cui tutti i mercati vengono chiusi con saldi positivi. Poi da tifoso preferirei parlare di calcio, ma visto che ci vien sempre tirato fuori questo benedetto bilancio, allora sarebbe giusta maggiore trasparenza.

CALENZANO
Ospite
Member

I soldi entrano, poi escano con consulenze fatte da chi? boh, a pensar male…

Alé pt
Ospite
Member

Spiegarci anche il monte spese pareva brutto?

onsag
Ospite
Member

Per comprendere il rapporto che i DV e i loro dirigenti hanno instaurato da anni con i tifosi e la città basta leggere le dichiarazioni di Oliviero Beha. Ribadisco che chiunque dotato di una ragionevole solvibilità finanziaria potrebbe subentrare a questa proprietà che opera in regime di autofinanziamento realizzando bilanci in perdita costante a fronte di introiti da cessioni ben superiori agli investimenti. Siamo di fronte a dei
furbetti o a degli incapaci? A voi l’ardua sentenza. Diciamo pure che visto il successo
in ambito extra-calcistico dei proprietari abbraccerei la prima ipotesi, che mi trasmette
la sensazione molto sgradevole di essere preso per i fondelli su una questione su cui
sono molto sensibile: la squadra per cui tifo. Quindi attendo solo il sospirato momento
in cui questi signori passeranno la mano.

Kappa
Ospite
Member

Bravi, questo articolo lo aspettavo da qualche giorno. Io non so come funziona in una società di calcio, ma per quanto riguarda il mercato in rosso non siamo e basta far due conti o controllare sui siti che tengono traccia dei trasferimenti… quindi io chiedo a voi, ma davvero le varie spese societarie, stipendi dei giocatori compresi, possono essere così tanto più grandi da superare ogni anno il sommarsi delle “plusvalenze”, i diritti tv, i premi dei tornei (campionato, EL, etc), gli sponsor ed il merchandising?

Vikingo
Ospite
Member

basta leggere il bilancio.Purtrtoppo si, la Fiorentina “costa” 15-20 milioni in più di quanto “incassa”. O li recuperano con le plusvalenze o ce li mettono loro. Questo dice il bilancio

Branci
Ospite
Member

la ricchezza di una società sportiva sono i giocatori, piu giocatori bravi hai piu risultati ottieni piu sponsor attiri piu possibilità di venderli a buon prezzo, secompri gl iscarti mezzi rotti che no ngiocano da anni, da campionati mediocri è come cercare di tappare una falla con la carta velina, alla fine ti trovi con l’acqua alla gola e un mucchio di risorse sprecate, qui si và a caso, pigliano i bidoni sperano che nel mucchio spunti qualcosa, appena sà dare due calci al pallone via senza sostituti senza programmi senza progetti

Vikingo
Ospite
Member

purtroppo non è vero. Se tu fossi uno sponsor investiresti sulla Fiorentina (che quando ha giocato in Champions con i campioni di Inghilterra, Francia e Germania) non è stata mai trasmessa in chiaro oppure nel Milan che va in prima serata anche se gioca l’amichevole in Svizzera?

Mario Viola
Ospite
Member

Forse saranno troppi dirigenti con il portafoglio e giù festini da far invidia ad arcore. Chiedere un bilancio?
Anche io la vedo, dal di fuori, in attivo….. boh?
Certo che gnignigni dei suoi buchi ne parla sempre nei momenti meno opportuni.
VOGLIO UN PRESIDENTE VERO,!
Odio la figura del patron con il suo tira/lecca piedi.
Se non ci fosse gnignigni già il buco sarebbe più piccolo. Non pensò che prenda 1.200 euro al mese

Matteo bg
Ospite
Member

Brava redazione!

Io ci aggiungerei pure il milione €
Già versato al Chelsea X Salam/nostran
Visto che poi non si è più saputo nulla!!

Alex
Ospite
Member

La società fatta fallire per poterla comprare a 0 dai della Balle ne vogliamo parlare?

Vikingo
Ospite
Member

Ma sai di cosa stai parlando? La Fiorentina è costata ai Della Valle 7,5 milioni + 5,5 milioni per il marchio. Più o meno quanto l’aveva pagata Mario Cecchi Gori dai Pontello, con la differenza che non era in C2 e aveva un parco giocatori. Come fate a dire che l’ha comprata a 0. Ma non vi rendete conto che a dire il falso fate il male della Fiorentina? Ma è difficile essere obiettivi ed ammettere che i Della Valle non sono né il diavolo né l’acqua santa, hanno fatto cose buone e ora stanno facendo molte ma molte cose cattive.

sciopenviola anche oggi
Ospite
Member

ah già tu invece sei obbiettivo invece ?? intanto non sono gli stessi ma sono più o MENO ,in secondo luogo tirar fuori 25 miliardi di lire nei primi anni 90 quando Baggio ne costava 20 facendo le dovute proporzioni i della valle hanno speso 4 spiccioli

CALENZANO
Ospite
Member

quando CG diceva che dietro al fallimento c’era un grosso gruppo italiano e tutti a pensare a b.

Tresantiviola
Ospite
Member
Ormai non siamo piu sicuri di niente la fiducia in quello che dicono questi dirigenti è terminata per quanto mi riguarda da molto tempo non so se questi buchi di bilancio ci siano veramente o meno se ci sono veramente è sempre colpa loro perché non sono in grado di gestire una societa di calcio come viene detto nell’articolo le ultime quattro cinque sessioni di mercato chiuse tutte in attivo ridotto drasticamente il Monte ingaggi in pratica quasi non fatto il mercato in entrata se non da prestiti e paghero tutto questo ben visibile dal forte impoverimento qualitativo della squadra e ulteriormente visibile dai risultati sportivi ultimamente fatti da sommare ai 15 anni di assenza di vittorie ,e ancora ci vengono a dire che ci sono altri buchi da ripianare in pratica sono già state messe le mani avanti per la prossima stagione per cui niente rilancio si verrà cambiato… Leggi altro »
Alé pt
Ospite
Member

Comunque un po di soldi per mettere qualche virgola in più te li prestano dai

MagoAnselmo
Ospite
Member

Ascolta Carmine. Se compri campioni rotti scommetti due volte e paghi meno della metà , ma se poi perdi perché i campioni rotti si sfasciano non devi piangere. Qui la filosofia è stata quella di prendere il giocatore rotto e recuperarlo. NON HA PAGATO. ora vedo una certa inversione di tendenza. Scommetteranno sui giovani ?? Speriamo ma la strada qualora fosse quella resta lunga lunghissima per alzare qualche coppa di latta. Comunque sempre forza Viola

LaFleur
Ospite
Member

Finalmente un articolo dove mettete in risalto il discorso del bilancio puntualmente ripianato ( a sentir loro) nonostante cessioni, abbassamento monte ingaggi , ecc ecc.,..

Direi c’è poco da dire sulla questione, ci prendono letteralmente per i fondelli!! E sono i numeri a parlare…,

Oltretutto in questi anni hanno avuto anche una gran fortuna con giocatori tipo Alonso e le relative plusvalenze, eppure ci sentiamo ripetere per l’ennesima volta che il bilancio è stato RIPIANATO!! Ma per cortesia….!!!

Mi chiedo con che coraggio dopo tutti questi anni riescono a raccontarci queste stronzate…..

Senza contare il ritorno di Corvino, che è stato capace di sperperare quei pochi soldi a disposizione in giocatori MAI nemmeno provati da Sousa, vedi Diks e Dragowski……

MA DITEMI VOI…….

Carmine
Ospite
Member

Purtroppo con Pepito e soprattutto con Marione Gomez ci siamo ipotecati alcune stationi. Io resto grato ai Della Valle per Averci provato. Abbiamo avuto una sfiga siderale, ci fosse andata meglio si poteva vincere qualche cosa. Ora giustamente scottati I Della Valle si sono fatti piu’ Timorosi, io pero’ non dimentico che ci hanno Tolto dal fango e ci hanno ridato la Viola. Siamo tornati in A in due stagioni. Da me avranno per questo solo gratitudine. Forza ragazzi regalateci una gioia a Bergamo!!

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
Member

carmine sparati

Luca1966
Tifoso
Active Member

senza investimenti non si vince niente anche il prossimo anno.

california viola
Ospite
Member

Ripeto quello che ho sempre detto: il giorno che la citta’ gli regala il Cupolone, questi lo vendono immediatamente ai cinesi o agli arabi e poi raccontano che c’e’ ancora un buco nel bilancio, che loro c’hanno messo una barcata di soldi, che c’hanno salvato dal fallimento, che gli dobbiamo ancora regalare cento ettari gratis, e bla, bla, bla …………

Hola
Ospite
Member

Qui in Spagna hanno un modo di dire che e giusto giusto per descrivere cognigni….ogni volta apre la boca aumenta costo del pane.

Raglio
Tifoso
Member
Giusto e necessario questo articolo. Aggiungo – a complemento – quanto ho sentito per puro caso questo tardo pomeriggio a Lady Radio dal giornalista Donato Mongatti (penso che i nomi si possano fare): Corvino fu esonerato/lasciò (non è chiaro) dopo l’umiliante 0-5 contro la Juventus. Ma lasciò con ben 24 milioni di passivo! Malgrado ciò la coppia Pradè-Macia non solo chiuse il mercato in attivo, ma gettò le basi per l’ottima Fiorentina di Montella. Questo tanto per sfatare la bravura del “””mago””” (anche perché, secondo gli ultimi articoli usciti sulla stampa, gli slavi a Firenze li porta Ramadani). La domanda sorge spontanea: Perché si insiste, peraltro solo a Firenze, con questo dirigente tanto osannato dai media fiorentini? Cognigni nei giorni scorsi ha dichiarato che i Della Valle hanno immesso lo scorso anno 10 milioni nel bilancio, ma non si è ancora capito se sono soldi dati in prestito alla società… Leggi altro »
jack
Ospite
Member

se questi non li cacciamo , ce li terremo
per un tempo indefinito , con una lunga
serie di campionati uguali a questo…

ILBOSSFIORENTINO
Ospite
Member

anche peggio si farà tranquillo

wpDiscuz
Articolo precedenteRossettini: “Con qualche minuto in più avremmo vinto la partita”
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI