Di passaggio allo Stadium, con la testa da un’altra parte. Ma far bene può essere utile

9



La Fiorentina arriva a Torino per sfidare Cristiano Ronaldo. Testa già a Bergamo, ma fare una brutta figura stasera aumenterebbe solo i problemi

Difficile immaginare un match contro la Juventus più transitorio di quello di oggi. Nella storia non lo è mai stato. Anzi, i due appuntamenti cerchiati di rosso sul calendario sono sempre stati l’andata ed il ritorno contro i bianconeri. Segno dei tempi che cambiano. Adesso la partita contro la Juventus conta il giusto. Anzi, niente. O quasi. Già, perché trovare motivo d’interesse non è semplice, ma è pur sempre giusto provare a farlo. Gli incalliti della storica rivalità diranno che non è bello farsi festeggiare in faccia l’ottavo Scudetto consecutivo. Vero, anche se a Torino (nel caso arrivi almeno un pareggio per la squadra di Allegri) i fuochi d’artificio non ci saranno. L’assuefazione al titolo e la recentissima beffa Champions non lasciano presagire grande voglia di festeggiare, nonostante l’appello di Allegri in conferenza stampa. Eppure, fare uno sgambetto alla Vecchia Signora avrebbe sempre il suo fascino, anche se sei decimo in classifica ed a livello di punti ti ha già doppiato da un pezzo.

E poi c’è l’aspetto più importante, quello che guarda all’altra partita. Quella che conta davvero. Arrivarci dopo una scoppola non farebbe bene al morale, già piuttosto sotto i tacchetti dei giocatori viola. Viceversa, arrivarci dopo una prova gagliarda allo Stadium aumenterebbe, almeno un po’, l’autostima. E’ questa la chiave di volta. Il tasto su cui batte da giorni Vincenzo Montella. E’ vero che il campionato è ormai andato, ma la partita di Coppa Italia la si comincia a preparare (bene) già oggi.

Per questo motivo, alcuni titolari sono destinati a riposare. I giorni per recuperare fisicamente non mancano (rispetto all’andata, stavolta è molto penalizzata l’Atalanta che gioca lunedì sera a Napoli), ma Montella dovrebbe varare comunque un turnover ragionato. Anche perché i problemi di alcuni non sembrano fisici. Staccare un attimo la spina può far bene, per ricaricare le batterie in vista di giovedì sera. Dovrebbe essere il caso di Biraghi, di Gerson e pure di Muriel. Un cambio per reparto, Montella è stato chiaro.

La Fiorentina che dovrebbe disegnarsi sul campo dell’Allianz Stadium prevede Lafont in porta; Milenkovic, Pezzella e Ceccherini in difesa; Chiesa ed Hancko sugli esterni, con Dabo e Benassi ai lati di Veretout. In attacco ci saranno Mirallas e Simeone, con Muriel che dovrebbe partire dalla panchina. A gara in corso, se la condizione fisica dello svizzero lo permetterà, si proverà a dare minuti ad Edimilson, in vista della partita contro l’Atalanta. Lui si, con problemi fisici. Ma Montella, come Pioli, ha capito che può essere fondamentale per rendere più libero Veretout di giocare anche da mezzala. E nelle ultime settimane è stato tenuto a riposo proprio in vista di giovedì. Vedremo se sarà stato sufficiente.

9
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
aldo
Ospite
aldo

Con qualche innesto giovane che porti freschezza (tipo Beloko) a centrocampo, Hancko al posto di Biraghi e Vlahovic per Muriel, ce la possiamo giocare. E sarebbe un banco di prova molto importante per i tre rincalzi per capire se ci possiamo contare per il prossimo campionato. In particolare saggerei Beloko prima di farsi dare il pacco incredibile di Diawara da De Laurentis in cambio di Veretout. ma siamo ammattiti? Se fosse vero che si discute di questo scambio, Corvino sarebbe da sollevare subito dal suo incarico senza aspettare un secondo. Dopo gli affari Rasmussen e Traoré, e i vari Norgard,… Leggi altro »

Fabbieviola
Ospite
Fabbieviola

Una bella partita contro la rubentus ( magari una vittoria) alzerebbe il morale in vista dell”atalanta.

ClaudiodaSasso
Tifoso
claudiodasasso

Beffa? La Juve non è stata beffata. La beffa è quando prendi un rigore al 90mo, magari pure dubbio. La Juve è stata distrutta, sotto tutti i punti di vista; gioco, mentalità, forza, ecc. E questo fa parte anche dell’ottavo scudetto consecutivo. Se si vincono otto scudetti consecutivi, non è perché sei forte, ma perché sono gli altri che non valgono nulla. Vincere a scapito degli altri, comprando e ottenendo sempre i migliori giocatori non ti fa essere la più forte come squadra, ma solo come società. Vinceranno il nono, il decimo, ma non vinceranno la Champions. Perché la Champions… Leggi altro »

conte_mascetti
Ospite
conte_mascetti

spero che la societa’ abbia previsto un bel ritiro a milano fino a giovedì………………. per far concentrare i ragazzi sulla partita di giovedì.

PolemicoViola
Ospite
PolemicoViola

Simeone è imposto dai piani alti del Club per via di clausole contrattuali, altrimenti non si spiega lo schierarlo sempre, anche se a volte solo per spezzoni di partita. Dimmi te se si deve sempre giocare con l’handicap… Che roba.

增大网
Ospite

活到老,学到老,认真拜读咯!

io me, Parigi
Ospite
io me, Parigi

icché t’ha’ detto?

Oranje
Ospite
Oranje

Ma perché testa da un’altra parte? Se la testa non sarà al posto giusto, sarà ennesima figura de m… Basta.

Abbozzala
Ospite
Abbozzala

E si va a prenderli in giro per l Ajax, fine.

Articolo precedenteLa giornata viola: il riassunto
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI