Cosa pensa Sousa del mercato? Martedì prima occasione ‘buona’. Sugli obiettivi…

    0



    sousaLa domanda gira per Firenze, fastidiosa, insistente: «Cosa dirà Paulo Sousa del mercato viola?». La risposta pubblica potrebbe venire martedì prossimo, in una cornice fantastica, in San Frediano, cuore antico della città, dove in migliaia si danno appuntamento per una cena cittadina con l’attribuzione del «Torrino» premio carissimo che è stato già attribuito proprio a lui, a Paolo il portoghese. Fare previsioni adesso è pericoloso perchè il tecnico viola di natura è sorprendente. Corvino ha assicurato di aver fatto «a braccetto» il mercato con il proprio allenatore. Con la sola eccezione della cessione, ineludibile, di Alonso e l’arrivo di Oliveira per il quale ha «garantito» proprio il direttore dell’area tecnica. Così scrive Il Corriere dello Sport – Stadio.

    Per la verità il tecnico viola più o meno ha anticipato quello che sarbbe stato il suo atteggiamento nei confronti del mercato. «Non intendo parlarne, io alleno la squadra e cerco di dare il meglio di me ai miei giocatori. Parlerò con il Direttore e la Proprietà e diremo alla gente quale potrà essere l’obiettivo credibile…». Parola d’ordine: misura e pragmatismo. Realismo, ha detto e ripetuto. Con martellante efficacia. E lo dirà ancora, crediamo. E dove fisserà, con Corvino e la Famiglia, dove porre l’asticella.

    Ma è ipotizzabile anche una rottura? Una sorta di dimissioni per…la ferita della cessione di Alonso? Nelle pieghe polemiche della città c’è chi ha sussurrato anche questa ipotesi. Credibile? Francamente almeno fino ad oggi non sono emerse smagliature tanto evidenti, tanto pericolose.