Difesa della Fiorentina attesa alla prova Lazio, 2° attacco della Serie A. Sfida elettrizzante, occhio alla fisicità dei biancocelesti

6



La battuta d’arresto di domenica, che ha interrotto la striscia di sei vittorie consecutive, ha fatto storcere la bocca a qualche tifoso, non contento di aver perso due punti contro un’avversaria ben inferiore ai viola. Tuttavia, non si può condannare i ragazzi con eccessivo disfattismo per il pareggio con la SPAL. Come ha ben detto Pioli, la prestazione c’è stata: il calo del secondo tempo è anche figlio del grande sforzo operato dai viola durante la prima frazione; sforzo che ha portato la Fiorentina a costruirsi tantissime palle gol, purtroppo non concretizzate.

Stasera, contro un avversario come la Lazio, servirà sicuramente maggiore freddezza sotto porta. Quel cinismo che la Fiorentina aveva mostrato in ciascuna delle sei vittorie precedenti al pareggio con la SPAL. Occorrerà vedere la grinta di Chiesa per tutti i novanta minuti, supportato dall’infinita generosità di Simeone e dalla classe cristallina di Saponara. Ricky, uscito molto stanco nel secondo tempo con i ferraresi, è in dubbio per la sfida di stasera. Tuttavia, è difficile credere che Pioli possa decidere di non schierare dal primo minuto un giocatore nelle ultime settimane così determinante, in un match così complicato. A maggior ragione se consideriamo che, con l’assenza di Badelj, è diventato lui il regista della Fiorentina; quello da cui partono tutte le azioni più pericolose dei gigliati, sebbene giochi in una zona di campo più avanzata.

Sebbene la prova dell’attacco sarà molto importante, visto che la Lazio ha nella solidità difensiva il proprio tallone d’Achille (decima difesa della Serie A con 40 reti subite), il vero banco di prova lo dovranno affrontare i difensori gigliati. Contro il secondo miglior attacco della Serie A, Sportiello, Milenkovic, Pezzella e Hugo sono chiamati ad una super prestazione per arginare una squadra che fa dell’aggressività e della fisicità il suo punto di forza, e che ha in rosa il capocannoniere della Serie A Immobile, anche se la sua presenza stasera è ancora in dubbio.

Non solo i difensori in senso stretto, bensì tutta la fase difensiva viola dovrà essere molto attenta. Senza dimenticare la necessaria accortezza nella fase di possesso basso del pallone, considerando il pressing aggressivo che la squadra di Inzaghi è solita portare agli avversari. I centrocampisti della Fiorentina saranno chiamati a dover resistere ad un centrocampo molto fisico come quello della Lazio, limitando la classe dei due trequartisti Luis Alberto e Milinkovic-Savic, del quale a Firenze si vuol sentir parlare il meno possibile. Ci si augura, insomma, che Benassi, dal rendimento alquanto altalenante in stagione, possa vivere una giornata sì. Che Veretout riesca nell’arduo compito di sostituire Badelj, seppur con caratteristiche diverse, senza perdere in efficienza.

Infine, ci si augura che Dabo continui ad essere la sorpresa di questa fase del campionato della Fiorentina. Già, perché anche con la SPAL Bryan è stato tra i migliori in campo; dimostrando, oltre alle innate doti fisiche, anche una grande abilità nello sporcare le linee di passaggio avversarie ed una crescita nell’intesa con i propri compagni. Nella partita d’andata e nel match di Coppa Italia il centrocampo della Fiorentina ha sofferto molto la fisicità e l’aggressività dei laziali. Ecco allora che Dabo potrebbe essere una freccia in più nell’arco di Stefano Pioli per controbattere ai punti di forza dei biancocelesti.

La sfida è elettrizzante: sebbene i viola partano sfavoriti sulla carta, la partita è aperta ad ogni risultato. Uscire dal campo con un’altra bella prestazione darebbe ulteriore consapevolezza nei propri mezzi a questi ragazzi, mentre per la lotta Europa League sarebbe importante non perdere questa partita, anche a costo di giocare male. Perché non riuscire in entrambe le cose?

 

6
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Frunky69
Tifoso
frunky69

Come fisicità i nostri non sono più secondi a nessuno. Dopo anni (decenni?) nei quali siamo stati squadra di mammolette bravine tecnicamente, ci troviamo quasi senza essersene accorti una squadra di marcantoni niente male…..tutte bestie di un metro e novanta, fortissimi di testa e non male tecnicamente… anche piuttosto rapidi…. non sarà un caso che gli avversari dietro ci fanno il solletico da tempo….

Mah...
Tifoso
Mah

Stasera la vedo durissima, è stato già quasi un miracolo vincere contro la roma, ripetere il risultato anche con la lazio sarebbe bello ma ripeto, difficilissimo…speriamo solo di non dover rimpiangere il pareggio con la spal a fine campionato…

Viola Carminio
Ospite
Viola Carminio

Fisicità? perché Milincovic, Pezzella , Hugo e Dabo sono signorine di buona famiglia? Coraggio, La nostra fase difensiva è molto superiore alla loro. Se stiamo indietro a fare densità e ordine, poi ripartiamo e li facciamo secchi… con Simeone e… e… e…. e chi !????? dai signor Pioli, faccia la grazia, risolva in qualche modo questo assillante e annoso problema!

Sinapsilondon
Tifoso
Sinapsi London

La vedo dura obiettivamente, anche sabato a Sassuolo, il ciclo post Davide temo sia terminato FORZA RAGAZZI FORZA VIOLA SEMPRE

Raffaele
Ospite
Raffaele

Ma i laziali sprizzano energie da tutti i pori?

Fantagrullo
Ospite
Fantagrullo

Purtroppo sì

Articolo precedenteSerie A, poker dell’Inter al Cagliari. Nerazzurri momentaneamente al terzo posto in classifica
Articolo successivoQuotidiani: la prima pagina di Qs, Stadio, Gazzetta, Corriere dello Sport, Tuttosport
CONDIVIDI