Diritti tv, mercoledì la sentenza definitiva. Fasce orarie e abbonamenti: ecco i rebus

Di Qs-La Nazione

10



Come si potrà vedere il calcio in tv dalla prossima stagione lo si saprà solamente mercoledì sera quando la Lega serie A assegnerà i diritti televisivi del triennio 2018-2021 (contando finalmente di incassare 1.1 miliardi di euro a stagione) dopo un anno tormentato, fra bandi a vuoto e l’accordo naufragato con Mediapro.

Venerdì c’è stata la pubblicazione dei pacchetti (tre e per fasce orarie), una vera e propria rivoluzione, soprattutto perché per il calcio in chiaro e gli highlight, bisognerà aspettare – a meno di modifiche in extremis – le 22 della domenica, tranne che per le finestre informative: un’innovazione che sulla carta significherebbe la fine di trasmissioni cult come ‘90 Minuto’ (la Rai che ha invitato la Lega di Serie A a «un urgente ripensamento»).

Non è escluso che da qui al 13 giugno vengano apportate modifiche. Anche perché c’è un fronte di presidenti che continua a pensare che la soluzione migliore sia quella di Mediapro e del canale Lega e sarebbero pronti a dare battaglia per evitare monopoli. Entro mercoledì alle 11, intanto, devono essere depositate le eventuali offerte di Sky, Mediapro, Mediaset, Tim, Perform e Italia Way. A quanto si apprende, almeno per la trasmissione in chiaro, il pubblico delle tv generaliste potrà vedere tutti gol della giornata all’interno degli spazi informativi. Inoltre la Lega Serie A ha creato un pacchetto non esclusivo – ancora in fase di finalizzazione e non offerto nel bando di venerdì – per più operatori, che potranno mostrare, al termine del week end sportivo, le sintesi di tutte le gare dalle ore 22 della domenica. Con la non esclusività di questo pacchetto – secondo le intenzioni della Lega – si moltiplicano le scelte per il pubblico generalista, con la possibilità di avere più operatori in chiaro che possano servire i consumatori e creare un proprio prodotto.

Inoltre è confermato il «digital basic», che permette di trasmettere sul web e su wireless per reti mobili gli highlights appena 3 ore dopo il fischio finale. L’altro nodo emerso è quello della possibile necessità per l’utente di dover sottoscrivere almeno due abbonamenti per poter guardare tutte le dirette. Con la pubblicazione dei pacchetti si è passati dalla vendita esclusiva per piattaforma (sat, digitale, Internet) a una modalità a prodotto dove – si apprende – l’utente può vedere le partite acquistate su tutte le piattaforme messe a disposizione dal broadcaster.

Questa novità – con cui la Lega Serie A si allinea alle altre leghe europee – avrebbe il vantaggio di rispondere alle esigenze dei consumatori di fruire dei contenuti su diversi apparecchi e in mobilità. Inoltre – si apprende – la Lega Serie A, per tutelare l’interesse dei tifosi, ha inserito il più ampio diritto di ritrasmissione (Wholesale) e cioè la possibilità per ciascun soggetto che detiene i diritti di poter ritrasmettere (con accordi tra le parti) il proprio palinsesto sulla piattaforma degli altri assegnatari, rendendo così possibile l’acquisto – per il consumatore – di un unico abbonamento.

10
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Gaesill
Ospite
Gaesill

Io, e penso molti altri come me non rinnovero’ l’abbonamento perché non ci capisco più niente. Vorrei che tanti facessero così perché per questi il tifoso è solo un pollo da spennare e sperano solo nella sua calcio dipendenza per far quadrare (ammesso che sia possibile…) i loro bilanci. Che nostalgia dei tempi di TUTTI IL CALCIO MINUTO PER MINUTO

www.casaccaviola.com
Ospite
www.casaccaviola.com

Se non rifanno alla svelta lo stadio con questa nuova organizzazione tv allo stadio ci verrà ancora meno gente … purtroppo il calcio che tanto ci ha fatto godere negli anni 80-90 è praticamente terminato ..: AS compro vecchie maglie Fiorentina e altre squadre contattami ad [email protected]

Assenzioviola
Tifoso
Assenzioviola

Io confido che Sundas riuscirà a accaparrarsi tutte le partite della viola per poi trasmetterle su Telemetto a 3 euri al mese con sconto del 50 per cento per i lenzuolai

fagiano
Ospite
fagiano

Tanto ci saranno sempre masse di PECORONI (Specialmente a firenze) pronti a farsi 3,4,5 abbonamenti TV!

Gio
Ospite
Gio

Farsi tre abbonamenti per vedere una squadra. Chissà se ci saranno dementi che si faranno tre abbonamenti.
Ma non tutto il male vien per nuocere.
Speriamo che questo sia il primo passetto per sgonfiare la bolla sulla quale poggia questo sistema malato un tempo noto come calcio.

Andreappp
Ospite
Andreappp

La colpa è nostra , se nessuno vi facciamo l’abbonamento VOI ANDATE A LAVORARE IN FABBRICA A 1000 AL MESE , MALEDETTI TRUFFATORI!!!!

Gangia81
Ospite
Gangia81

Ma di che cazzo stai parlando? Guarda che non è obbligatorio guardare il calcio. Se non ti va bene guarda qualcosa di diverso e non stare fisso in un sito di calcio.

riccardo incisa
Ospite
riccardo incisa

e allora poi non lamentiamoci se il sistema cerchera’ sempre di mettercelo nel di dietro in tutti campi non solo in quello calcistico

Andreappp
Ospite
Andreappp

Se non capisci vai a fare una visita da UNO BRAVO ….. COYOTE !!!

gangia81
Ospite
gangia81

L’unico che non capisce qui sei te. Stai a lamentarti su un sito di calcio di quanto fa schifo il calcio. Te ne rendi conto di come sei messo? Io lo seguo finché mi va di farlo. Quando lo giudicherò troppo corrotto o schifoso smetterò e la vita continuerà ma non mi vado a lamentare su un sito per un passatempo che SCELGO di avere perché sennò mi dò del coglione da solo.

Articolo precedentePer Pulgar il Bologna non fa sconti: 13 milioni
Articolo successivoObiettivi, Monetti protagonista in negativo nella finale del campionato colombiano (VIDEO)
CONDIVIDI