Dall’Atalanta in poi la svolta, ora viene il difficile: confermarsi. Settimana decisiva tra Genoa, Inter, Juve e mercato

23



La Fiorentina ha finalmente rialzato la testa, ora Iachini deve mantenere alta la concentrazione del gruppo. In arrivo ci sono tre partite importantissime…

È proprio vero che nel calcio tutto può mutare nel giro di pochi giorni. In una settimana la Fiorentina ha cambiato marcia, sia sul piano dei risultati che su quello del gioco. Se la vittoria contro la Spal aveva mostrato una squadra ancora malata, è stata la Coppa Italia la chiave di volta di questo gennaio viola.

COPPA DECISIVA. Con l’Atalanta per la prima volta si è vista una squadra diversa. Una squadra più consapevole dei propri mezzi, liberata dalle catene della paura. Probabile che con la Dea i viola siano riusciti a scacciare la paura e fare una grande prestazione anche grazie a un pronostico nettamente a sfavore e all’assenza di obblighi di classifica. Ma la spinta emotiva generata dalla splendida vittoria al Franchi ha portato ai tre punti del San Paolo. Si dirà che il Napoli è una polveriera e che gli azzurri sono lontani parenti della squadra vista nella partita di andata, ma resta il fatto che la Fiorentina ha disputato una grande partita in uno stadio storicamente difficile, mostrando sul piano dell’atteggiamento passi in avanti da giganti.

FATTORE I. Ciò non vuol dire che adesso per gli uomini di Iachini la strada sia tutta in discesa, ma la situazione di classifica ben più tranquilla e alcune certezze ritrovate fanno sperare in un girone di ritorno quantomeno dignitoso. L’allenatore gigliato non ha usato formule magiche per trasformare il roster a disposizione, ma solo l’unica ricetta che conosce: il lavoro. Intensità superiore, squadra compatta, atteggiamento in campo più umile ma non per questo meno efficiente, anzi.

VIETATO RILASSARSI. Chiaro che la carica trasmessa da un motivatore come Iachini abbia avuto un enorme peso nella risalita della Fiorentina. Adesso il pericolo numero uno è che questa spinta possa affievolirsi col passare del tempo, anche guardando ai precedenti del tecnico marchigiano sulle panchine di Sassuolo ed Empoli. I viola non possono permettersi cali di tensione o depressioni post risultato negativo. Oggi il gruppo è contento della nuova guida tecnica, e i risultati si vedono in giocatori come Lirola e Pulgar, apparsi in crescita nelle ultime uscite dopo un periodo di grande difficoltà. La sfida di Iachini sta nel mantenere i suoi ragazzi sempre concentrati e affamanti. A partire dalla prossima sfida.

PROSSIMI PASSI. Sabato a Firenze arriva un Genoa che occupa l’ultima posizione in classifica. Gli uomini di Nicola sono in grande difficoltà (4 sconfitte nelle ultime 5 in A), ma la classifica corta nelle retrovie non li taglia affatto fuori per quanto concerne la lotta salvezza. Ecco che i viola dovranno porre grande attenzione e rispetto per un avversario che arriva al Franchi con una disperata necessità di punti. Nonostante alla fine sia arrivata la vittoria, la sfida con la Spal insegna che non bisogna mai sottostimare le squadre in lotta per non retrocedere (Gasperini ne sa qualcosa), soprattutto nel girone di ritorno. Vietato sottovalutare l’impegno, obiettivo replicare l’approccio vincente mostrato nelle ultime due uscite.

Dopo la partita col Grifone, la settimana proseguirà con due big match in trasferta da vertigini: l’Inter a San Siro per la Coppa Italia, la Juventus allo Stadium per il campionato. Sette giorni che diranno tanto sullo stato di salute della Fiorentina.

UN OCCHIO AL MERCATO. A cavallo tra le tre sfide, l’ultima settimana di calciomercato. Sarebbe un errore credere che dopo tre vittorie consecutive alla Fiorentina non servano più i rinforzi; ecco perché Pradè è ancora alla ricerca di un difensore e di un centrocampista per l’immediato. Immediato ma non troppo, perché è probabile che nulla si muova prima della prossima settimana, quando le squadre che hanno possibilità o necessità di cedere cominceranno ad abbassare le proprie pretese.

In difesa restano stabili le quotazioni di Juan Jesus (ma c’è da fare abbassare le pretese alla Roma). Non arriverebbe come titolare inamovibile, ma a Iachini piace per la sua duttilità e potrebbe sfruttarla per passare al 4-3-3. A centrocampo il nome più caldo resta quello di Duncan, ma occhio alle piste che arrivano dall’estero, anche guardando al prezzo francamente esagerato (20 milioni) che i neroverdi chiedono per un centrocampista che durante il girone di andata ha fatto diversa panchina.

Insomma, il 2 febbraio, tra mercato chiuso e settimana cruciale alle spalle, avremo un’idea ben più chiara di cosa ne sarà della stagione della Fiorentina.

 

23
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Davide
Ospite
Davide

Ragazzi, e sono almeno 15 anni che leggo ovunque la frase “alla fine del periodo X avremo un’idea più chiara di cosa ne sarà della stagione”, spaziando sempre tra sogni di Europa e paura per stagioni anonime o a rischio retrocessione

Ponzio
Tifoso
Ponzio

Siamo di fronte all’ennesima partita svolta degli ultimi 2-3 anni. Se vinciamo contro il genoa ci avviciniamo alla zona tranquillità concretamente. Le 6 partite successive altrimenti diventano un’agonia: juve (F), dea (C), samp (F), milan (C), udinese (F) e brescia (C). Odio le tabelle, ma il rischio è di affrontare 2-3 partite proibitive: juve, dea e milan, e tre molto delicate: Udinese, samp (fuori casa) e brescia. Insomma affrontarle con 27 punti darebbe alla squadra maggiore serenità. Paradossalmente, anche il pareggio non sarebbe tragico. la sconfitta purtroppo vanificherebbe la grande vittoria di napoli.

Ponzio
Tifoso
VIA Pradè!

E’ chiaro che il denaro per spendere è del tutto teorico, nel senso che Commisso ha imposto di mantenere il FPF, quindi spendere tutto e subito significa non poter spendere a giugno per tentare l’Europa il prossimo anno. Non ci sono altre spiegazioni. Altrimenti siamo in mano al DS più incompetente della storia della Fiorentina. Certo l’operazione Pedro lo ha dissanguato, perché è stato l’acquisto più oneroso cash, fra l’altr0 il Flamengo ha pagato solo un ML (e l’ingaggio) per il prestito, quindi i restanti 11-12 ML al momento sono “spesa”. Veretout sarà pagato a rate e Simeone sarà saldato… Leggi altro »

robe70
Ospite
robe70

Vincere assolutamente col Genoa, la più difficile delle tre, provare a giocarsela con l’Inter e con la Juve quel che sarà sarà.

LUCA VIOLA 63
Ospite
LUCA VIOLA 63

LA COPPA ITALIA É L’UNICO TORNEO POTENZIALMENTE FATTIBILE NELLE CORDE TECNICHE DELLA FIORENTINA PROPRIO PER LA SUA FORMULA IN ESSA INTRINSECA CHE PREVEDE PARTITA SECCA E SOLO IN SEMIFINALE ANDATA E RITORNO…..IN COPPA ITALIA I DIFFERENTI VALORI TECNICI SI RESETTANO POICHÉ VINCE CHI HA PIÙ FAME E DI FAME FIRENZE E COMMISSO NE HANNO A IOSA…SICURAMENTE LA PARTITA A S.SIRO È LA PIÙ IMPORTANTE DEL TRITTICO DI GARE SOPRAMENZIONATO….BISOGNA ARRIVARE AL IMPEGNO DI MERCOLEDÌ SERA CON GENTE FRESCA IN CONDIZIONE PER PROVARE L’IMPRESA …RAGION PER CUI DOMANI COL GENOA RISPARMIEREI CHIESA CACERES PULGAR E LIROLA OLTRE LO SQUALIFICATO DALBERT ORIENTANDOMI… Leggi altro »

Thurgon
Member
thurgon

Un altro multinik? Almeno con un nome diverso scrivi in minuscolo, che i post scritti in maiuscolo sono illeggibili.

Aldo
Ospite
Aldo

Dai prade’, vedi un po’ se riesci nell’impresa di spendere 15-20 milioni per una riserva che non gioca quasi mai nella roma ( 7-8 per il cartellino e 10-12 per l’ingaggio triennale). Poi regala Ceccherini al Brescia e Ranieri in prestito all’Ascoli. Vincerai così sottogamba il premio Mani bucate 2020.

Guido D'Ascenzo
Ospite
Guido D'Ascenzo

Purtroppo arriveremo col fiatone a questi appuntamenti. Non tanto in difesa (Venuti e Ceccherini giocherebbero titolari in 5/6 squadre di A e Ranieri è un nazionale u21) ma a centrocampo siamo veramente corti. Speriamo che Iachini abbia recuperato Badelj. L’obiettivo rimane la salvezza, non facciamo voli pindarici. La Coppa Italia? Inter, poi eventualmente Napoli poi forse la Juve… onestamente semiimpossibile vincere, ci vorrebbero 3 miracoli in serie

Pippo
Ospite
Pippo

Ma andatevi a rivedere il gol di pellegrini della Roma!!!pellegrini fa trenta metri di campo palla al piede con badelj che gli arranca dietro con la lingua di fuori, arriva al limite dell’area di rigore indisturbato e passa il pallone a dzeko che glielo ripassa. Sono in due contro sette dei nostri che fanno finta di correre alzando le ginocchia sul posto e nessuno va ad impattare il tiro con dragowski in tuffo che con la mano non arriva ad un metro dal palo!!!!ma stiamo scherzando?erano tutti rimbambiti dal napurill presuntuoso ed arrogante e indispettiti dalla presenza in campo di… Leggi altro »

CLAUDIO 2
Ospite
CLAUDIO 2

QUESTA PICCOLA RINASCITA CHIAMATA IACHINI CHE IN OGNI CASO CI TIENE NELLE POSIZIONI MEDIO BASSE DDELLA CLASSIFICA E’ BASTATA A FRENARE IL MERCATO… SONO SEGNALI IMPORTANTI CHE MOSTRANO LA VOLONTA’ DI NON SPENDERE….SI E’ PASSATI DAL SPENDEREMO 40 MILIONI AL … FORSE RESTIAMO COSI… COMMISSO MI IMPRESSIONA PER AVER UN PATRIMONIO COSI GRANDE PIU GRANDE DEL PATRON DELL INTER… HA 70 ANNI… E NON SPENDE….. QUANDO HA COMPRATO CUTRONE HA PARLATO DI GRANDISSIMO SACRIFICIO… ONESTAMENTE 20 MILIONI OGGI LI SPENDE PURE IL TORINO. O IL CAGLIARI… CI ASPETTAVAMO MOLTO DI PIU DA LUI… HO LA SENSAZIONE CHE PRADE LO COPRA,,… Leggi altro »

Manuel
Ospite
Manuel

Ma di quale gioco parli???….forse non ti è ben chiaro il concetto più volte ripetuto dalla società….calciatori acquistati , pagamento stipendi e tutte le spese della Fiorentina non possono essere superiori ai 90 milioni fatturati….i soldi ci sono come dice Rocco….ma per strutture che faranno aumentare i ricavi.

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

quindi autofinanziamento come i DV? cmq la redazione dovrebbe pubblicare le norme UEFA FPF così si eviterebbero di leggere commenti come questo sopra…. tesi a giustificare l’ingiustificabile … Secondo un calcolo sommario che avevo fatto la proprietà quest’anno poteva spendere sino a – 70 senza sforare il FPF (cmq a noi non applicabile visto che in europa non ci sei … e non ci vai … tra l’altro faccio notare che il milan – dopo aver speso a piene mani – non rientrando quest’anno nei parametri FPF UEFA ha semplicemente rinunciato alla EL. IL MILAN … cosa ti impediva di… Leggi altro »

CLAUDIO 2
Ospite
CLAUDIO 2

POSSIAMO PARLARNE QUANTO VOLETE MA I SEGNALI CHE ARRIVANO DA COMMISSO E PRADE SONO NEGATIVI…. CON L INTER AVREMO PEZZELLA SQUALIFICATO E NON HANNO PRESO UN DIFENSORE DEGNO PRIMA DELL UNICO OBIETTIVO STAGIONALE RIMASTO…

LA DOMANDA E’ : PRADE’ HA I SOLDI PER COMPRARE? HA UN BUDGET O CERCA DI COPRIRE COMMISSO?

UNO CHE TIRA IL PREZZO DI JUAN JESUS SUI 4/ 5 MILIOMI SECONDO ME IN TASCA NON HA NIENTE….

Capo
Member
Capo

L’unico obiettivo REALE stagionale rimane la salvezza tranquilla, oppure pensi di battere inter-napoli-juve e vincere la coppa?
Se ci va bene battiamo l’inter, ma poi il napoli DEVE almeno andare in finale (e se la juve è ancora alle prese con la champions, gliela lasciano vincere)

Ezio Sella
Ospite
Ezio Sella

Domenica partita fondamentale.

I 3 punti ci permetterebbero di mantenere distanza tra noi ed il Genoa candidato alla retrocessione e di giocare senza timori e mente libera contro lei e parrucchino……e chissà?

IdC
Tifoso
IdC

Pradè ha fallito un altro mercato. Cutrone non è quello che serviva ma può andar bene. Solo che abbiamo un buco enorme a centrocampo, dovuto ad un mercato estivo approssimativo, e ancora non sappiamo se verrà colmato, a 7 giorni dalla chiusura. Il Napoli ha preso Demme e Lobotka, due nostri obiettivi estivi, in pochi giorni. Noi stiamo trattando Duncan da un mese e, come sempre, ci riduciamo agli ultimi giorni per risparmiare, rischiando di perderlo. Non si può fare mercato aspettando sempre le occasioni ma i giocatori vanno individuati e presi al loro prezzo, se ci si crede fino… Leggi altro »

FILIPPO
Ospite
FILIPPO

MI AUGURO CHE PRADE ABBIA IN MANO ALTRI NOMI E IN FASE DI CHIUSURA ALMENO DUE CENTROCAMPISTI CI VOGLIONO PER ALTERNARE BENASSI PULGAR E CASTRO ALTRIMENTI SI RESTA SOLO CON BADELJ CHE E FINITO

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

Pagandoli COMPLESSIVAMENTE quanto ti chiedono per Duncan … poi vedo i giornalai che fanno le corse per difendere Pradè…

gianni usa
Ospite
gianni usa

Col Genoe si deve vincere, con l’Inter e’ partita secca e ci sta’ tutto e con la Juve si puo’ anche perdere pero’ giocandocela sin dall’inizio.

Milan51
Tifoso
Aldo Giovannoni - MB

Narrazione puntale del momento viola, timide speranze per il futuro, qualche buona raccomandazione. Nessuna critica sulle responsabilita’ pesanti sul passato. Sembra che sia impossibile credere che basti un allenatore, peraltro non quotato, e non un mago, a far cambiare le cose. Ed invece basta poco. Un po’ come in Italia, non ci vogliono maghi per cambiare la situazione. ci vuole solo di lavorare onestamente, senza portarsi dietro tanti lecchini che ti aiutano a tenere lo spogliatoio ma che in campo fanno solo ca…are. il lavoro paga, e pure l’onesta’ di lasciare fuori i cocchi di Montella. Lo sapevano anche a… Leggi altro »

Massimo
Ospite
Massimo

Io dico solo SFV! Mi sa che a Commisso figurucce non piace farle.. Sono sicuro la squadra la farà. E non vedo l’ora.! Detto questo, mi dite che fave sono questi che infilano Nardella le sardine Salvini e Renzi nei commenti? Avete sbagliato sito

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Solo allenatori come Pioli e Montella, malati di protagonismo ingiustificato e di astruse teorie calcistiche che loro stessi non riescono ad applicare, potevano affossare per due anni di seguito un organico ben superiore alle prestazioni offerte in questo lasso di tempo. E’ bastato un buon manovale del calcio, poco originale ed elegante ma pragmatico e concreto, per far ripartire una idea di calcio perlomeno decente. Tutta basata su intensità e difensivismo vecchio stile, talmente ormai inusuale che coglie di sorpresa gli avversari stroncandone le trame offensive. L’effetto novità sparirà tra 2-3 partite, ma anche dopo raccatteremo comunque qualche pareggio laddove… Leggi altro »

Sempreviola93
Tifoso
Viola di rabbia

ma glieli vogliono comprare due rinforzi al povero iachini che sta facendo miracoli!?!?

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI