D’Aversa sui Chiesa: “Enrico più centravanti. Federico simile al padre in dribbling e tiro”

2



Il tecnico del Parma, ex compagno di Enrico Chiesa, paragona babbo e figlio: “Enrico era più centravanti rispetto a Federico, corre di più, è più esterno. Può sfruttare meglio le sue caratteristiche, ha grande gamba e progressione”

Parla così il tecnico del Parma Roberto D’Aversa a DAZN, dell’ex compagno di squadra Enrico Chiesa e di Federico Chiesa: “Enrico era fortissimo, aveva grande tecnica. A Siena ci fece salvare con i suoi gol. Arrivava sempre prima degli altri al campo, si allenava molto, ha sempre avuto grande mentalità e professionismo. E lo sto vedendo ancora oggi. Gente come Bruno Alves, ad esempio, fa come faceva Enrico, e i risultati poi si vedono. Federico-Enrico?  Enrico era più centravanti rispetto a Federico, corre di più, è più esterno. Può sfruttare meglio le sue caratteristiche, ha grande gamba e progressione rispetto al padre che era uno dei più forti attaccanti in quei tempi. Sul calcio e sul dribbling si assomigliano molto”.

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Emanuele
Ospite
Emanuele

Enrico era un flagello di Dio in area di rigore. Quando prendeva palla in velocità sulla trequarti le difese tremavano, perché poteva sia arrivare in porta che tirare fortissimo e preciso.
Per non parlare di come calciava le punizioni.

Matteo
Ospite
Matteo

Penso che se Enrico chiesa giocasse oggi sarebbe senza dubbio il miglior attaccante italiano..(ai suoi tempi faceva fatica ad andare in nazionale da quanti ce n’erano)

Articolo precedenteMuriel: dal suo arrivo media punti quasi dimezzata rispetto alla Fiorentina senza di lui
Articolo successivoAg. Politano: “Fiorentina? rimarrà in nerazzurro. E’ felice all’Inter, e l’Inter è felice di lui”
CONDIVIDI