Da capocannoniere a tappabuchi: ora Benassi cerca riscatto e continuità

Giovanni Sardelli - La Gazzetta dello Sport

14



Domani la grande chance di riprendersi una maglia da titolare. Fin qui in campo dal 1′ solo una volta, cerca la prestazione che cambi la stagione

Gira veloce il mondo del pallone. Quello di Benassi ancora di più. Da capocannoniere a panchinaro fisso, da elemento chiave a rincalzo. Magari di lusso, ma sempre rincalzo. E tutto nel giro di un amen. Domani però, l’ex titolarissimo della Fiorentina di Pioli avrà un’occasione importante per entrare con tutti e due i piedi nel nuovo corso viola. Complici le contemporanee squalifiche di Pulgar e Castrovilli infatti, Benassi giocherà titolare per la seconda volta in questo campionato. Cercando la prestazione e magari il primo gol stagionale.

Vacche magre. «Non ho mai pensato nemmeno per un secondo di andarmene, soprattutto dopo le brutte figure fatte nella parte finale dello scorso campionato. E l’ho detto subito nei colloqui con la nuova dirigenza». Parole da leader del centrocampista all’inizio del ritiro di Moena questa estate. Quando il suo nome rimbalzava da una parte all’altra nelle stanze del calciomercato. Dalla Samp all’Udinese passando per il Genoa, Benassi veniva accostato a mezza Serie A. Perché, si narrava, le caratteristiche del giocatore mal si sposavano con il calcio di Montella. Grande corsa e inserimenti continui, ma poco palleggio e difficoltà nel creare e dominare il gioco. I numeri del campionato sembrano dar ragione agli scettici. Benassi ha giocato appena 6 partite su 12, una sola da titolare, in casa del Sassuolo. Dove l’ex capitano granata ha giocato benino, segnando anche un gol poi annullato. Il bottino narra zero reti, zero assist e poche soddisfazioni. Il suo mondo, appunto, è cambiato.

Ex fondamentale. Nel quasi biennio di Pioli infatti, il proprio ruolo nella squadra non era mai in discussione. Nel primo anno 35 partite e 5 gol, in quello passato 32 gare giocate e addirittura 7 reti messe a segno in campionato. Record personale che lo hanno eletto capocannoniere della squadra. Contando la Coppa Italia, furono addirittura 9 i centri stagionali. Un po’ centrocampista, spesso attaccante aggiunto, e uno status di titolare inamovibile. Tanto da tenerlo presente in orbita Nazionale, anche se con la maglia azzurra non ha mai esordito, nonostante tra stage e vere e proprie convocazioni lo abbiano chiamato Prandelli, Conte, Ventura e Mancini. Quattro c.t., zero presenze.

Chance. Domani quindi torna titolare. In uno stadio, il Bentegodi, che lo scorso anno lo ha visto segnare nel rocambolesco 4-3 finale (ma l’avversario era il Chievo). Contro l’Hellas però, non ha ancora trovato la via del gol. Tutto il reparto, semmai, rischia di avere pochi automatismi. Insieme a Badelj e Benassi tocca a Zurkowski (una decina di minuti totali in due spezzoni). Insomma a centrocampo le incognite restano: davanti in compenso torna dopo la lunga squalifica Ribery e la doppietta siglata da Vlahovic con il Cagliari potrebbe portarlo alla conferma. I cinque gol presi in Sardegna pesano e la Fiorentina cerca il riscatto. Come Benassi.

14
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Cartman
Member
Cartman

A me è sempre piaciuto. Centrocampista che si sa inserire e vede la porta come pochi in serie a (ma tutti vi ricordate solo il gol sbagliato nell amichevole estiva).
Inoltre mi ha sempre dato l’impressione che ci tenga particolarmente alla maglia, quando segnano gli altri esulta sempre come un pazzo.
Io non lo venderei..anche se la posizione dove si esprime meglio è oggi occupata da Castrovilli, può giocare praticamente in ogni zona del centrocampo.
Sono convinto che farà un ottima partita.
Forza Viola!!

Para73
Ospite
Para73

No…perché pulgar ha un gran palleggio!! Lento sia a darla che ad inserirsi.
Forza Marco che gli sfili il posto al cileno !

Modena
Ospite
Modena

Domani gioca titolare e segna una rete. Grande modenese.

Massimo
Ospite
Massimo

Per me, sarebbe assai meglio venisse ceduto il prima possibile! Con lui si è SEMPRE in inferiorità numerica, Benassi l’inutile!

Nuvola
Ospite
Nuvola

Così parlò massimo decimo meriglio
Ripigliati senti a me

Para73
Ospite
Para73

Ci sono altri sport da seguire….sai?

Giovanni
Ospite
Giovanni

Quanti gol ha fatto l’anno scorso l'”inutile” Benassi tra campionato e Coppa Italia?

Rudy
Member
Rudy

bravo ragazzo ,bisogna dargli più fiducia anche perché cos’è il calcio senza i gol
cosa rara per il suo ruolo. AI contestatori viola : basta contestarlo

Maurizio milano
Ospite
Maurizio milano

Assolutamente d’accordo

jerac
Ospite
jerac

E’ vero che ogni tanto segna qualche gol ma a mio parere le sue capacità realizzative travisano il giudizio complessivo su Benassi che si deve basare fondamentalmente su quello che riesce a dare a centrocampo, nella sua zona di competenza. E qui nascono i dolori: giocatore modesto tecnicamente, impacciato nei movimenti, approssimavito nella costruzione, nullo in fase di interdizione. A questo aggiungiamo le sue lunghissime pause: difficile capire come faccia ma ci sono fasi della partita in cui si mimetizza così bene da diventare trasparente, non percettibile alla vista umana. Poi ogni tanto riappare, sbaglia tre passaggi, un paio di… Leggi altro »

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

Figurati che io pensavo le partite di calcio si vincessero facendo gol … averne di centrocampisti da 6 gol l’anno … vogliono dire 5 punti in più in classifica. ma qui scusate fioccano gli intenditori da tastiera.

jerac
Ospite
jerac

Un modo di ragionare molto superficiale. Secondo te giocare in 10 le partite è indifferente in termini di risultato finale? Hai una vaga idea di quanti punti si sperperano durante una stagione schierando in un punto nevralgico come il centrocampo dove nascono le fortune di una squadra un giocatore così evanescente? Evidentemente non te ne sei accorto ma devi sapere che è enormente più difficile portare a casa una vittoria od anche solo un pareggio giocando in inferiorità numerica.

Para73
Ospite
Para73

Non credevo di arrivare a difendere benassi, ma per quello che stanno dando badelj e pulgar, lo vorrei in campo sempre.
Grazie Pradè

Ponzio
Tifoso
Ponzio,

Benassi alla Fiorentina ha una media di una rete ogni 5 partite. Al di là delle prese per il sellino, forse dovremmo chiederci se sia davvero così scarso per l’attuale Fiorentina. Poi mi raccomando quando sarà finito in un’altra squadra non cominciamo con il solito refrain “io l’ho sempre difeso…”.

Articolo precedenteCastro sul podio per dribbling riusciti. Guida Boga, poi c’è Falco. Ma occhio a Ribery…
Articolo successivo#ASKMONTELLA, fai la tua domanda al tecnico della Fiorentina
CONDIVIDI