Crisi Tata. Sepe lo insidia. E i viola provano a riscattarlo

    0



    SepeTatarusanu fatica. Qualche partita così così, la sensazione che non sia così decisivo come qualcuno poteva pensare. Ecco che, in casa Fiorentina, si pensa a Luigi Sepe. Fino ad oggi il ‘secondo’, dietro al rumeno, titolare soltanto in Europa League. Qualche partita, un po’ di ruggine da levarsi di dosso (era abituato a giocare sempre e comunque ad Empoli), ma anche la sensazione che i numeri per esplodere in modo decisivo ci siano. Tanto che la società viola, ormai da un po’ di tempo, sta trattando con il Napoli il possibile riscatto. In prestito Sepe a Firenze, con la promessa però di affrontare l’argomento futuro. Cosa che è stata fatta anche poche settimane fa, con una offerta concreta dei viola alla società partenopea che presto sarà presa in considerazione. Il portiere, intanto, ha già dato il proprio ok al trasferimento definitivo. 
    Si trova bene a Firenze, a Napoli sembra chiuso da Reina, e allora ha deciso di attendere il suo momento in maglia gigliata. Un carattere forte quello di Sepe, uno calmo e tranquillo nel cogliere l’attimo. Un atleta particolarmente freddo. 

    Così lo hanno conosciuto anche i compagni ad Empoli dai quali torna spesso anche per un semplice e veloce saluto. Lui che ad Empoli vive ancora oggi e che ogni giorno attraversa il traffico della Firenze-Pisa-Livorno per allenarsi al Franchi. Sepe, presto, potrebbe anche ‘rubare’ il posto a Tatarusanu. Prima però la Fiorentina vorrebbe chiudere la trattativa con il Napoli. 
    Vedremo cosa accadrà, per un portiere molto richiesto anche sul mercato. Soltanto poche ore fa il Frosinone ha chiesto alla società viola il prestito del calciatore. Ricevendo un secco no. Al momento Sepe non solo rimane a Firenze, ma potrebbe anche presto diventare il titolare di una squadra che sembra aver bisogno di linfa nuova per ripartire. Forse anche in porta. Dove di miracoli, ultimamente, se ne sono visti davvero pochi. 

    La Fiorentina, nei prossimi giorni, ha in programma un nuovo appuntamento a Milano con la società partenopea, per provare ad acquistare a titolo definitivo il portiere. Poi potrebbe cominciare un’altra storia, ancora tutta da scrivere. Ma già con il Torino non sono da escludere sorprese.