Diritti tv: verso asta Rai-Mediaset per Coppa Italia e Supercoppa Italiana

0



Si profila una sfida fra Rai e Mediaset nell’asta nazionale per i diritti tv della coppa Italia e della Supercoppa italiana, tradizionalmente trasmesse in chiaro e in esclusiva dalla tv di Stato. La commissione diritti tv della Lega Serie A oggi ha messo a punto gli ultimi dettagli del bando per il triennio 2018-21, che verrà approvato nell’assemblea dei club di giovedì prossimo, quando verranno stabiliti anche i prezzi minimi, e pubblicato l’indomani.

Al termine delle trattative private, la Rai aveva pagato i diritti del triennio scorso circa 22 milioni di euro a stagione, e la Lega conta di aumentare i ricavi, ottenendo circa 50 milioni di euro all’anno fra il bando per l’Italia e quello per l’estero. Domenica prossima scade invece il termine per la presentazione delle offerte per i diritti tv del campionato, rivenduti dall’intermediario indipendente Mediapro, che entro il 26 aprile deve presentare la fideiussione da 1,2 miliardi di euro.

Quel giorno si capirà se il piano spagnolo ha funzionato o se si apriranno nuovi scenari, come il tentativo di allestire in pochi mesi un canale tematico della Lega. Nei giorni scorsi Sky ha fatto sapere di essere al lavoro su un’offerta “importante”, che difficilmente si limiterà alla piattaforma satellitare, mentre Mediaset ha definito il proprio approccio “opportunistico”, e potrebbe concentrarsi su prodotti in chiaro come appunto la coppa Italia. Mediapro conta di coinvolgere anche gli operatori Ott, che trasmettono on demand su Internet, e almeno un operatore delle telecomunicazioni, con Tim che ha espresso il proprio interesse. E’ invece tutt’altro che scontato il rinnovo fra la Lega Serie A e la compagnia telefonica, da vent’anni title sponsor del campionato: si lavora anche su sponsorizzazioni alternative.

Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
Notifica di
Articolo precedenteSpal, Semplici a Firenze con diversi problemi di formazione
Articolo successivoTommasi: “Si parla di arbitri solo quando si perde, lo dice uno che ha conosciuto Byron Moreno”
CONDIVIDI