Destro contro la Fiorentina si riprende il suo Bologna

Di Furio Zara - Corriere dello Sport Stadio

3



Mattia Destro

Come riporta il Corriere dello Sport Stadio, Mattia Destro si rimette al centro dell’attacco del Bologna. Stop & go dopo la panchina di Napoli, Donadoni sembra intenzionato a puntare su di lui in vista del derby dell’Appennino, domani contro la Fiorentina. Non è stata una punizione, ma una scelta tecnica, quella del San Paolo. Destro, che nelle ultime 10 partite ha segnato 5 gol, affronta una Fiorentina contro cui in carriera ha segnato 2 reti, mai col Bologna, però. Una ai tempi della Roma, l’altra con la maglia del Milan.

Destro quest’anno ha giocato 18 partite sulle 22 a disposizione, per 13 volte è partito titolare, cinque volte (l’ultima a Napoli) è entrato a partita in corso, per quattro volte non si è nemmeno alzato dalla panchina. La presenza di Palacio un po’ lo ha aiutato, un po’ gli ha inevitabilmente tolto spazio. Donadoni, rispetto all’anno scorso, ha un’alternativa che prima non aveva. Rodrigo non ha avuto una settimana semplice e non è al 100% della condizione. L’assenza di Verdi potrebbe favorire il debutto in rossoblù di Orsolini. Con due ali pure come appunto il suo concittadino Orsolini e Di Francesco, Destro potrebbe trovarsi nelle condizioni migliori per fare il suo mestiere. Ma la storia recente dimostra che i compagni d’attacco contano il giusto. Cioè poco. Se Destro fa il Destro, il Bologna prende un altro passo. Se non lo fa, si deve arrangiare come può e come sa.

3
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
alberto
Ospite
alberto

Se nel Bologna gioca Di Maio , giocatore definito grande bidone a Firenze, Simeone non dovrebbe avere problemi . Ma sarà vero che Di Maio è un bidone oppure è stato colpa del ns. allenatore che non è stato capace a dargli fiducia ????

Assenzioviola
Tifoso
Assenzioviola

Quando c è da resucitare un morto aspettano noi

onsag
Ospite
onsag

Sarà un bel confronto con Simeone: faranno a chi ci piglia meno!
Questo signore, se ricordo bene, si lamento’ per essere uscito
dal giro della nazionale: non che quelli che non ci hanno portato in
Russia siano tanto meglio di lui, ma ci vuole una buona dose di
prosopopea per esprimere simili pretese. Dall’ altra parte c’è uno
che ha fatto sapere a popolo e comune che arriverà a giocare una
finale di CL. Io glielo auguro con tutto il cuore, ma, se continua a
giocare in questo modo, è più probabile che io riesca a trascorre un
paio di “notti di fuoco” con Eva Mendes.

Articolo precedenteBologna-Fiorentina, l’ALBUM DEI RICORDI: dalle nevicate alla sfida Baggio-Batistuta
Articolo successivoCrisi o rilancio, la Fiorentina è al bivio
CONDIVIDI