De Siervo (Lega Calcio): “Riforma CL un danno. Vivai in mano alle big. I viola e Berna-Chiesa…”

9



L’amministratore delegato della Lega di Serie A commenta la possibile riforma delle Coppe europee: “Un danno per i campionati, pronti allo sciopero”.

Luigi De Siervo, amministratore delegato della Lega Calcio, ha parlato a Radio Anch’io Lo Sport su Radio 1, soffermandosi sulla possibile riforma di Champions e Coppe Europee dal 2024, con qualificazione ad invito per i top club: “E’ un rischio, la riforma pensata non consente in alcun modo di vedere un futuro sereno dei grandi campionati europei, che vedrebbero dimezzati i propri ricavi. E lo diremo ai club nelle prossime settimane. Poi priverebbero i campionati della possibilità di fornire accesso alle competizioni europee. Quindi è un fatto economico e anche sportivo. Il nostro campionato diventerebbe poco più rilevante di una coppa nazionale. Io spero che quanto raccontato da Ceferin e Agnelli sia vero, e che la riforma possa essere emendata. Sennò si arriverebbe ad uno scontro che farebbe male al calcio”.

“In questo momento le gare del weekend non sarebbero toccate, almeno fino al 2026/2027. Ma questa è una battaglia per i soldi, di ricavi televisivi. Oggi la Champions ha un fatturato intorno ai 3 miliardi, le leghe più importanti lo hanno di 6. La torta non crescerà, la Uefa vuole andare a prendere gran parti di ricavi delle leghe europee, per avere fatturati più alti. L’accesso alle Coppe sarebbe con un punteggio sugli ultimi 4 anni. Poi sarebbe difficile qualificarsi: nascerebbe la Serie A, la Serie B e la Serie C europea. Un meccanismo che consente ai super ricchi e alle federazioni minori di avere i loro benefici. Ma nessuno si sta ponendo il problema del tema sociale. Cosa succederebbe nel nostro paese tra i tifosi se il campionato fosse meno competitivo e importante”.

“Siamo pronti a varie iniziative, anche allo sciopero. Si sta lavorando ad un incontro per non arrivare alla contrapposizione. Un domani, con i ricavi della Champions raddoppiati o triplicati per le grandi, succederebbe che le grandi saccheggerebbero i vivai delle squadre più piccole. Non vedremmo più talenti che andrebbero oltre i 2-3 anni in una squadra nazionale di media classifica. Pensate a cosa è successo con Bernardeschi. L’Eca sostiene che la maggior ricchezza delle grandi porterebbe ad acquisti importanti dalle medio-piccole. Questo è sì vero, ma la competitività verrebbe meno. Faccio l’esempio della Fiorentina, squadra della mia città: una Fiorentina senza Bernardeschi, e un domani senza Chiesa, perderebbe gran parte di incidere in un campionato che comunque diventa residuale. A maggior ragione i dirigenti del domani sarebbero autorizzati a vendere i loro talenti per rendere lo stadio migliore, o comprare alti giovani talenti. Ci sarebbero tanti vivai nazionali a disposizione delle 3-4 grandi nazionali”.

9
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
andrea
Ospite
andrea

ma che cavolo vuoi; site servi della juve; ma se andiamo giù, la pagherete cara!

Gio
Ospite
Gio

E si sveglia adesso? Parliamoci chiaro, dietro acquisiti e cessioni ci sono tanti business che nessuno vuole toccare. Il campionato sarà sempre meno competitivo, con 15 squadre che verranno brutalmente cannibalizzate durante l’estate e usate come sparring partner durante il campionato. È una schifezza.

Walter
Ospite
Walter

L’intenzione è quella, ma se non cambiano idea, sarà la fine del calcio. Qualificazione ad invito. Chi dovrebbe partecipare? la juve che in Europa l’ultima Coppa che ha vinto e stato l’Interrotto nel 1999 (vent’anni fa) insieme al Montpellier ed al West Ham. L’Inter ed il Milan? rispettivamente al 52° e 76° posto nel ranking Uefa? Ma fatemi il piacere. Che senso ha un torneo ad invito anziché un torneo partecipato dai vincitori dei rispettivi campionati. Forza Viola!!!!!!!!!!!!! Ranking UEFA per club generale: la posizione delle italiane 5) Juventus – 120.000 (quinta a fine 2017/18) 12) Roma – 81.000 (21esima… Leggi altro »

Francesco (Lode a te Dino Pagliari)
Ospite
Francesco (Lode a te Dino Pagliari)

basterebbe fare una semplice operazione di DEMOCRAZIA E GIUSTIZIA : TUTTI i ricavi delle TV andrebbero distribuiti EQUAMENTE e PRO CAPITE tra tutte le squadre.

Ric
Ospite
Ric

Tutto vero, poi però’ accade che in finale nelle due coppe europee siano quattro squadre inglesi. E l’ Inghilterra ha il campionato più’ incerto tra tutte le big europee. Nessuno ha gare scontate e favoritismi, puoi vincere il campionato e se poi la stagione successiva fai fesserie rischi di retrocedere. Forse più’ che i soldi si dovrebbe rimettere al centro lo sport..

Serenalacchini
Tifoso
violadalpiemonte

Sante parole

MARCO
Ospite
MARCO

noi piu’ ….. d cosi’….

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Verità drammaticamente…vere. Di cui si sa però già da un pezzo. L’unica via d’uscita per i viola per non essere marginali? È che i Della Valle si alleino con un altro potentato economico, una coalizione che consenta loro di sfidare in una certa misura le big note. Che ai tifosi privi di cervello (solo dei mentecatti possono offendere la family imprenditoriale marchigiana, nota anche per diverse situazioni mecenatistiche, oltre che elargitrice di poco meno di 300 milioni per la causa gigliata) sia impedito di nuocere al bene comune. Che si proceda in modo spedito alla costruzione di un nuovo stadio.di… Leggi altro »

Simone Magnani
Ospite
Simone Magnani

Non condivido nemmeno la punteggiatura di quanto ha dichiarato De Siervo. Sono strafavorevole ad una Lega Europea ad invito e che le società con meno soldi partecipino a campionati nazionali relegati a seconde divisioni. Inoltre lo invito a non scomodarsi di minacciare scioperi: Sono due anni che non guardo nemmeno una partita di questa ridicola Serie A e non ne sento la mancanza. E’ assai probabile che tornerò a guardare la Serie A quando sarà una competizione più equilibrata, magari con meno soldi (che ora sono regalati ad una sola squadra con la regola-truffa del bacino d’utenza) e magari senza… Leggi altro »

Articolo precedentePrimavera, la formazione ufficiale della Fiorentina: c’è Vlahovic
Articolo successivoPreziosi: “Sampdoria-Empoli è stata una buffonata”
CONDIVIDI