Difensori nel mirino: Vidic-Kaboul-Musacchio-Heitinga

    0



    Vidic e KaboulUn difensore per Vincenzo Montella. Indipendentemente da quello che accadrà a Roncaglia, per il quale, entro la fine dell’anno è attesa l’offerta vera e concreta dello Zenit. Sì, la Fiorentina, anche se in punta di piedi, starebbe cercando di accontentare l’allenatore che in attesa del mercato di gennaio, ha indicato al club quali sono le priorità d’intervento per rendere la squadra ancora più forte. E parlando di difensori, ecco un piccolo riepilogo dei quattro contatti che Pradè e Macia hanno avuto nelle scorse settimane. Si è guardato soprattutto a giocatori con il contratto in scadenza nel giugno 2014 e quindi più facili da ingaggiare, nonostante il valore di mercato rimanga attualmente molto importante.

    Mateo Musacchio, baby fenomento del Villarreal, è il difensore con il quale Eduardo Macia ha avuto modo di confrontarsi grazie anche alla mediazione degli ex compagni di squadra in giallo, Borja Valero, Rossi e Gonzalo. Musacchio ha fatto sapere di essere molto soddisfatto dell’interessamento dei viola. Un particolare prezioso, questo, per avviare una buona trattativa. Quindi i riflettori della Fiorentina sono stati puntati soprattutto sul campionato inglese. Qui ci sono almeno tre big (destinati a cambiare maglia) che Montella sarebbe pronto ad accogliere a braccia aperte. Dal Manchester United si svincolerà, Nemanja Vidic. Il difensore, sia chiaro, è abbordabile solo nel caso non rinnovi il suo contratto, altrimenti il prezzo del suo cartellino potrebbe tornare ai valori della scorsa estate: 15 milioni di euro. Attenzione a Yonnes Kaboul del Tottenham, altro pezzo pregiato che la Fiorentina ha seguito con attenzione e del quale ha chiesto notizie a Franco Baldini, l’ex dirigente giallorosso legato a Daniele Pradè. Per Kaboul il discorso è molto simile a quello relativo a Vidic e anche la valutazione (extra-svincolo) del difensore con passaporto franco-marocchino è di quelle prime fascia: 11 milioni e mezzo. Infine Heitinga. Un nome più volte accostato a quello della Fiorentina. Il ritorno di fiamma firmato Pradè-Macia può essere il preludio a una trattativa concreta. Anche in questo caso la posizione di svincolo può favorire la Fiorentina anche se la concorrenza della Roma è pressante.