Egisto Pandolfini: la Fiorentina ha chiesto di giocare col lutto al braccio

7



Oggi contro la Roma la società viola vuol rendere omaggio all’ex giocatore, allenatore e dirigente, scopritore di talenti e campioni

La Fiorentina ha chiesto di giocare oggi con il lutto al braccio per omaggiare Egisto Pandolfini, scomparso ieri all’età 92 anni, proprio alla vigilia della sfida di Coppa Italia fra i viola e la Roma, le due squadre che più hanno segnato la sua carriera di calciatore.

Come ricorda Tuttosport Pandolfini, da allenatore ha lavorato anche nei settori giovanili di Empoli e Fiorentina in cui ha ricoperto a lungo cariche dirigenziali, da ds e talent scout. Fra i tanti giocatori portati a Firenze Mimmo Caso e Salvatore Esposito e ha contribuito pure al lancio di Gabriel Omar Batistuta.

7
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Unavita viola
Ospite
Unavita viola

Grande. Tutti quei giovani lanciati in prima squadra. Vincemmo il campionato e sei giocatori su undici venivano dalla giovanili. Superchi Esposito Ferrante Brizzi Chiarugi Merlo. Allora c’era competenza e coraggio

Henbane
Ospite
Henbane

E più che altro non c’erano i procuratori.

O.G.
Ospite
O.G.

Come minimo! R.I.P. Egisto.

Stripo
Ospite
Stripo

Grande Egisto cuore viola.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

E ‘a Roma, no…!?

contailpelo
Ospite
contailpelo

e ci mancherebbe pure! uno dei giganti della storia gloriosa della FIORENTINA

Lucabilly1963
Tifoso
lucabilly1963

Giustissimo.

Articolo precedenteMuriel una scommessa come Salah, ma questa volta finirà in maniera diversa
Articolo successivoEgisto Pandolfini: domani i funerali a San Martino a Gangalandi
CONDIVIDI