Contro il Milan una finale per l’Europa: partita da non sbagliare assolutamente

6



Avanti il prossimo. Nel senso di avversario davanti alla Fiorentina. Nemmeno il tempo di godersi la vittoria in terra tedesca che i viola stasera faranno visita al Milan di Vincenzo Montella. Dopo il rifornimento di allegria e di fiducia fatto in Germania la trasferta di Milano fa un po’ meno paura. Non che sia da prendere sottogamba ma la squadra viola ha dimostrato di saper lottare. Di saper soffrire e colpire al momento giusto. Anche se contro il Borussia il gol è arrivato grazie ad una magia di Bernardeschi. Proprio il numero 10 sarà assente per squalifica. Una mancanza pesante. Fortunatamente, Paulo Sousa ritrova l’altro Federico: Chiesa. Ci saranno dei cambi, lo stesso tecnico ha dichiarato che servirà gente fresca in campo.

Tante gare così ravvicinate lo impongono. E’ anche vero che sono tutte partite da non sbagliare e, per questo, devono (o dovrebbero) giocare i migliori. Sempre. D’ora in poi i punti in palio sono pesanti. Hanno un peso specifico maggiore. Al di là di quello che viene detto dai tecnici nel pre gara. Quella di stasera alle 20.45 la possiamo definire quasi una finale per l’Europa. Chi perde rischia tanto. La rincorsa della Fiorentina l’ha portata ad essere a -1 dai rossoneri ma la strada da qui a maggio è ancora in salita e dura. La squadra di Montella in questa settimana si è riposata, mentre i viola arrivano dalla trasferta europea e dai conseguenti viaggi in aereo. Quello che può aiutare è l’onda lunga dell’entusiasmo. La speranza è che venga sfruttata al massimo. A breve poi ci saranno altre partite, tutte importanti e tutte contro avversari diretti. Però è giusto, e saggio, pensare ad un gradino alla volta. Oggi c’è lo scalino Milan, poi si penserà ad altro. Ai viola occorre innestare la marcia superiore.

Commenta la notizia

avatar
Ordina per:   ultimi | più vecchi | più votati
Fra,scandicci
Ospite
Member

Vedremo quale tiki taka scandaloso avrà la meglio. Io invece opterei per ripartenze veloci e contropiedi lasciando al mitico Milan di montella la vittoria del possesso palla

Conte-mascetti
Ospite
Member

Tanti si perde come a Roma, Lazio, Inter e Torino………… Sousa vuol giocare col solito strampalato 3421!!!!!! Vuol far per forza il “diverso” e il “ganzo” alla faccia nostra. Via subito quello pseudo allenatore!!!!

Giuseppe
Ospite
Member

Ormai con il Milan possiamo lottare solo per il settimo posto, cioè per nulla.

Thoreau
Ospite
Member

Settima partita, di cui 5 clamorosamente buttate alle ortiche, “da non sbagliare assolutamente”.
Ha ragione Montella: “Non sarà una gara decisiva per l’Europa”.
Infatti nonostante i dieci punti regalati, la Fiorentina è ancora lì a giocarsela. D’altronde con altri 36 punti in palio recuperarne 5 o 6 non è certo un’impresa.
Non capirò mai il bisogno di enfasi dei giornalisti italiani, quella necessità di ingigantire i fatti, di rendere tutto “dentro o fuori”, quando con un pizzico di leggerezza, infondo molti campionati si sono decisi all’ultima giornata…potrebbero far diventare il gioco del calcio un passatempo soft senza esasperare gli animi della gente col “tutto e subito”.
Buona domenica…
🤡

Piero Isolotto
Ospite
Member

Vale 3 punti come le altre inutile vincere in cada con roma e juve e poi perdere una valanga di punti in casa co Crotone Chievo Sampdoria Genova etc… ma si sa a Sousa gioca pe vincerle tutte è molto focato è solo una questione di transissioni e intenista emossionale che fa la differenza mica il suo non gioco o le sue scelte.

claudio1
Ospite
Member

Dopo la vittoria di empoli e lazio possiamo solo vincere. Sousa non metta ilicic e tomovic. Grazie

wpDiscuz
Articolo precedenteSerie A, la Lazio vince in rimonta con l’Empoli
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI