Cucchi: “Ho molta fiducia in Pioli, sa valorizzare i giovani. Obiettivo…”

3



Riccardo Cucchi, giornalista della Rai, ha risposto alle domande dei media al Festival del calcio. Queste le parole raccolte da FirenzeViola.it: “Il campionato? Mi ha colpito un equilibrio nuovo in vetta. Le difficoltà della Fiorentina? Come il Milan, sono due oggetti misteriosi. I viola devono capire che tipo di squadra sono. Io ho molta fiducia in Pioli, bravo a valorizzare i giovani. Ci vuole pazienza: non è questa la stagione di grandi risultati. Obiettivo europeo? La Fiorentina può aspirare all’Europa League, ma di sicuro non andrà in Champions a meno di clamorosi imprevisti. Chiesa? La coppia di attaccanti della Fiorentina, con Simeone, ha davanti un grande futuro. Chissà tra qualche anno se vedremo un altro 4-2 contro la Juventus con le loro firme. Il VAR? Io sono favorevole, ma non dobbiamo dimenticarci che è una sperimentazione. Non possiamo immaginarci la partita perfetta, perché neanche l’uomo è perfetto”.

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Lì per lì pensavo ad un’intervista dall’aldilà al compianto Enrico Cucchi, centrocampista in Viola nel 1988/89…

gianni usa
Ospite
gianni usa

Valorizza i giovani e poi i DV li vendono.

marco mugello
Ospite
marco mugello

Chiesa ha fatto due goal con la under… messo più davanti in posizione centrale farebbe sfracelli… per me è una seconda punta più forte di una prima punta… non per ragionamenti astrusi, ma perchè è immarcabile, ha un dribling che è cianuro, scatto, velocità e tiro preciso… Abbiamo sbagliato a prendere Pioli non perchè non sia bravo, ma perchè non ha ancora capito che la viola è un groviera, piena di ruoli scoperti in modo indecente… stiamo a pendere dalle labbra di nonno Thereau, salvatore della patria ma scarto di Udinese… I terzini fanno schifo, abbiamo 4 ottimi centrali ma… Leggi altro »

Articolo precedenteQui Udinese, sabato amichevole contro il Domzale in vista della Fiorentina
Articolo successivoCarnasciali: “Terzini merce rara, ai miei tempi era più facile trovarli”
CONDIVIDI