Diritti tv, si aprono le buste: da Sky a Vivendi, sfida accesa sulla Serie A

di Marco Iaria - La Gazzetta dello Sport

10



Oggi alle 10 scade il termine per presentare le offerte per i diritti tv delle dirette del campionato di Serie A 2018-21. Subito dopo in Lega, alla presenza di un notaio, verranno aperte le buste e alle 14 comincerà l’assemblea dei club che esaminerà il tutto, dopo le verifiche del caso, e potrebbe assegnare nella stessa seduta i diritti in questione. Ma bisognerà vedere se arriveranno risposte soddisfacenti dal mercato. La Lega, supportata dall’advisor Infront, può riservarsi di rifare il bando in caso di offerte al di sotto della base d’asta su uno o più pacchetti.

I pacchetti in questione (oltre ai diritti accessori) sono i seguenti: A per il satellite (200 milioni base d’asta, 8 squadre tra cui Juve, Milan, Inter e Napoli); B per il digitale terrestre (200 milioni, 8 squadre tra cui Juve, Milan, Inter e Napoli); C1 per il web (100 milioni, 4 squadre tra cui Juve e Napoli); C2 per il web (100 milioni, 4 squadre tra cui Milan e Inter); D multipiattaforma (400 milioni, 12 squadre in esclusiva tra cui Roma, Fiorentina, Lazio, Torino). Ci sono tante incognite ma di sicuro Sky proverà a fare il colpo assicurandosi tutto il campionato, e quindi i pacchetti A e D, beneficiando di una maggiore esclusiva rispetto ai cicli precedenti. Mediaset nei giorni scorsi ha presentato un esposto all’Antitrust (che si è riservata di decidere successivamente) chiedendo la riformulazione del bando. Nel frattempo potrebbe comunque fare un’offerta per il digitale terrestre e le partite di Juve, Milan, Inter e Napoli. Di recente ha drizzato le antenne Vivendi, che è allo stesso tempo azionista di Mediaset e controllante di Telecom. In che modo potrebbe partecipare all’asta? Autonomamente o in alleanza con una delle due aziende, magari sigillando un armistizio con Berlusconi? Sul web, oltre a Telecom, si era vociferato il possibile interesse di Amazon e Perform, tutto da verificare. Oggi le carte saranno scoperte.

10
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Vercuronio
Tifoso
Noble Member

io vado allo stadio, sottoscriverò l’abbonamento al Comunale di Firenze (è dal campionato 77/78 che sono fedele alla viola), di ascoltare i giornalisti tarocchi e i commenti degli ospiti prezzolati non mi interessa. Le TV (sky, mediaset, etc.) possono andare in quel paesello della canzone di A. Sordi. Non mi interessa. In casa vado al Comunale, in trasferta la seguo su fi.it
FORZA VIOLA SEMPRE E OVUNQUE.
TUTTI UNITI INSIEME AVANZEREM
COME UN’ONDA CHE..
NON SI FERMERAAAÀ’
NOSTRO SCOPO E’ VINCERE CON TE
FORZA VIOLA ALÉ’
SEMPRE INSIEME A TEEE…

fagiano
Ospite
fagiano

ONORE A TE, TIFOSO VERO!!!

birillo
Ospite
birillo

Fonte Ansa: Il cda di Mediaset ha deciso di “non presentare alcuna offerta all’asta” per i diritti tv di Seria A 2018-2021. Lo si legge in una nota in cui si definisce “inaccettabile il bando che ” penalizza gran parte dei tifosi italiani”. Anche Tim, così come Mediaset, non ha presentato offerte per la gara dei diritti tv del calcio di Serie A

fagiano
Ospite
fagiano

ah ecco ora che è tutto carissimo (per loro) si parla di penalizzazione dei tifosi ecc… quando per loro non era caro e spendevano e spandevano non si preoccupanvano della penalizazione eh… ANDATE TUTTI A QUEL PAESE, NOI TUTTI ALLO STADIO !!!!!!!!!

Vercuronio
Tifoso
Noble Member

per la Fiorentina esima in campionato, fuori dalle competizioni europee, le briciole.
Perché ci sia ritorno di soldi occorre investire, creare squadre forti capaci di competere negli stadi più importanti, che hanno la massima visibilità, da qui sponsor, televisioni, merchandising, giornali che siano a favore…. però occorre uno sforzo iniziale e non un mezzo tentativo, un quasi come se fosse…

polpo
Ospite
polpo

La ripiani te la differenza di risorse che c’è fra la Fiorentina e la maggiori squadre italiane come Juventus, Milan Inter e Roma?

_Gab_
Tifoso
GaB

Oh polpo ma che tu blateri? Giarda che le società come ha detto bene Vercuronio possono crescere…ti faccio un esempio:Il Napoli. Il Napoli quando é tornato in serie A aveva molte meno risorse economiche della fiorentina,eppure in 10 anni ci ha raggiunti superati e staccati in fatto di ricavi.ti domandi come mai? Te lo dico io..il napoli ha fatto lo sforzo iniziale di prendere Cavani dal palermo per 17 milioni e rivendendolo per 70 e con quei soldi ha comprato albiol callejon e higuain rispendendo TUTTI i soldi incassati…l anno scorso ha venduto higuin per 90 milioni. È. Cosi che… Leggi altro »

fagiano
Ospite
fagiano

si ma amico… HA VENDUTO. TUTTI gi anni VENDE il MEGLIO pezzo…. a Firenze come reagirebbe la “piazza” ????? suvvia…

contailpelo
Ospite
contailpelo

proprio un ce la fanno è piu forte di loro! si potrebbe imitare il NAPOLI. ma non lo faranno perche loro hanno il CMM (consolidato metodo marchigiano) tradotto ….io non spendo un centesimo poi si vede!….

Vercuronio
Tifoso
Noble Member

allora è inutile stare qui a parlare, scrivere e bestemmiare contro i della valle. Se vogliamo una società stile genoa che arranca fra la metà classifica e la salvezza e, al limite potrebbe andare anche bene, basta esser chiari. A me piace vedere il viola all’ Allianz Arerna, al Bernabeu, al Parc des Princes, ma con gente come te che si limita a dire “ci pensi te a…. gnengne -gnegngne” non andremo mai avanti e mai ci sarà un miglioramento. Il tifoso deve sognare la miglior squadra e il miglior obbiettivo stagionale. Punto non ci sono se e non ci… Leggi altro »

Articolo precedenteFiorentina, presto una serie di incontri con Nardella per lo stadio
Articolo successivoZenit, Mancini guarda verso Firenze: nel mirino c’è Badelj
CONDIVIDI