Dopo il ko: ironia e amarezza, i tifosi viola si sfogano sul web

    0



    pizarro cagliariTra ironia e amarezza, perché tra gli arbitri con le loro decisioni (sei punti in meno), le ingenuità  commesse dai viola e pure la sfortuna, i tifosi a vedere il bicchieri mezzo pieno non ce la fanno proprio. Cercano di sorridere, pensando allo scivolone del Napoli, ma alla fine è più la rabbia per non essere riusciti a rosicchiare nemmeno un punto che altro. Il muro virtuale del web si riempie di messaggi col passare delle ore. Giuseppe scrive: «Possiamo rallegrarci del ko della squadra di Benitez ma non dimentichiamoci della penosa gara giocata a Cagliari. Montella impari da Reja e ogni tanto si affidi ai giovani lasciando i presunti campioni in tribuna». Yoy, poco dopo, getta acqua sul fuoco:«Poso l’ascia della polemica e torno a sorridere», scrive -, mentre Sempreviola punta l’attenzione sul pronto rientro a disposizione di Mario Gomez: «Con la squadra al (quasi) completo ci sarà da divertirsi». Di certo, al di là  del mal comune mezzo gaudio, nessuno si è pianto addosso. Il calendario, in qualche modo, ha aiutato ad asciugarsi subito le lacrime sul viso.
    C’è una finale di Coppa Italia da conquistare, un’Udinese fresca di successo sul Bologna da battere in quello che per i viola, dall’arrivo in panchina di Guidolin, si è trasformato in un fortino stregato, il Friuli, e nessuno intende perdere di vista l’obiettivo.
    C’è da regalare a Pepito Rossi la possibilità  di tornare in campo proprio per giocarsi il primo trofeo dell’era Della Valle e la Fiorentina è¨ pronta. La rabbia, sabato sera, era grande anche tra i giocatori. Non tanto per la sconfitta, quanto per la genesi della gara.
    Ieri, qualche sorriso in più ci sarà  stato sicuramente, ma senza sarcasmo. Perché perdere la concentrazione adesso significherebbe gettare al vento quanto di straordinario portato avanti fino ad oggi pur tra mille difficoltà . I tifosi viola continuano a crederci, anche se il dilemma è sempre lo stesso: «Già  un anno fa siamo stati costretti a rinunciare alla possibilità  di giocarci la Champions per un punto: che vogliamo fare il bis?». A Udine ci saranno i soliti immancabili aficionados: Firenze si metterà  al seguito della squadra.
    I pullman organizzati dal Centro di Coordinamento partiranno alle 13.30 di domani dallo stadio, chi viaggerà  in macchina si metterà  in strada subito dopo.