Da Berardi a Matri, fino a Politano: spauracchi, ex e ‘quasi viola’ (VIDEO)

1



Storie che si intrecciano in Fiorentina-Sassuolo, sfida di domenica al Franchi. Incrocio da due deluse del campionato, entrambe in Europa un anno fa. Iachini, neo allenatore neroverde, si affida a spauracchi ed ex per impensierire la ‘sua’ Fiorentina. Davanti potrebbe giocare Matri, che quando vede viola si accende improvvisamente: tre gol contro la Fiorentina per l’ex viola, tutti pesanti. E pensare che in maglia gigliata ha regalato più dolori (e rimpianti) che gioie.

In alternativa Falcinelli, che con il Crotone segnò e fermò l’anno scorso i viola sull’1-1.

Il talento più cristallino del Sassuolo è però Domenico Berardi: un solo gol fin qui in campionato, da un anno non trova con continuità la porta e buone prestazioni. Ma è una bestia nera per la Fiorentina: 5 gol in 5 incontri contro la Viola, che per Berardi è la 3° vittima preferita dopo Milan e Lazio. Tripletta (e assist) nel 4-3 del Sassuolo a Firenze tre anni fa, poi due gol e un assist anche nei successivi tre incroci contro i gigliati.

Il più in forma di Iachini è invece Matteo Politano, a segno ieri in Coppa Italia. Gol e assist nell’ultimo Sassuolo-Fiorentina, soprattutto un’estate vissuta ad un passo da Firenze. Corvino lo voleva fortemente per il dopo-Bernardeschi, come ruolo, caratteristiche e potenzialità. Poi Squinzi chiedeva troppo, e il tutto è tramontato (in viola è poi arrivato Gil Dias). Nella mediana neroverde ci sono poi Sensi, Mazzitelli e Missiroli, altri pallini viola degli ultimi anni.

La Fiorentina, dal canto suo, si affiderà a Thereau, forse a Babacar: per entrambi due gol e un assist contro il Sassuolo in carriera. Due reti anche per Saponara (con due assist) contro i neroverdi ai tempi dell’Empoli, così come hanno già ‘timbrato’ la porta neroverde Benassi e Chiesa.