Da Gori a Sottil, da Castrovilli a Diks, fino a Graiciar-Vlahovic: Pioli apre il casting

16



Un casting viola a caccia del talento, quello cresciuto nel settore giovanile ma anche quello che rientrerà dai prestiti delle ultime due sessioni di mercato. Sarà Pioli a dire l’ultima parola, sfruttando anche la possibilità di vederne qualcuno da vicino in ritiro, scrive La Nazione. A Moena, un anno fa, finirono sotto i riflettori Gabriele Gori, attaccante classe ’99 della Primavera, capocannoniere in Val di Fassa, ma anche il «millennial» Meli e i due esterni Sottil e Maganjic. Sono proprio loro i primi a tornare sotto la lente d’ingrandimento. Poi Gaetano Castrovilli, protagonista con la Cremonese nella stagione appena conclusa.

Tra i baby cresciuti in casa, le attenzioni sono tutte per Vitja Valencic, mediano classe ’99, e Erald Lakti, centrocampista centrale del 2000, ma occhio soprattutto a Petko Hristov, difensore centrale che pur non avendo ancora debuttato in prima squadra ha lavorato tutto l’anno con Pezzella e compagni, e a Luca Ranieri. Dovrà poi essere presa una decisione su Kevin Diks, terzino destro olandese che col Feyenoord ha totalizzato 34 presenze, di cui 3 in Champions, mentre chi di certo resterà per dare prova delle proprie qualità è Martin Graiciar, che rientra dopo la stagione in prestito vissuta allo Slovan Liberec. Da quando si è aggregato alla prima squadra, i riflettori si sono poi accesi su Dusan Vlahovic, centravanti 18enne acquistato un anno fa dal Partizan.

16
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

I giovani, non vanno mai lasciati andare a cuor leggero xche potrebbero essere dei crack a vantaggio della squadra e della società. Vedi Chiesa. FV

Etruscostagionato
Tifoso
l'etrusco

Basta non facciate la caxxata di lasciar partire Lo Faso …

pietro
Ospite
pietro

ah dimenticavo che hagi ha fatto 6 gol e diversi assist nelle partite giocate nella serie a rumena ma il kasting da noi è andato malissimo (antognoni disse dopo averlo visto in primavera che era di un altra categoria) e pioli non gli ha fatto fare neanche un minuto nonostante nelle amichevoli fosse sempre tra i migliori

pietro
Ospite
pietro

e se pioli dovrà dire l’ultima parola stanno freschi….in tra campionato e coppa non ha fatto esordire nessuno mi pare quindi di che cosa parliamo

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

Spiace dirlo ma il casting adrebbe fatto per la panchina…..Ranieri,De Zerbi,Garcia’,Semplici,

Numbers
Ospite
Numbers

Mi basterebbe il sig. Nicola.
Un Signore con la S maiuscola con valori aggiunti a quelli meramente sportivi.
Non si salva il Crotone per caso e l’anno dopo ha avuto l’umilta Dì dimettersi.
Basta questo

Etruscostagionato
Tifoso
l'etrusco

Concordo con te … Anche a me Nicola garba un sacco … Ma Semplici ti assicuro non è da meno

Alfredo
Ospite
Alfredo

Sono pienamente d’accordo con Renato. Io penso ci sia anche una certa predisposizione nell’essere disposto a rischiare e a mettersi in gioco anche a rischio di cocenti sconfitte, Pioli non è questo tipo di uomo. E’ un aziendalista che svolge in maniera impeccabile il suo compitino; di più non gli si può chiedere.

Se oggi abbiamo un grande talento come Chiesa è sicuramente tutto merito del tanto vituperato Sousa che in lui ha creduto sino in fondo.

renato
Ospite
renato

Vorrei rispondere specificamente a Ponzio, sul Pioli “che non li brucerà”. Ponzio, che vuol dire bruciare un giovane, farlo giocare? O farlo ammuffire in primavera e poi spedirlo in un Trapani o Matera o Vicenza, che certo non hanno tempo e voglia di allevare giovani di altri? E poi, i giovani della primavera della Fiorentina non saranno fenomeni predestinati, ma tu sei arrivato ottavo con in campo titolari che non meritano la storia della Fiorentina. Gori lo dovevi preferire, occasionalmente, a Falcinelli, non a Batistuta. Sottil a Saponara, non a Mutu. Cerofolini a Sportiello, non a qualsiasi altro portiere della… Leggi altro »

Federico II°
Ospite
Federico II°

ma fatemi il piacere….Pioli apre il casting!!!! Questa è una vera bufala da incorniciare, come le tantissime che la coppia Pioli-Corvino-fratellini stanno proponendo veramente a manciate sulla povera ed illusa popolazione viola. Ha avuto tutto l’anno, visto il campionato traballante e vuoto (anche e soprattutto di gioco) per mettere alla prova qualche giovane e non lo ha mai fatto, ha sempre preferito mettere in campo giocatori che di certo non rappresentavano il nostro futuro o giocatori che “dovevano” giocare per coprire le malefatte del socio-Corvino oppure giocatori chiamati a ricoprire altri ruoli con relative e logiche figure del c.. Nessuno… Leggi altro »

Nessie
Ospite
Nessie

si scrive II. Scrivere II° e’ un errore. Per il resto ti ho messo un unlike

Michele
Ospite
Michele

Gori, Sottil, Cerofolini, a volte Longo…si sente parlare nel nostro ambiente di questi ragazzi come ottimi elementi già pronti per la serie A. Può essere..io ho visto tutto il torneo Viareggio e non ho visto giocatori pronti, eccetto per Diakhatè che però sì è fisicamente superiore a tutti, avversari compresi, ma tatticamente sembra un pulcino. Noto poi che nella Nazionale Under 21 non viene chiamato nessun giocatore della nostra primavera, e anche lì viene qualche dubbio. Insomma, speriamo bene, ma qualche dubbio io ce l’ho su questi ragazzi.

Ponzio
Tifoso
ponzio

Finalmente uno che scrive perché ha visto ciò di cui parliamo. Secondo molti tifosi Pioli è pazzo. Non farebbe giocare i giovani bravi perché invidioso della loro età. Pioli non mi sembra pazzo e certamente aggregherà alcuni giovani alla prima squadra, di certo non li brucerà.

Nessie
Ospite
Nessie

Hai ragione. Comunque nella under 21 non gioca nessun primavera di nessuna squadra. tanto per avvalorare ancor di piu’ il tuo discorso.

alfredo
Ospite
alfredo

Penso che Pioli non sia l’allenatore più adatto per la valorizzazione di giovani talenti. Lo ha dimostrato fino ad oggi nella sua carriera da allenatore ed in paritcolare nell’ultimo anno. Quella appena conclusa era forse la stagione migliore per tentare l’inserimento di qualche giovane in rosa. Non c’erano forti pressioni su risultati immediati e gli obiettivi erano molto sfumati e vaghi. Inoltre essendo una anno di rifondazione c’erano le condizioni idelai per provare l’inserimento di giovani aggregati alla prima squada. Le scelte di Pioli invece mi sembra siano andate verso la strada della conservazione: mi riferisco in maniera particolare a… Leggi altro »

Articolo precedentePer la porta c’è Skorupski: prestito con diritto di riscatto. E Sportiello a Roma
Articolo successivoSoucek e Grassi in pole per il centrocampo. Le alternative…
CONDIVIDI