Di nuovo Chiesa vs Bernardeschi: dalla F2 al futuro dell’Italia, talenti in cerca di riscatto

16



Da gioielli del settore giovanile viola a punti fermi del calcio italiano, Fede & Fede si sfidano di nuovo allo Stadium. Entrambi però cercano la riscossa dopo le recenti delusioni.

Fede & Fede, la coppia d’oro del settore giovanile viola si ritrova. Classe ’94 Bernardeschi, classe ’97 Chiesa. Tre anni di differenza sulla carta d’identità, percorso opposto ma unica comune partenza: la maglia viola. C’era un tempo la F2 che faceva sognare con Sousa, poi Bernardeschi fu venduto alla Juve per oltre 40 milioni. Amici fin dai tempi della Primavera, presente e futuro della Nazionale italiana. Domani, si ritroveranno ancora da avversari allo Stadium. Bernardeschi per il 2° Scudetto di fila, Chiesa per ritrovare l’orgoglio.

INCROCI. Ventidue partite giocate insieme nella Fiorentina 2016/2017, qualche staffetta e diverse giocate sulle rispettive fasce. Non troppe soddisfazioni, ma in quell’anno arrivò anche il successo 2-1 al Franchi proprio contro la Juve. Da avversari, il bilancio è tutto a favore del bianconero: tre incroci, tre vittorie per Bernardeschi, anche a segno nella prima al Franchi da ex nello scorso anno. Chiesa, invece, non ha mai segnato alla Juve. Ci andò vicino due anni fa, ma sul tiro-cross di Badelj sfiorò soltanto. Ma tanto bastò per un’esultanza sfrenata sotto la curva.

PERCORSI DIVERSI. Entrambi partiti dalla ‘cantera’ viola, ma poi cresciuti con percorsi molto diversi. Bernardeschi, che in Primavera era già trascinatore e capitano, è dovuto passare da Crotone (12 gol e 7 assist in 39 gare) per affermarsi. Al ritorno in viola, trovò poi proprio Montella a lanciarlo nel primo anno in Serie A. 93 partite, 23 gol e 13 assist per Bernardeschi in maglia viola, prima del passaggio alla corte di Allegri (con strascichi polemici, striscioni e comunicati vari). Con la Juve uno spazio prima ridotto e via via sempre crescente, dopo il periodo di ‘apprendistato’. 66 partite, 8 gol e 12 assist con i bianconeri in due anni.

Il percorso di Chiesa è invece strettamente legato ai viola. Così come forte è il legame con Firenze e la fiorentinità. Tutta la trafila nelle giovanili, non sempre tra i migliori tra Giovanissimi, Allievi e Primavera, ma è Sousa a lanciarlo a sorpresa da titolare in Serie A proprio contro la Juve. Da lì è stata un’escalation: un ruolo sempre più centrale nella Fiorentina, da gennaio anche un rendimento importante sottoporta. Con i gol che sono arrivati con continuità. In totale, 106 presenze, 22 gol e 20 assist per lui in maglia viola.

FUTURO. E il futuro? Senz’altro sarà, per entrambi, a forti tinte azzurre. Prima dell’infortunio di marzo, Chiesa era l’unico giocatore sempre in campo nel ciclo Mancini. 11 partite totali con la Nazionale maggiore, a 22 anni, per il Fede viola. 17 presenze, con 2 gol, nell’Italia per Bernardeschi. Sfida a distanza, per mesi, per la palma di ‘miglior talento’ azzurro, negli ultimi tempi Chiesa pare aver superato Berna. Al netto di un palcoscenico europeo che inevitabilmente manca al viola. La quotazione di mercato, del resto, lo conferma: valutazione che sfiora i 100 milioni per Chiesa, ma anche Bernardeschi ora vale ben più dei 40 milioni più bonus pagati dalla Juve due anni fa. Difficile tenere Chiesa ancora a Firenze con questi parametri, specie senza un cambio di rotta dai Della Valle. Che possa esserci proprio la Juve nel suo futuro? Tante indicazioni vanno in questo senso. Dai rapporti tra i dirigenti ed Enrico Chiesa, al peso economico dei bianconeri.

RISCATTO. Intanto c’è il presente. Perché Bernardeschi, così come i suoi compagni, vogliono scacciare la grande amarezza per l’eliminazione dalla Champions contro l’Ajax. Partita in cui lo stesso numero 33 bianconero, dopo gli elogi del ritorno contro l’Atletico Madrid, è stato giudicato tra i peggiori in campo. Dalle stelle alle stalle, ma con uno Scudetto a portata di mano: un punto contro i viola per fare festa. E voglia di riscatto anche per Chiesa. Tornato dall’infortunio ma in apnea di gioco e di risultati con la sua Fiorentina. Da Pioli a Montella, con la semifinale di ritorno con l’Atalanta sullo sfondo. Pochi sorrisi negli ultimi tempi, ultimo gol un mese fa a Cagliari (ma i sardi vinsero 2-1). Fare risultato a Torino, ma anche una buona prestazione, darebbe slancio verso la sfida di Bergamo. Di nuovo la F2 di fronte, Chiesa vs Bernardeschi. Sfida a distanza per talenti in cerca di riscatto.

16
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Deyna
Tifoso
Deyna

GAT, l’Ajax ha dato un’autentica lezione di calcio ai gobbi [anche all’andata], con una squadra tecnicamente inferiore, singolo per singolo, ma organizzata magistralmente da un allenatore degno erede della stagione del Calcio Totale, anni luce avanti rispetto ad Allegri. La juventus dimostra ancora una volta che come esce dai confini nazionali – dove domina la scena grazie al divario economico e alla gestione di arbitri e società satellite – e gioca più o meno senza favori, non vince. Quanto a Chiesa e Bernardeschi, nessuno dei due è non dico un fuoriclasse, ma nemmeno un campione. Il carrarino, che ha una… Leggi altro »

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Sono in parte d’accordo in linea generale. Ma se non sono o diventano campioni loro che cosa ci resta?

Deyna
Tifoso
Deyna

Beh, negli ultimi dieci anni, a memoria, tra gli italiani gli unici che mi pareva potessero diventare veri campioni sono stati Verratti e Berardi. Il primo gioca sì in un top club, che però stenta in Europa a dispetto degli investimenti, e con la nazionale ha sempre piuttosto deluso e si dice non faccia vita propriamente da atleta; il secondo dopo un ottimo inizio in A [io l’avevo notato, stropicciandomi gli occhi, in B] si è progressivamente perso, vuoi per problemi fisici, vuoi soprattutto per una testa che si dice problematica.

Attanasio
Ospite
Attanasio

Bernardeschi è un buon giocatore ma niente di più, ruolo a parte lo assimilerei a Montolivo e chissà se il prossimo anno sarà ancora alla Juventus.Chiesa ha maggiori margini di crescita ma a dire che è un campione bisogna aspettare,dopo avere visto i ragazzi Aiax credo che la valutazione dei presunti campioni italici vada ritoccata al ribasso!

conte_mascetti
Ospite
conte_mascetti

chiesa e’ 10 categorie migliore dell’altro . siamo riusciti a sbolognarli una bella ciufega!!!!

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Conte sei il solito insensato!

Mario Viola
Ospite
Mario Viola

Scusate, chi è Bernardeschi?

steve livorno
Ospite
steve livorno

Visto Rebic ieri in EL; da noi sembrava scarso…

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

I titoli sono una cosa seria e difficile. Anche i miei colleghi perfezionisti ne sbagliano tanti e non solo i titoli. Di quale riscatto andate cianciando? Sono stati rispettivamente uno dei migliori e il migliore delle rispettive squadre. La Juve non deve riscattare niente perché ha strdominato in Italia e ha perso per un inspiegabile black out una partita importante in Europa ampiamente alla sua portata. La Fiorentina come squadra deve in parte riscattare una stagione meno che mediocre dovuta ad una serie di errori della dirigenza e dell’allenatore. Ma i due giocatori non devono riscattare proprio niente, semmai solo… Leggi altro »

Mr. Dr
Ospite
Mr. Dr

Sei Gobbo ?

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

No, nel modo più assoluto. Ma tifo per tutto ciò che è Italia dentro e fuori Italia. Magari faccio un’eccezione per Napoli. E tu sei un somarello? Presumo di…no. Due consigli, però: torna tra i banchi e deprovincializzati. PS Nel precedente messaggio non parlo di colleghi perfezionisti ma professionisti.

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Ovviamente non tifo per i corrotti, le mafie, i pentagrulli, i clandestini malavitosi e i rom che svaligiano scuole e appartamenti

Frunky69
Tifoso
Member

Ah…. per scrivere certe castronerie e risultare così antipatico non potevi che essere un razzista o qualcosa che gli si avvicina molto (per esempio potrebbe cominciare con S e finire, guarda caso, con ano). Sul merito, invece direi che il titolista ha sbagliato solo metà del suo lavoro: bernardeschi deve proprio riscattare una stagione buona solo per la stampa italiota e una prestazione indecente contro l’Ajax. Quest’ultimo tra le altre cose non ha rubato nulla ed è nettamente più forte di una juve sopravvalutata che si presenta in un quarto europeo con de sciglio, bernardeschi e non ricordo quale altro… Leggi altro »

Gian Aldo Traversi
Ospite
Gian Aldo Traversi

Quindi, diversamente intelligente, chi condanna i rom che svaligiano scuole, appartamenti e pronto soccorsi, clandestini malavitosi e malavitosi in generale, ma anche i vieni avanti cretino come te è razzista? Sumarazz du’un esen!

Dig
Ospite
Dig

Io penso di si….Che schifo

Bischero
Ospite
Bischero

Bernardeschi perde troppi palloni e gioca troppo per se , ancora non ha lo stop…si salva perche ha un buon tiro di sinistro e buon fisico….indatto per squadre che vogliono vincere in europa…e non lo dico solo io ma diversi giornalisti e pure i tifosi gobbi….il valore si dimostra sul campo non su twitter o con tatuaggi per catturare l okkio….Chiesa è gia piu avanti di bernardeschi nonostante sia piu giovane, poi per diventare un top player anche il nostro fede deve mangiarne ancora molta di ciccia

Articolo precedenteVerso la Juve: Hancko insidia Biraghi, Muriel e Veretout possono rifiatare
Articolo successivoPrimavera, torna il campionato: Bigica riparte da Genova (in diretta tv)
CONDIVIDI