Due mesi senza Pepito Rossi: rendimento viola disastroso

    0



    Infortunio Rossi Fiorentina-Livorno 05-01-2014In casa viola c’è ancora da assorbire il ko contro la Lazio. Una sconfitta che fa male, perché arrivata al Franchi e soprattutto perché, ancora una volta, è stata sprecata una chance di accorciare sul Napoli, bloccato sull’1-1 a Livorno. Tante le assenze con i biancocelesti, su tutti gli squalificati Borja Valero e Pizarro. Ma si è sentita, ancora una volta, pesantissima la mancanza di Giuseppe Rossi. Un’assenza che, a distanza di due mesi dall’infortunio, si dà quasi per scontata, ma che in realtà pesa in maniera decisiva sulla squadra di Montella. Quattordici gol in 18 partite in campionato per Pepito, fino a quel maledetto 5 gennaio. Capocannoniere in Serie A fino a quest’ultimo fine settimana, quando Tevez, dopo 8 giornate di assenza di Rossi, è balzato in testa alla classifica marcatori. 36 (Trentasei) i punti in campionato in 18 partite per la Fiorentina con Giuseppe Rossi in campo, autore di giocate impressionanti e gol decisivi.

    Otto, invece, le partite di Serie A senza Giuseppe Rossi, assente da due mesi. E qui, i numeri, diventano inquietanti. Perché in queste 8 partite la squadra di Montella ha raccolto appena 9 punti, per una media di 1.12 punti a partita in campionato. Un disastro, rispetto alla media di 2 punti a gara con Pepito in campo (anche se, nel periodo senza il numero 49, i viola sono andati avanti in Coppa Italia ed Europa League). Numeri che certificano il ruolo fondamentale che aveva Rossi nello scacchiere di Montella. Ovvio, dunque, che la prolungata assenza del Fenomeno viola abbia avuto effetti disastrosi sul cammino gigliato, che nel frattempo ha accumulato problemi per quanto riguarda squalifiche, penalizzazioni arbitrali e ritardi di condizione fisica.

    Là davanti, poi, Gomez è rientrato solo da qualche partita (ed è ancora lontano dalla condizione migliore), Ilicic sta cominciando solo adesso ad incidere e Matri, arrivato pochi giorni dopo il crac di Pepito, sta faticando a realizzare e a colpire con continuità dopo la bella doppietta d’esordio. E pensando alla tripla sfida con la Juve alle porte, e a come andò nel match del Franchi del 20 ottobre, un po’ di malinconia viene fuori…

    Intanto, Rossi è ancora negli States per svolgere la fase di recupero dalla lesione al legamento collaterale. A metà marzo (tra il 19 ed il 20) è prevista la visita decisiva ed il ritorno in Italia. Sullo sfondo, il sogno chiamato finale di Coppa Italia (3 o 7 maggio). La Fiorentina lo aspetta a braccia aperte, conscia però che i tempi di recupero sono ancora molto incerti. A due mesi di distanza dall’ultima partita, comunque, ecco il primo dato di fatto: senza Giuseppe Rossi, per la Fiorentina, il cammino diventa complicatissimo…