Dalla cessione ai tempi del mercato. Dirigenti, allenatore, giocatori… e il rischio di partire in ritardo

67



Le trattative per la vendita della Fiorentina e la necessità di fare in fretta. In campo e fuori, potrebbero cambiare molte cose. Ma serve farlo piuttosto in fretta.

Cambiamenti. Un momento storico per la Fiorentina, il passaggio dai Della Valle alla nuova proprietà. Verosimilmente con a capo Rocco Commisso, italo-americano pronto a sbarcare nel calcio italiano. “Un minuto dopo la fine del campionato ci saranno molte cose che noi vogliamo affrontare con chiarezza e consapevolezza di quello che vogliamo fare”, aveva detto Diego Della Valle nella famosa lettera di inizio maggio. Di fronte al CdA, il proprietario della Fiorentina ha comunicato l’esistenza di una trattativa per la cessione della società. Un processo che “potrebbe garantire alla Fiorentina un nuovo assetto azionario nel più breve tempo possibile“. Già, i tempi. Quelli del calcio, legati al mercato e alla programmazione, scorrono veloci. Ma potrebbero non collimare perfettamente con quelli di una cessione di società che prevedono un passaggio di circa 200 milioni di euro. Mica noccioline. Con tutte le garanzie e la burocrazia del caso.

Già nelle trattative che negli ultimi anni hanno portato alla cessione di diversi club di Serie A (Inter e Milan, ma non solo), è emerso come spesso non siano proprio rapidi i tempi del passaggio da una proprietà ad un’altra. Anche normale, visto i milioni e le centinaia di carte in ballo. Il calcio, però, non aspetta. I giorni passano, e fanno la differenza nella programmazione ‘di campo’, nel trattare un giocatore piuttosto che un altro. La Fiorentina, in questo senso, non ha troppo tempo. Un caso su tutti: Traorè. Bloccato da gennaio per 12 milioni, carte firmate ma non depositate in Lega. Poi il tira e molla sul supplemento di visite mediche, il giocatore che ha inanellato ottime prestazioni trascinando l’Empoli quasi verso la salvezza, e una situazione che dallo stallo sta portando l’ivoriano sempre più lontano da Firenze. Non un fenomeno, Traorè, ma un classe 2000 che (pur con una cifra molto importante, vista anche la retrocessione degli azzurri) poteva rappresentare un bell’investimento per il futuro. Senz’altro più di Rasmussen, pagato 7 milioni e poco in campo (con prestazioni spesso negative) con l’Empoli.

Come ammesso anche da Montella, la programmazione in casa Fiorentina è ferma da qualche settimana, visto che il rischio B aveva rimandato ogni discorso a fine campionato. E adesso il passaggio di proprietà ha ulteriormente messo in ghiaccio tante situazioni. Una cosa normale, vista la trattativa in corso per la cessione della società. Una cessione che riguarda da vicino, del resto, proprio il parco giocatori. Una Fiorentina con o senza Chiesa, ad esempio, ha tutto un altro valore, così come con o senza Milenkovic o altri. E difficile anche pensare di impostare o chiudere adesso trattative per calciatori in entrata.

Anche perché, chi andrebbe a trattare? Con la prossima cessione societaria, Corvino potrebbe infatti perdere il posto. Freitas ha già lasciato, e l’assetto dirigenziale sarà da ricostruire. Nuovo direttore sportivo, nuovi uomini mercato. Così come l’allenatore è in bilico. Montella ha un contratto per altri due anni, ma la sua permanenza con Commisso (o chi sarà il nuovo proprietario) è tutt’altro che scontata. Va da sé che in questo contesto è difficile programmare il futuro, se non si conoscono nemmeno gli interpreti che ci saranno per la prossima stagione.

Vero è che anche in altre piazze è un momento di stallo per l’incertezza delle guide tecniche. Tanti allenatori devono accasarsi o cambiare panchina, altri aspettano la chiamata per obiettivi superiori. Juve, Milan, Roma, Samp, Bologna, Genoa, tutte squadre che ancora non hanno certezze sul futuro allenatore. Ma che comunque a livello dirigenziale hanno senz’altro strutture più consolidate rispetto ai viola. E quindi, al di là del tecnico, possono programmare sul mercato.

Siamo ad inizio giugno, è vero, ma non c’è troppo tempo da perdere. Mentre alcune cessioni stanno comunque per essere definite, soprattutto alla luce delle volontà precise dei diretti interessati. Veretout verso Napoli è una trattativa già in ponte e ben avviata da tempo, così come la cessione di Dragowski verso la Premier League. Difficile capire se l’ufficialità potrà arrivare prima del closing societario, senz’altro sarebbero una trentina di milioni di arrivo che potrebbero anche influenzare la trattativa tra le parti. Si vedrà. Intanto sarà un’altra settimana importante per capire l’evoluzione di tante situazioni. Mentre si aspetta un restyling di larga parte dell’assetto societario. Dirigenti che, tra l’altro, dovranno anche gestire gli oltre 25 giocatori di rientro dai vari prestiti. Una mole di lavoro non banale, specie se l’obiettivo sarà quello di ripartire con buone ambizioni.

67
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
VIA COMMISSO
Ospite
VIA COMMISSO

VIA COMMISSO!!!

alex
Ospite
alex

DICHIARAZIONE ANSA DI MOURINHO….. affare fatto: VIENE A FIRENZE !!!! 🙂 (ANSA) – ROMA, 2 GIU – “Vincere un quinto campionato in un Paese diverso o la Champions League con un terzo club sono cose che mi piacerebbe fare, ma non lo farei solo per quello. Vado solo dove un progetto mi convince”. Così Josè Mourinho, al momento senza panchina dopo l’esonero dal Manchester United lo scorso dicembre, parla del suo futuro in un’intervista a Eleven Sports Portugal. “Voglio essere felice, non necessariamente vincere, voglio essere contento e no voglio accettare una proposta senza esserne convinto. Questo è quello che… Leggi altro »

franco 1949
Ospite
franco 1949

Vogliamo (nel senso di volare) basso, stiamo con i piedi per terra perché altrimenti restiamo delusi.
Commisso non è riuscito ad acquistare altri club un perché ci dovrà essere oh……NO.
Vedremo se sono gli altri che hanno visto giusto o se siamo noi che abbiamo visto sbagliato.

il sindaco
Ospite
il sindaco

Corvino deve andarsene altrimenti non cambia nulla.

Marzio
Ospite
Marzio

Quante belinate che leggo

Giorgio
Ospite
Giorgio

Quali sarebbero?spiegacelo….

Alex77
Ospite
Alex77

Su Sky stanno dicendo che Commisso è atterrato in Italia, forse ci siamo?

Batman.g
Ospite
Batman.g

Nooo, Diego non ci buttare via. Come faremo senza di te. Non ci buttare nelle grinfie di un commesso, ripensaci, sei l’unico che ci vuole bene . Ti amiamo tanto, non ci lasciare.

Zero titoli & plusvalenze
Ospite
Zero titoli & plusvalenze

È così buono e generoso…..lenzuolai birboni e ingrati

Forza viola
Ospite
Forza viola

Dovremmo fare pace con i DV, sono meglio loro che questo Italo americano che ha debiti e guai giudiziari negli USA… poi se è vero che il nuovo allenatore è Spalletti sicuramente gli faranno la squadra attorno..

Giorgio
Ospite
Giorgio

Debiti?guai giudiziari?sei fortemente informato……

Illepri
Ospite
Illepri

Un vi siete mai contenti

Alessio- Vaiano
Ospite
Alessio- Vaiano

Questo commisso non comprerà, la Fiorentina è sempre di Diego Della Valle.
Fossi in lui venderei tutti e darei le chiavi al sindaco! Così si ripartirebbe dalla c2 dove ci ha preso.
Solo grazie a lui abbiamo giocato in champions, Europa League, in finale di coppa Italia. Grazie a lui abbiamo goduto con Toni, Mutu, Gilardino, Frey ecc…..
mi fate schifo! Andrebbe fatto un monumento a Diego che spero non ci distrugge come si merierebbe!

Ps vedrete che salterà tutto. Nessuno butta soldi nella Fiorentina

Teodorico
Ospite
Teodorico

Indipendentemente dall’essere lenzuolaio o leccavalle le tue sono considerazioni inoppugnabili…sta di fatto che i della valle non darann alcuna chiave a nessuno 😀….ballano 200milioni…
. comunque ultimi 3anni da incubo..

Poppice
Ospite
Poppice

Azz…pezzo più unico che raro come leccasuole

Maxo
Ospite
Maxo

Fiumani cantava: voglio andare a vaiano a vedere di nascosto l’effetto che fa… ecco, non aggiungo ho altro.

Simone
Ospite
Simone

Vai ia Vaiano nemmeno la coppa del nonno se vinto con i della palle…la peggior proprietà della storia della Fiorentina se vinto si più con melloni…. solo non vedere più l’uomo nero e le sorelline mi fa venire voglia di tornare allo stadio anche se la comprasse il trippaio …

Pio Canti Senefreghetti
Ospite
Pio Canti Senefreghetti

Cosa verrà non si puo sapere però hai visto cosa hanno fatto questi tuoi insostituibili personaggi, 17 anni di sole partecipazioni certo anche in CL dove quest’anno c’è andata anche l’Atalanta ,una finale di coppa Italia persa, la Lazietta del bistrattato Lotito nello stesso periodo ne ha vinte quattro o cinque,ambizioni zero e in classifica fatto come i gamberi sempre più indietro ,nello stesso periodo ripartito da un fallimento come la Fiorentina ,con le stesse entrate a quei tempi il Napoli dell’estroverso De Laurentis ha vinto un paio di coppe Italia e da anni è stabilmente in CL e non… Leggi altro »

Marzio
Ospite
Marzio

Pensa se Gomez e Rossi avessero spaccato…. lavremmo venduto Gomez a 95 milioni alla Juve e Higuain e Mertens si fossero rotti………… Forse adesso parleremo di altro

Giorgio
Ospite
Giorgio

Se la tu nonna avesse avuto le ruote….era un carretto….ma che vuol dire se…se….se……

Mauro
Ospite
Mauro

Monumento.??????.. non è mica ……….

Ale
Ospite
Ale

Ma hai trovato un sacchetto di quella bona?

paolo re
Ospite
paolo re

Se i tifosi viola ti fanno così schifo, cambia squadra, non ci mancherai

Articolo precedenteLutto nel mondo del calcio: scomparso l’ex viola Perego
Articolo successivoSalah fa esultare anche la Roma: ai giallorossi 4,5 milioni di bonus
CONDIVIDI