Dubbio Kalinic ancora per 48 ore. Tello e Bernardeschi restano in corsia

di Francesca Bandinelli - La Nazione

2



MATIAS VECINO e Carlos Sanchez, titolari in entrambe le gare giocate dalle rispettive nazionali (vittoria con l’Ecuador e sconfitta col Cile per l’uruguaiano, pari con la Roja e sconfitta con l’Argentina per il colombiano) rientreranno in Italia oggi pomeriggio. Si ritroveranno col resto della squadra al centro sportivo per l’allenamento di domani, pronti a mettersi a disposizione di Paulo Sousa. Kalinic, alle prese col recupero dalla lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro sta continuando col lavoro a parte predisposto dallo staff medico della Fiorentina: la sua eventuale disponibilità sarà valutata giorno dopo giorno. Intanto, si pensa già alla squadra con cui scendere in campo al Castellani. Salcedo, il messicano che nella gara vinta contro gli Stati Uniti si è visto sventolare il rosso per doppia ammonizione, è pronto a strappare il posto da titolare ai danni di Tomovic, mentre a sinistra pare in leggero vantaggio Maxi Olivera.

AL CENTRO nessuna incertezza sulla coppia di centrali formata da Gonzalo Rodriguez e Astori. E’ in mezzo al campo che i dubbi non mancano. La tentazione sarebbe quella di proporre una mediana con Vecino e Borja Valero, ma si dovrà aspettare il ritorno dell’uruguaiano che fin qui ha dimostrato di non soffrire più di tanto i voli transoceanici. Badelj, eventualmente, è l’alternativa. Tello e Bernardeschi dovranno spingere sulle corsie laterali, con Ilicic sistemato subito dietro la punta. Se Kalinic non dovesse farcela, anche in considerazione dell’importante ciclo di gare che aspetta la Fiorentina nei prossimi quaranta giorni, ecco che Empoli potrebbe essere l’ultima grande chance per Khouma Babacar.

2
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Tiziano
Ospite
Tiziano

Occhio che l’azzeccagarbugli mette BV falso nueve, tanto abbiamo fior fiore di centrocampisti in grado di fiondarsi in area e segnare; oppure Tomovic centravanti …
Comunque sempre e solo un’unica punta o presunta tale: sia mai che si cominciasse a segnare e a tallonare squadroni titolati zeppi di fuoriclasse come Atalanta e Torino.
Amen

Luigi M
Ospite
Luigi M

Una cosa mi pare evidente, né Olivera né Milic valgolo Pasqual, quindi questa sostituzione Corvino l’ha buttata di fuori. Si continua a ragionare di un solo attaccante di ruolo e con la sterilità in avanti della Viola mi pare una scelta cervellotica.

Articolo precedenteBadelj, non solo Milan: c’è l’Atletico Madrid. E la carta Vrsaljko…
Articolo successivoCorsi accende (di nuovo) il derby. Le battute su Corvino e sui rapporti coi viola…
CONDIVIDI