Dragowski: il futuro del polacco è ancora in dubbio. Ma se partirà sarà dato solo in prestito

6



Il futuro del portiere polacco della Fiorentina Dragowski è ancora in dubbio. Nel caso in cui non si trovasse un vice Lafont all’altezza potrebbe anche restare

Il futuro del giovane portiere polacco Bartlomiej Dragowski non è ancora stato scritto in casa Fiorentina. Secondo quanto riporta La Nazione, il classe 1997 sarà mandato via, e solamente in prestito, solamente nel caso in cui la Fiorentina dovesse riuscire a trovare una riserva considerata migliore del polacco per Lafont.

6
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Uscita Canili
Ospite
Uscita Canili

senza polemica,
ma trovare una riserva migliore del polacco non dovrebbe essere cosi’ difficile

Padania libera
Ospite
Padania libera

Secondo me andrebbe ” picchiato in testa ” a chi lo ha comprato.

Fabiano
Ospite
Fabiano

È il solito che ha preso Lafont

(Di nuovo Ex) Tifoso
Ospite
(Di nuovo Ex) Tifoso

Ma in prestito perché?!? Abbiamo Lafont e Cerofolini che hanno 19 anni, che ce ne facciamo di un portiere 21enne che forse, dico forse, potrà in futuro diventare decente e che attualmente è una barzelletta (credo non abbia mai preso una conclusione nello specchio) con oceani di papere tra prima squadra e Primavera? Cederlo a titolo definitivo!
Anche perché Dragowsky non rinnoverà mai il contratto!

Cuoreviola
Tifoso
cuoreviola

Drago non è male, ha solo il brutto difetto di non bloccare il pallone ma di farlo rimbalzare a terra e poi prenderlo con le mani. Il che mette a rischio di prendere gol sul rimbalzo come è successo in campionato e come stava per succedere ieri.
Ma sono d’ccordo sul mandarlo a fare esperienza come Cerofolini, sperando che non facciano la fine di Lezzerini.

Domenico, Roma
Ospite
Domenico, Roma

L’ideale riserva per Lafont dovrebbe essere un portiere di esperienza tipo Sorrentino. Dragowsky non corrisponde a un profilo del genere, e andrebbe ‘testato’ mandandolo in prestito in una squadra di bassa serie A/alta serie B, per verificarne il rendimento nella continuità e poi decidere eventualmente tra un paio d’anni, qualora Lafont si trasformasse in una grande plusvalenza, di riprenderlo come titolare.

Articolo precedenteEx viola, Alberto Aquilani potrebbe tornare in Serie A: su di lui il Bologna
Articolo successivoViola in prestito: esordio con gol per Gori con il Foggia. Ma il Catania passa il turno (VIDEO)
CONDIVIDI