EL, è la Roma che si deve preoccupare. Stadio alla Mercafir, confermate indiscrezione Fi.it

0



Ci sarà quindi la Roma sul cammino della Fiorentina in Europa League. Come dodici mesi fa, quando negli ottavi di finale i viola trovarono la Juventus, anche questa volta un derby italiano. Sicuramente non un sorteggio fortunato, anche per la stessa Roma. Affrontare questa Fiorentina è e sarà un problema per tutte le altre squadre. Non ultima domandare al Tottenham.
In gare di andata e ritorno giocare la prima in casa non è mai sempre la miglior cosa, per la Fiorentina, però, potrebbe essere un vantaggio. Visto il cammino della squadra di Montella lontano dal Franchi. Negli occhi di tutti c’è la vittoria ai primi di febbraio in Coppa Italia all’Olimpico contro la Roma. Mario Gomez, con la sua doppietta, ha portato la Fiorentina in semifinale.
Sarà un marzo e aprile pieno d’impegni, pieno di grandi sfide, dove si deciderà il futuro della stagione. Basti pensare che per arrivare in finale di Coppa Italia e raggiungere i quarti di finale di Europa League la Fiorentina dovrà eliminare Juventus e Roma. Nel mezzo, ci saranno anche le sfide contro Milan, Lazio, Udinese per continuare a lottare anche per un posto Champions. Sarà un periodo molto intenso, dove la squadra giocherà ogni tre o quattro giorni. Servirà l’apporto di tutti i giocatori a disposizione di Montella. Sono tutti obietti nelle corde, nelle possibilità di questa Fiorentina ed è quindi giusto che ci provino senza lasciare nulla al caso. La sensazione è che quest’anno la Fiorentina possa riuscire veramente a fare qualcosa di straordinario, di fantastico.

QUESTIONE STADIO. Come vi avevamo anticipato ieri (LEGGI QUI) la Fiorentina ha fatto sapere al Comune di Firenze (sembrava dovesse uscire un comunicato della società viola ma sulla vicenda ma probabilmente non avverrà), secondo i tempi che erano stati stabiliti dalla Conferenza dei Servizi, di aver scelto la soluzione di passare direttamente al progetto definitivo includendovi le stesse prescrizioni indicate dalla stessa Conferenza dei Servizi. Questo significa che la Fiorentina avrà dodici mesi di tempo per presentare il suo progetto e poi far partire, eventualmente, i lavori.
In tutto questo tempo, però, ci sarà da risolvere la questione di chi e come si accollerà lo spostamento dell’attuale Mercato Ortofrutticolo della Mercafir (con tutte le sue attività e gli stessi lavoratori) in altra zona. Il Comune di Firenze si aspetta che tutto questo se lo accolli la stessa Fiorentina (fare una stima al momento è difficile, ma si parla di una operazione di qualche decina di milioni di euro), la stessa società viola non è d’accordo ma è pronta a mettersi attorno ad un tavolo e discuterne.

La notizia è che comunque la situazione procede in senso positivo e propositivo, le prossime settimane, i prossimi mesi ci diranno come procederà la situazione del nuovo stadio a Firenze.

Autore: Gianni Ceccarelli, Fiorentina.it

Commenta la notizia

avatar
Articolo precedenteFiorentina-Tottenham: guarda le foto nel FOTOALBUM di FI.IT
Articolo successivoQuotidiani: le prime di CdS, Stadio, Gazzetta, Tuttosport
CONDIVIDI