Elezioni FIGC: esce Tommasi, entra Ulivieri. E presto il Governo interverrà sulla giustizia sportiva

11



Le elezioni FIGC si avvicinano. Mentre i candidati fanno i loro calcoli anche il Governo è pronto ad intervenire sulla giustizia sportiva

Come riporta la Gazzetta Dello Sport, esce Tommasi, entra Ulivieri. Il giro d’Italia della campagna elettorale del pallone ha vissuto ieri una tappa importante. Il partito dei «ribelli», quello del 73 per cento, per stessa ammissione/denuncia del leader dei calciatori, «non esiste più». Mentre l’incontro del numero uno degli allenatori con Lega Pro, Lnd e Arbitri, si conclude, parole di un comunicato della Lega Pro, con un «risultato di estrema positività». Morale: la candidatura di Gabriele Gravina alla presidenza federale raccoglie l’endorsement degli allenatori, ma perde quello dei calciatori. Tutto, però, si sta velocizzando: a 25 giorni dalle elezioni, il presidente della Lega Pro è ora forte sulla carta di un 63%, ma non si può neanche escludere una divisione dell’Aic, che lunedì terrà la sua assemblea e dove la fazione «dialogante» potrebbe dissociarsi dall’ex calciatore della Roma e incamminarsi sulla pista che porta a Gravina.

Ma perché Tommasi ha lasciato gli alleati di questi mesi? Perché non è stato rispettato «un presupposto chiaro», quello secondo il quale «nessuno dei tre candidati alle elezioni di gennaio avrebbe ripresentato la candidatura e si sarebbe cercato un presidente condiviso». Si è così arrivati a un «verdetto sicuramente opposto alle premesse dello stare insieme». Tommasi aveva condiviso la scelta di Giancarlo Abete, poi fermatasi sullo scoglio dell’ineleleggibilità per la legge sui mandati. Sfumata questa possibilità, si è allontanato dagli altri compagni di viaggio, guardando con simpatia una possibile scesa in campo di Abodi e mantenendo freddezza verso Gravina. Che oggi incontrerà Gaetano Miccichè per sondare l’atteggiamento della Lega A.

Una cosa è sicura: il nuovo presidente Figc dovrà fare i conti con l’«interventismo» del Governo. Che ha per ora battezzato la norma sui controlli della Consob sulle certificazione dei bilanci delle società, rinviando (ma solo per il momento) un giro di vite sul fronte della giustizia sportiva. Che non farà parte del decreto legge Salvini, ma sul quale dovranno esserci prestissimo delle novità. Gli uffici legali di Coni e sottosegretario stanno infatti lavorando a un testo che impedisca il ripetersi dell’ultima pazza estate, rendendo sempre più indipendente e veloce la giustizia sportiva.

11
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Pedro48
Tifoso
Patrizio Petruccioli

anche qui la politica…..paese di ……non se ne esce….

montecatiniviola
Ospite
montecatiniviola

Roba da matti… Tommasi si è battuto per portare novità. Ulivieri, l’ ottantenne da manovrare a piacimento
… SCHIFO

Etruscostagionato
Tifoso
l'etrusco

Renzone Ulivieri è una gran brava persona … tacete se non sapete di cosa o di chi parlate

flamel
Ospite
flamel

Caro Etrusco ,il sig Ulivieri e’ stato un grande ed ha sempre detto cio’ che pensava, poi al momento che ha avuto la poltrona e’ radicalmente cambiato., d’altra parte si mangia con i soldi non con gli ideali.

I BISCHERO
Ospite
I BISCHERO

Chi quello che difese tavecchio….tu confondi i tempi…quando allenava era un conto …adesso è nella giostra delle poltrone ….

Francesco
Ospite
Francesco

Ulivieri fai un bel gesto in linea con le tue idee falcemmartelliane, almeno tu nell’universo prenditi uno stipendio di 4.000 euro al mese (che non è poco) e le restanti decine di migliaia devolvile in beneficienza. Perchè a professare ideali di giustizia ed equità son buoni tutti, poi quando uno poggia le proprie terga sulle poltrone dorate gli ideali vanno a farsi benedire…

Jack
Ospite
Jack

Patetico intervento.

flamel
Ospite
flamel

concordo con Francesco

I BISCHERO
Ospite
I BISCHERO

Evviva inizia il rinnovamento puahahah…
La cosa più assurda è che nemmeno si vergognano

Caccia Dominioni
Ospite
Caccia Dominioni

Della serie: cosa no si fa per una poltrona! Italia vergognosa anche sul piano sportivo. Il Paese rispecchia esattamente i valori di questo straccio di società, ormai ridotta a personalismi e potere. Merda per tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

TIGRE
Ospite
TIGRE

niente paura se non hanno “IO VOGLIO ” allora ” IO TOGLIO ” e così sia

Articolo precedenteC’era una volta Cuadrado… Oggi il dribblomane viola, e della Serie A, è Federico Chiesa
Articolo successivoAtalanta, De Roon: “Ora testa alla Fiorentina. Viola buona squadra, e gioca bene”
CONDIVIDI