Corvino: Neto, Romulo, Ljajic: ci avevo visto giusto. Vidic-Vidal..

    0



    CorvinoL’ex direttore sportivo viola, Pantaleo Corvino, ha parlato a Sky del suo passato a Firenze, soffermandosi sui singoli giocatori: “Tornare non dipende da me, ma dagli altri. Sto aspettando una proposta adeguata dopo una pausa giusta e militata. Fiorentina? Dopo cinque anni era arrivata la fine del mio ciclo. Ho cercato di gestirlo al meglio, e qualcosa di buono è comunque arrivato, penso a Romulo, Neto, Ljajic e Seferovic, o Jovetic e Behrami, giocatori che arrivarono a Firenze a basso costo e che oggi sono giocatori importanti in squadre importanti. Bernardeschi? Faceva parte di un settore giovanile che ha vinto titoli nazionali e ha portato capitale economico. Con lui c’erano Babacar, Bittante, Acosty e Brivio. Sono tutti ragazzi che faranno bene. Vidic? Un giocatore straordinario, ma gli dirò di riportarmi la borsa che regalai alla sua signora (ride). Aveva già firmato con la Fiorentina, ma dovevamo vendere un extracomunicario per tesserarlo. Poi arrivò lo United con uno stipendio 3/4 volte superiore al nostro. Vidal? Venne a Firenze per firmare, ma l’affare sfumò. Ma il calcio è pieno di queste storie…”.