Dalla prossima estate possibile stop alle comproprietà. La Lega ci pensa

    0



    Cuadrado Fiorentina UdineseDall’estate potrebbe essere messo lo stop alle comproprietà, istituto spesso chiacchierato che esiste solo in Italia e in passato ha fatto drizzare pure le antenne del Fisco. Beninteso, le operazioni in corso non verrebbero toccate e ci sarebbe una fase transitoria di un paio d’anni per consentire alle società di sciogliere le compartecipazioni già attive, magari anche fuori dalle finestre previste al momento. Ma già dalla prossima sessione di mercato, se il progetto andrà in porto, i club non potranno stipulare nuove comproprietà. Nel documento allo studio ci sarebbe anche l’introduzione del prestito con riscatto automatico (potremmo chiamarlo obbligo di riscatto) se maturano determinate condizioni pattuite tra i due club. I tecnici stanno elaborando un documento da sottoporre a tutti e 20 i club. Nei prossimi giorni si capirà da questo sondaggio se effettivamente c’è una maggioranza. Attualmente ci sono 164 comproprietà aperte, relative alle squadre del massimo campionato (tra loro e con le altre categorie), comprese le 92 in scadenza a giugno. Così riporta la Gazzetta Dello Sport.