Di Francesco e gli altri: casting per la panchina della Fiorentina, ora si decide

di Benedetto Ferrara - La Repubblica Firenze

15



Come riporta La Repubblica ma l’allenatore? Ecco, già: l’allenatore. Perché, essendo chiaro da almeno un anno che Paulo Sousa sarebbe “scappato” alla fine del contratto, uno poteva immaginare che in tutti questi mesi la società avrebbe iniziato a organizzare il suo futuro. Pura immaginazione, appunto. E d’altra parte la scelta finale non dipenderà solo da ciò che fa la Fiorentina, perché questo è un gioco a incastri, iniziato da un “no grazie”, quello di Giampaolo, il preferito di Corvino, che però ha deciso di rimanere alla Samp. Chiusa una strada mai iniziata, Corvino, Cognigni e Ramadani hanno iniziato a valutare le possibilità. Nomi interessanti, nomi depressivi, nomi in circolo da sempre, nomi apparsi e subito spariti dai radar.
Di Francesco. Col tecnico del Sassuolo il contatto c’è stato. Il suo profilo piace alla proprietà: Di Francesco è un lavoratore serio e aziendalista. E ambizioso, certo. Un po’ come lo era Montella (suo grande amico), che forse lo ha messo anche un po’ sull’avviso. I pregi sono noti, e anche i limiti di un allenatore che deve ancora dimostrare molto. Però lui è uno umile e determinato, ma gestibile fino a un certo punto, perché è abituato a lavorare in una società piccola ma strutturata dove remano tutti dalla stessa parte. Altro problema: liberarlo costa. E nemmeno poco: circa tre milioni. Ma una soluzione si può trovare. Insomma, Di Francesco è sempre il più probabile, ma anche lui va convinto del famoso progetto. I contatti vanno avanti da settimane, il fatto che abbia passato la sua procura nelle mani di Fali Ramadani, condizione molto gradita in casa Fiorentina, fa pensare che la cosa sia parecchio avanti.
Spalletti. Sì, ok, ma quanto costa? Beh, per lui c’è chi sarebbe disposto ad alzare l’asticella, non per generosità, ma per calcolo. Investire su Spalletti vorrebbe dire dare un messaggio forte alla città. E, considerato che solo le cessioni di Kalinic e Ilicic (Badelj alla fine portebbe anche restare, basterà dare al suo procuratore i soldi che gli spettano) porteranno in cassa più o meno 40 milioni, accontentare l’attuale tecnico della Roma non sembra impossibile. Certo, mica deve vincere lo scudetto, ma lottare per l’Europa divertendo e togliendosi delle soddisfazioni. Lo stipendio? Uno sforzo per arrivare a 2 milioni 2,2 all’anno potrebbe essere fatto. Il suo “sacrificio” potrebbe essere attutito da ricchi bonus per Europa League e ricchissimi bonus per la Champions. L’arrivo di Spalletti garantirebbe 20 mila abbonamenti e renderebbe molto più facile trattenere Bernardeschi almeno un altro anno. E anche Vecino. Non tutti però al momento sono d’accordo sul suo nome e sulla spesa. E in ogni caso di mezzo c’è l’Inter, che ha segnato il nome di Spalleti come terza scelta. Prima vengono Conte e Simeone, poi lui. Un po’ di orgoglio Luciano, suvvia.
Pioli. In un colpo solo i suoi giocatori lo hanno fatto fuori dalla panchina dell’Inter, da quella della Fiorentina e forse lo hanno anche spedito in analisi. Non male. Era la prima alternativa a Di Francesco, adesso sta meditando sul lussuoso esilio in Cina, la terra dove i suoi padroni inviano quelli che non fanno felici i milionari dello spogliatoio.
Gli altri. Di nomi ne sono circolati parecchi, a cominciare da quello di Walter Mazzarri, un tecnico bravino che però non sembra in grado di accendere le focose fantasie del tifoso viola. Figuriamoci Guidolin. Prandelli è più che altro una ricorrente e affascinante proiezione retrospettiva che intriga Diego come l’ascolto di un monologo di due ore e quaranta di Corvino sulla storia della lana e della seta. Oppure, a scelta, la metafora del pollo. Poi c’è il bravo Maran, che ogni volta torna in circolo per poi restare più o meno dov’è. C’è anche chi ha buttato lì il nome di Di Biagio, l’attuale tecnico dell’under 21. Nessuno lo ha raccolto, e questa non sembra essere una brutta notizia.

15
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
PaoloBrazil
Ospite
PaoloBrazil

La mia personale classifica di gradimento 1-Prandelli: La sua viola é stata la migliore degli ultimi tempi facendo rendere come oro giocatori del calibro di Dainelli, Gamberini, Zanetti, Liverani. 2-Spalletti: L’originale; Montella e Di Francesco hanno il solo pregio di aver appreso da lui. 3-Di Francesco: Se non si puó avere l’originale mi accontenterei della copia. 4-Ranieri: Porta il messaggio dello “Yes, we can” meglio che Obama. 5-Semplici: Se dobbiamo proprio fare una scommessa, lui é uno su cui mi piacerebbe puntare. Altri: Non classificati. Nessuno dei menzionati ha mai ottenuto nulla di buono, quasi tutti propongono un calcio lento… Leggi altro »

Buzz Lightyear
Ospite
Buzz Lightyear

Di Francesco sarà la scelta più ovvia.
Anche un segnale di continuità con
il profilo degli allenatori precedenti.
Ma a me piacerebbe essere… Semplici!!!

geronimo
Ospite
geronimo

dagli articoli su questo sito si evince che sicuramente berna anche se firma il nuovo contratto fino al 2021 il prossimo anno se ne andrà????? perchè ? allora non capisco se se ne deve andare il prossimo anno con la clausola (xchè è su questo che si discute) tanto vale darlo via quest’anno a qualche milione in meno …….. però questo ci permetterebbe di rifare la squadra forte e giovane da subito…. questa proprio non la capisco…. 50mil di clausola come vorrebbe il suo procuratore o cederlo subito a Conte ..io non ci penserei 2 volte subito in inghilterra e… Leggi altro »

Patcom
Tifoso
Member

Ahahahahah c’ha sbattuto la porta in faccia anche Gianpaolo che non ha mai allenato squadre che non fossero mediocri, preferisce restare con Ferrero, questo la dice lunga sulla considerazione che hanno di noi nell’ambiente! Hanno perfettamente ragione, una società che si fà fare il mercato da quel losco figuro di Ramadani perchè Corvo e Gnegnè sono degli incapaci, non merita alcun rispetto! Verrà da noi sono un mediocre che accetterà perchè non lo hanno voluto da nessuna altra parte! Vergogna!

Japa
Tifoso
Japa

io sono per Pioli comunque! sempre meglio di di francesco e degli altri nomi, a parte Semplici che mi intriga e poi va beh Spalletti…ma tanto non verra’ mai

gianfranco
Ospite
gianfranco

I soldi di Kalinic e Ilicic non saranno certo reinvestiti ma serviranno a ripianare il deficit che si inventeranno Cognini e C. L’allenatore futuro? Alla seconda giornata del prossimo campionato forse verrà fuori… Pessimismo? No, normalità finché ci saranno i DV; e siccome loro ci saranno per tanti anni ancora…………. CIAO…..

Walter
Ospite
Walter

Spalletti per la piazza andrebbe benissimo. I problemi ci saranno dopo le prime partite quando la gente si accorgerà che non è quel fenomeno capace di risolvere qualsiasi problema.
Forse meglio partire in sordina con un allenatore come Semplici.
Se invece si vuole andare sul sicuro punterei su Claudio Ranieri, un allenatore che ha già vinto con noi ed ha dimostrato di saper vincere anche in Premier con una squadretta.
Forza Viola! !!!!!!!!

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi - London

Assolutamente d’accordo, verissimo, Lucio scalderebbe soltanto l’ambiente, punto, allenatore come tantissimi altri né più né meno, ribadisco, sono i giocatori che contano, anche lo stesso capello antipatico come una m inguardabile oppure porcello ance tutta gente che ha avuto solo fortuna nella vita avendo a disposizione giocatori forti nessun merito allenatori come tanti altri FORZA VIOLA SEMPRE

Donamasi59@gmail.com
Ospite

Spalletti sarebbe ottimo, inoltre x Di Francesco serve 3mil x la clausola quindi ,di corsa LUCIANO.

VIOLISSIMO
Ospite
VIOLISSIMO

E diamo a SPALLETTI i 2 milioni e prendiamolo!!! Quando mai ci ricapiterà un’occasione del genere??? Certo poi i fratellini dovranno fare qualche buon acquisto ma dopo aver incassato tanti bei soldini per NIKOLA e ILICIC. Quindi occorre sfruttare l’opportunità che si presenta.

VIOLASOUL
Ospite
VIOLASOUL

Spalletti se gli danno i soldi giusti (questo è il problema) verrebbe di corsa e tutti saremo felici di ricominciare. Di Francesco, sempre x una questione di soldi è invece il più probabile e cmq sarebbe gradito a tutti pur non destando l’entusiasmo di uno Spalletti. FV

Paolo (Bologna VIOLA )
Ospite
Paolo (Bologna VIOLA )

Rendiamoci conto che allenatori migliori di Sousa al costo di Sousa non ce ne sono o sono peggio e non continuiamo con la tiretera di Di Francesco , guardiamo che risultati ha ottenuto fino ad oggi.
In ogni caso , chiunque venga sarà sempre e solo
FORZA VIOLA

Cuoreviola
Tifoso
Noble Member
cuoreviola

SPALLETTI sempre!!!!!! Mazzarri, mai………. è simpatico come un calcio sui “Kappasisi”

Tifoso
Ospite
Tifoso

Ripeto, non esiste alcun dubbio.
Il prossimo allenatore è Di Francesco.

Come lo so? Semplice, il suo procuratore da quest’anno è RAMADANI.

Di Francesco è il nostro nuovo allenatore, non esiste alcun casting nè dubbio. Ció che Ramadani manda Corvino prende, senza fiatare.

Tifoso
Ospite
Tifoso

Ripeto,

Articolo precedenteIl futuro economico del calcio italiano in mano a un brillante avvocato fiorentino
Articolo successivoArticolo del Tifoso: Il rovescio della medaglia
CONDIVIDI