Domenica la Spal: dopo il bel gioco, Semplici cerca punti per la salvezza

3



Contro Torino e Atalanta i ferraresi hanno giocato bene, ma raccolto poco. Ora la classifica si fa pericolosa: caccia ai punti salvezza contro i viola.

La Spal si guarda allo specchio, si vede bella ma non le basta. La partita di Bergamo si è consumata sull’altare dell’illusione, a vincere è stata la maggior qualità dell’Atalanta. Consola l’ennesimo gol di Petagna, l’ottavo stagionale; ma tra la sfida casalinga contro il Torino e la trasferta di Bergamo Semplici deve fare i conti con un’amara realtà che vuole la Spal raccogliere meno di quello che ha seminato. Un solo punto, potevano essere due, se non addirittura quattro. Così scrive Il Corriere dello Sport.

PUNTI PERSI. I rimpianti sono concreti. La Spal ha cominciato il 2019 con il piglio giusto, facendo seguire al pari al Mazza nel derby col Bologna la vittoria scacciacrisi di Parma, ma mancando poi il salto di qualità, cioè la capacità di tirarsi subito fuori dai guai mentre lì dietro ci si dava battaglia. Ora la classifica – nella zona retrocessione – si è compressa. E nessuno può chiamarsi fuori. Dai ventidue punti della Spal ai sedici del Frosinone, ci stanno dentro sei squadre e – presumibilmente – due di loro alla fine accompagneranno quel Chievo a cui – al momento attuale – risulta davvero difficile credere nella salvezza.
 
ORA LA FIORENTINA. La partita al Mazza contro la Fiorentina – domenica all’ora di pranzo – si presenta dunque come un bivio stagionale, che bisogna affrontare con la massima concentrazione. Il rischio è quello di vedere incrinarsi le certezze fin qui conquistate. Certezze anche a livello tattico: la Spal infatti ha trovato un nuovo regista, quel Missiroli che Semplici all’inizio utilizzava come mezzala e che invece – contro Toro e Atalanta – ha voluto testare da perno della manovra. Con risultati, tra l’altro, decisamente apprezzabili. Missiroli, però, sarà squalificato domenica. 

OCCHIO AGLI INSERIMENTI. La Spal ha segnato sette degli ultimi nove gol in campionato di testa (compreso l’ultimo di Petagna contro l’Atalanta), a dimostrazione che certe situazioni studiate a tavolino possono prendere forma con frequenza se vengono assorbite dai giocatori. L’ultima vittoria in casa per la Spal è datata 17 settembre 2018. Due a zero all’Atalanta, doppietta di Petagna.

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Marione
Ospite
Marione

Un intero girone che non vincono in casa. Mi raccomando non facciamo noi la croce rossa!!

l'etrusco
Ospite
l'etrusco

occhio… che questo è uno dei migliori allenatori in circolazione

Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

è una delle tante scommesse perse dai dirigenti viola … l’anno passato dovevamo prenderlo….

Articolo precedenteDall’Argentina: infortunio di Pezzella tegola anche per Scaloni. Salterà la Nazionale
Articolo successivoLinari: “La Fiorentina Women’s vuole tornare a vincere e portare Firenze in alto”
CONDIVIDI