Diniz a FI.IT: “Pedro per alcune caratteristiche somiglia a Lewandowski. Ha tutto per imporsi in Italia”

21



Le dichiarazioni in esclusiva dell’ex allenatore del Fluminense sul nuovo centravanti brasiliano della Fiorentina

Dopo che lunedì si era sottoposto alle visite mediche a Roma, nelle prossime ore Pedro raggiungerà per la prima volta Firenze per unirsi ai suoi nuovi compagni e mettersi a disposizione di Vincenzo Montella. L’attaccante brasiliano arriva dal Fluminense per una cifra vicina ai 15 milioni di euro e va a completare il roster di prime punte della Fiorentina, composto al momento da Vlahovic e Boateng. Per saperne di più sulle sue caratteristiche e sulle sue condizioni fisiche, Fiorentina.it ha contattato Fernando Diniz, allenatore del Fluminense da dicembre 2018 al 19 agosto scorso. Queste le sue dichiarazioni rilasciate in esclusiva ai nostri microfoni:
Lei che lo ha allenato negli ultimi mesi, quali sono le condizioni fisiche di Pedro?
“Sta molto bene, ha completamente recuperato dall’infortunio. È un giocatore molto forte, con grandi abilità tecniche e che trova il gol con grande facilità”.
Ha avuto però la sua migliore stagione l’anno scorso. Quest’anno ha faticato di più, andando in rete solo cinque volte…
“È normale. Si è infortunato e sta pian piano ritrovando la forma migliore, ma è solo una questione di tempo. Penso che in Europa avrà la possibilità di crescere tanto. Ha tutte le qualità per fare bene. Per quanto riguarda i gol ha continuato a migliorare pur dovendo riadattarsi dopo l’infortunio. È un giocatore molto intelligente e a tutto per far bene a Firenze”.
Crede sia pronto per giocare in Europa?
“Tutti i giocatori brasiliani che vanno in Europa hanno bisogno di un periodo di adattamento. Così sarà anche per Pedro. Lui inoltre è in un periodo di ripresa dall’infortunio al ginocchio. Ma penso che crescerà velocemente in Italia: ha tutto per imporsi”.
Quali sono le caratteristiche di Pedro?
“Pedro è un giocatore d’area, molto intelligente. Ha una grande abilità realizzativa e gioca bene spalle alla porta, il che gli permette di aiutare e favorire anche in compagni in fase offensiva: non tanto fuori dall’area, quanto più vicino alla porta tipo pivot. Non abbandona molto l’area di rigore, non ha una grande mobilità ma la sua abilità di intercambiarsi con gli altri giocatori offensivi è buona. È in grado di costruire occasioni per sé stesso e gli altri, un po’ come Lewandowski, un altro giocatore che come lui ama giocare molto all’interno dell’area”.
Qual è il modulo che esalta maggiormente le sue caratteristiche?
Può giocare sia come unica punta o con un compagno di reparto. Come dicevo è molto intelligente nel ricevere palla spalle alla porta. Se gioca in un sistema con due ali che si sovrappongono continuamente e che mettono palloni in area può fare la differenza”.
In cosa deve migliorare?
“Pedro crescerà tatticamente in Italia. Imparerà a migliorare le sue giocate senza palla in fase difensiva, e ad essere più attivo nella marcatura e nel pressing. Crescerà anche la sua mobilità: è un giocatore molto intelligente e sono sicuro che si adatterà al gioco italiano”.
Fuori dal campo che ragazzo è?
Pedro ha una personalità più simile a quella europea. Non è il classico giocatore brasiliano proveniente da una famiglia disagiata e appartenente a un ceto sociale basso. È di buona famiglia, i suoi genitori gli sono sempre stati vicino, ha studiato e quindi ha anche ottime capacità di apprendimento. Sa perfettamente cosa succede nel mondo. Quindi penso che fuori dal campo saprà adattarsi molto facilmente. È un giocatore che non ha mai causato problemi quindi ha tutto per avere successo. Come uomo Pedro è completamente diverso dalla maggior parte dei giocatori brasiliani”.

21
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Pieras77
Tifoso
Chris Pieracci

A me mi garba assai… 🙂 SFV

LEMAC
Ospite
LEMAC

ANCHE PEPITO ROSSI AVEVA RECUPERATO INFATTI GIOCAVA BENE MA PEPITO SI CONOSCEVA BENE….
INVECE PEDRITO CHI LO CONOSCE?

Oriundo
Ospite
Oriundo

Sì , anch’io , PER ALCUNE CARATTERISTICHE, assomiglio a Rocco Siffredi, sul serio. Me lo dicono tutti.
Però , solo per ALCUNE caratteristiche, per altre no, proprio no.

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

bene perdiana

Dandy
Ospite
Dandy

Ma per favore! Deve ancora cominciare a giocare e leggo (i giornalisti ci sguazzano) paragoni con Lewandosky, Ibra, Bati. Ma fatela finita. Questo ragazzone deve solo correre, correre, allenarsi tanto e quando gioca uscire con la maglia da strizzare. Se sarà un campione, gioiremo tutti

Sandro
Ospite
Sandro

Anche a me ricorda qualcuno, un milanista olandese dei primi anni novanta Van ……… Meglio non pronunciarlo.
Ovviamente si scherza, al nostro Pedro gli auguriamo un futuro radioso e che ci faccia innamorare delle sue giocate in viola.

Unico9
Member
unico9

BASTA PARAGONARE GIOCATORI CON ALTRI GIOCATORI. pedro è pedro, e se ci garba gli si fa un coro con la canzone della carrà, e se un ci garba vorrà dire che fa caà. è forte? bene, che ce lo dimostri. idem tutti gli altri

VendettaViola
Ospite
VendettaViola

Ma qualcuno lo ha visto giocare? È veramente forte. Gran colpo di Pradè!

Ginodalbauledellanonna
Ospite
Ginodalbauledellanonna

Anch’io quando uso il pitale assomiglio a Lewandowsky!

tomcat
Ospite
tomcat

Secondo me a Chiesa farebbe bene un po’ di panchina, magari una mezz’oretta…

Articolo precedenteMinotti: “Chiesa ha passato un’estate complicata. Immagino che con la Fiorentina dovrà trattare il rinnovo”
Articolo successivoArgentina-Cile termina 0-0: Pezzella rimane in panchina per tutta la partita
CONDIVIDI