Da Albertosi a Bernardeschi, c’è una storia tutta viola nella Nazionale azzurra

    0



    Batistuta, Baggio, Antognoni, Toldo in campo al FranchiSono diciassette i giocatori della Fiorentina che finora hanno preso parte ai campionati europei, compresi gli incontri preliminari, per un totale di cinquantasette presenze. Più di tutti ne ha collezionate Antognoni, sedici volte in campo. Con un po’ di fantasia ci si potrebbe formare una nazionale ogni tempo di tutto rispetto. Qualsiasi modulo scegliessimo di adottare sarebbe bene coperto. Ipotizzando un 4-3-3, in porta: Albertosi o Toldo. Difensori: Robotti, Torricelli, Roggi e Pasqual, con in panchina De Silvestri e Cassani. Centrocampo formato da Di Livio, Antognoni e De Sisti, con le alternative Bertini, Aquilani e Montolivo. Sontuoso l’attacco schierato con Graziani, Toni e Gilardino.

    Ma di tutti questi giocatori soltanto cinque, De Sisti, Antognoni, Toldo, Di Livio e Montolivo, hanno partecipato alle fasi finali, con sedici presenze complessive. Sono otto i gol segnati da giocatori viola nei campionati europei, tutti nelle partite preliminari. Migliori realizzatori De Sisti e Toni, con tre gol ciascuno e gli altri due li hanno segnati Bertini e Gilardino. De Sisti fece parte dell’unica nazionale azzurra vincitrice di un campionato europeo, nel 1968. L’allora capitano viola giocò nella ripetizione della finale vinta per 2-0 contro la Jugoslavia, mentre nella prima finale, finita 1-1, non aveva trovato posto in squadra. Toldo fu protagonista di una grande impresa nell’edizione del 2000, neutralizzando ben tre tiri dal dischetto nella semifinale vinta in dieci dall’Italia contro l’Olanda. Uno lo parò a De Boer durante i tempi regolamentari conclusi sullo 0-0. E gli altri due, ancora a De Boer e l’altro a Bosvelt, nei rigori decisivi dopo il nulla di fatto dei tempi supplementari.