Errori (tanti), cuore e insulti: Tomovic torna al Franchi da ex. In una difesa da ‘Fiorentina vintage’

22



Fiorentina Inter Tomovic
FIORENTINA-INTER 05-10-2014. ESULTANZA DI TOMOVIC GALASSI SILVANO

Uno dei tanti a partire in estate, in realtà praticamente l’ultimo visto che firmò con il Chievo il 31 agosto. Ma sarà comunque un ritorno particolare a Firenze per Nenad Tomovic. La prima volta al Franchi da avversario dopo i saluti estivi, per il difensore serbo. Non uno che ha lasciato troppi segni positivi, se non la sensazione che comunque il giocatore ci mettesse sempre tanto impegno e dedizione. Solo che, spesso, non bastava: ed è così che in 171 partite in maglia viola si ricordano più gli errori (tanti) che le prestazioni positive.

Preso spesso, specie negli ultimi mesi, come capro espiatorio di una Fiorentina che ha iniziato progressivamente ad arrancare, a volte il buon Nenad ha pagato anche errori non suoi. Non a caso era spesso tra i principali argomenti di discussione di ogni post-partita. Anche quando non giocava (si fa per dire, ma mica più di tanto). L’ultima sua partita al Franchi è datata 27 agosto 2017: Fiorentina-Sampdoria, raffica di 4 in pagella per un primo tempo disastroso contro i doriani. Prima totalmente spaesato sul tap in di Caprari, poi autore del rigore del 2-0 con un colpo di mano molto goffo e scoordinato. Uscì, quella sera, a fine primo tempo, tanto che al rientro dagli spogliatoi il subentrante Bruno Gaspar fu accolto con un sonoro applauso del Franchi. E non proprio per meriti del portoghese.

I disastri contro il Napoli e gli errori nei posizionamenti difensivi, ma anche una duttilità tattica che ha portato i vari allenatori viola a puntare alla fine sempre con continuità su di lui. Centrale nella difesa a 4 o a 3, terzino a destra ma anche a sinistra, ha fatto un po’ di tutto Nenad con Montella e Sousa. E anche con Pioli, in realtà, era partito titolare nelle prime due gare stagionali. Roncaglia, Compper, Micah Richards, Gilberto, Salcedo, De Maio: alla lunga Tomovic ha sempre ‘scalzato’ la concorrenza, che nonostante effettivamente fosse poco qualitativa partiva spesso sulla carta davanti al serbo. Invece, piano piano, ogni stagione Nenad si ritagliava le sue oltre 30 presenze, un po’ ‘tappabuchi’, un po’ dando solidità con il suo rendimento da 5,5 (quando non faceva grossi errori). Che poi, comunque, le sue soddisfazioni Tomovic se l’è tolte: di squadra (gli anni di Montella, il primato con Sousa) e personali, come la fascia di capitano indossata in qualche occasione o il gol, indimenticabile, contro l’Inter, con abbraccio di puro cuore ai tifosi a bordo campo.

Proprio l’incrocio con l’Inter, alla prima di campionato, aprì però le porte al suo ‘arrivederci‘ (già, perché al Chievo è in prestito con diritto di riscatto, e chissà che tra qualche mese non possa tornare…), con responsabilità evidenti su due dei tre gol nerazzurri. Domenica tornerà da ex al Franchi, ma con ogni probabilità – nonostante sia stato spesso insultato e mal apostrofato – non saranno sonori fischi dai tifosi. “Nell’ultimo periodo a Firenze ho avuto un po’ di difficoltà, perché la gente si aspettava tanto e l’ambiente non era molto sereno. C’era troppa aria negativa intorno a me, giocavo anche fuori ruolo. Voglio rimettermi in gioco”, disse qualche mese fa Tomovic. Che a Verona ha trovato buona continuità con 17 presenze, prima di un infortunio che lo ha fermato a fine gennaio.

Dovrebbe rientrare, Nenad, giusto giusto contro la Fiorentina. In una difesa da ‘Fiorentina vintage’: insieme ad Alessandro Gamberini, Massimo Gobbi e chissà forse Dario Dainelli (che ultimamente però fa panchina), un quartetto che in maglia viola ha messo insieme qualcosa come 680 partite. Mica noccioline. Tra i pali, invece, non ci sarà Andrea Seculin, uno che fu protagonista in Primavera viola vincendo anche la Coppa Italia: al Chievo, in porta, gioca sempre il (quasi) 39enne Sorrentino, giusto per dare un po’ più d’esperienza al reparto.

22
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Alfredo
Ospite
Alfredo

Tomovic non è sicuramente un “fuoriclasse” ma un giocatore che può fare la sua onesta figura anche in virtù della sua duttilità tattica. Il problema è sempre lo stesso: se decidi che un giocatore non è più all’altezza tecnica della squadra devi essere pronto a sostituirlo con uno di livello superiore. Nella Fiorentina questo raramente avviene. Per chi ha la memoria corta ricordo che il mago di Vernole cedette il capitano Dainelli per acquistare un “fuoriclasse” come Felipe (tra l’altro strapagandolo). Tutti sanno come è andata a finire…..

lino
Ospite
lino

questo segna eppoi a giugno ritorna! la viola resuscita le squadre morte, fa’ segnare i brodi, moltiplica i punti degli avversari….sarebbe possibile anche un gol da cinetecA con prestazione da 10 per il giocatore piu’ scarso della serie A.

Shingen
Tifoso
shingen

Tomovic non ha sempre giocato male in viola. Chi ha memoria ricorderà che i primi anni è stato un giocatore di tutto rispetto, forte fisicamente, riadattato terzino ha rivestito un ruolo non suo con generosità, ha corso, difeso bene e ha spesso giocato nella metà campo avversaria più dei terzini che lo hanno seguito. Quando segnò e saltò sulla tribuna era probabilmente all’apice della sua esperienza in viola. Poi si è perso, ci ha messo molto di suo ed essere additato come fonte di tutti i mali della difesa certo non lo ha aiutato.. un saluto.

XanaXX
Ospite
XanaXX

Grande Nenad…quante bestemmie ho tirato per colpa tua…ma hai sempre provato a dare tutto,non ti sei mai risparmiato ne hai mai montato polemica perchè la gente ti offendeva o ti volevano in panchina!Come difensore,con noi sei stato un po’ scarsino,ma sei sicuramente meglio di tanti giovani “fenomeni” da carrara, o che ambiscono al grande milan e che sputano nel piatto dove han mangiato!

Agathos
Tifoso
Agathos

Applauso medaglina e arrivederci. Speriamo che il Chievo lo riscatti. Forza Viola

QuasarScandiano
Member
QuasarScandiano

Nenad ti vogliamo bene sei dei nostri.

RocknrollRocco
Member
RocknrollRocco

Onore e rispetto a Nenad

Anti scarpari
Ospite
Anti scarpari

Giocatore scarso ma persona seria

Sangue Viola
Ospite
Sangue Viola

Il Chievo sembra partecipare ad un campionato over 35

1_cliente
Tifoso
1_cliente

…e avanti con ‘sta storia “dell’impegno profuso”…. se volete “impegno” prendete una badante.

Questo è calcio, se per caso vi è sfuggito, non pulizia dei parchi:
certo che uno si deve impegnare (e ci mancherebbe, coi soldi che girano) ma prima di tutto deve avere piedi per giocare a calcio.

Guardatevi la partite di Champions e chiedetevi perchè sono sempre le squadre migliori che vincono….: gli onesti mestieranti fanno numero, oppure giocano in squadrette da 11° posto costruite dal primo ignorante che passa per Vernole oppure come Milic vengono presi per fare il torello in allenamento.

Annibale
Tifoso
Annibale

Mi auguro, in caso di una nostra vittoria, che non giochi perché non merita critiche feroci e prese in giro.

ales
Ospite
ales

Domenica mi spellerò le mani…

Fabio C.
Ospite
Fabio C.

47enne era una battuta?! No perché avendo la mia stessa mi sento offeso! Il giornalista dell’articolo non l’ho mai sentito magari è davvero un giovincello, però ne dubito. Riguardo a Tomovic giusto che sia stato ceduto, penso sia giusto applaudirlo per l’impegno profuso negli anni in viola

Frunky69
Tifoso
frunky69

ha 38 anni

Pigue
Tifoso
Pigue

ma forse stavolta gioca Sorrentino il regista, che in effetti ha 47 anni (hanno sbagliato pagina su wikipedia!!!)

SATANELLO VIOLA
Ospite
SATANELLO VIOLA

mitico giocatore…………………………..

andrea
Ospite
andrea

tomovic comunque ha dato tutto per questa maglia e oltre tutto è ancora nostro

andrea
Ospite
andrea

il 47 enne sorrentino; siete uno spettacolo

Purply78
Ospite
Purply78

Ci ha fatto bestemmiare, ma ha sempre fatto partite di sacrificio, mettendosi a disposizione della squadra e del mister, e impegnandosi sempre per la causa, negli occhi rimangono errori macroscopici, ma nel cuore tante partite arrembanti dove non si faceva notare, ma si faceva sentire sugli avversari impedendogli di giocare!
Un applauso se lo merita, per aver onorato sempre la maglia.
Grazie cmq Nenad!

Tifoso viola di provincia
Ospite
Tifoso viola di provincia

Il rispetto per molti è un optional

roberto
Ospite
roberto

Per te i neuroni sono un optional

Rothbard
Tifoso
Murray Rothbard

Risposta coerente con disponibilità neuronale di cui sopra

Articolo precedenteDal centro sportivo: visita del giovane Vlahovic insieme alla famiglia
Articolo successivoL’astinenza di Simeone non spaventa Pioli. La Fiorentina lo aspetta
CONDIVIDI