Durante: “Octavio ha bisogno di tempo, Basanta lo lascerei dov’è. Su Cuadrado…”




    OctavioSabatino Durante, Agente Fifa ed esperto di calcio sudamericano, ha parlato a Radio Blu: “Colombia e Cile per me non sono delle novità. Non so se arrabbiarmi o sorridere, la verità è che lavoro in un mondo provinciale. Ho lottato con i denti per portare in Italia Francisco Silva, doveva andare al Lecce e poi fu ridotto il numero degli extracomunitari. Vi stupite di James Rodriguez, ma lo avevamo portato alla Juventus prima che Bettega ne stracciasse il contratto. Cuadrado? Ha un grandissimo valore, credo che se giocasse da terzino destro varrebbe ancora di più. Sta facendo benissimo, ma da terzino sarebbe uno dei migliori degli ultimi trent’anni. Di fronte ad un giocatore così uno si leva il cappello, mi auguro che rimanga a Firenze perché la Fiorentina mi piace tanto. Se il calcio italiano perde anche Cuadrado possiamo fare anche a meno di andare a guardare le partite. Nel caso dovesse essere ceduto, Pradè e Macia saprebbero come sostituirlo con tanti soldi a disposizione. Octavio? E’ un giovane di prospettiva, va inserito con calma. Può ricoprire più ruoli, ha qualità e quantià. Viene però da un altro pianeta calcistico, è abituato a giocare con il pallone fra i piedi, non va a cercarselo. Ha bisogno di tempo per acquisire una certa mentalità. E’ un giocatore offensivo, ma credo gli si possa insegnare anche un po’ di quantità. Basanta? Io un giocatore come lui lo lascerei volentieri a casa, non mi entusiasma, non ha doti eccellenti. L’ho visto entrare anche ieri, non è nè carne nè pesce. Balanta si, invece, che sarebbe un giocatore eccellente. In quel ruolo lì con 3-4 milioni di euro si prendono giocatori che fanno i titolari ai Mondiali. Mendez? Lasciamolo crescere in pace, il paragone con Tevez è un po’ impegnativo. E’ un ottimo giocatore di prospettiva”.