Esattamente 47 anni fa esordiva in A con la maglia viola Giancarlo Antognoni

42



La Fiorentina celebra con un tweet l’anniversario dell’esordio nel massimo campionato con la maglia viola dell’Unico Dieci

Era il 15 ottobre del 1972 e la Fiorentina affrontava l’Hellas Verona in trasferta.

In quella partita, esattamente 47 anni fa, faceva il suo esordio in A con la maglia viola un giocatore destinato a rimanere nella storia dei gigliati: Giancarlo Antognoni.

La Fiorentina ha voluto ricordare l’importante avvenimento con questo tweet attraverso il proprio profilo ufficiale:

42
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Asti_Viola
Tifoso
Asti_Viola

Da astigiano vi posso dire che fine fecero quei 432 milioni….in tasca alla proprietà e tante grazie. Qui tutti speravano nell’inzio di una scalata inarrestabile, macchè. Comunque bene che alla fine sia andato nella mia squadra del cuore e sia diventato l’idolo della mia infanzia (nonchè di tutti i tempi)

edobaggio
Ospite
edobaggio

Io c’ero!! Ero militare a Treviso ed andai a Verona. Al ritorno ascoltando Ciotti scoprii che con quell’esordiente eravamo praticamente paesani…me ne vantai con tutta la camerata.Grande Antonio..unico vero 10!!!!!

Ugo
Ospite
Ugo

io andai da Brescia a Verona per vedere la Fiorentina e vidi( nascere un stella)come disse Ciotti a TUTTO IL CALCIO MINUTO PER MINUTO.Fini 0a0 ma Antonio colpi una traversa calciando da meta campo.Bravo Commisso

Roberto Como
Ospite
Roberto Como

Verona – Fiorentina 1 – 2 in realtà….

Florentia1963
Member
Active Member
Florentia1963

Giancarlo, una leggenda fortunatamente per noi, vivente. Commisso, da grande personaggio che è, ha innalzato la considerazione per l’unico 10 al massimo, cosa impensabile coi ciabattini. Viva Antognoni, Viva Commisso, Viva la Fiorentina, Viva Fiorenza

BLEDORN VERRI
Ospite
BLEDORN VERRI

è stato un segno del destino sentirmi viola a 4 anni ; bimbo nato in una famiglia juventina del profondo sud ; ho amato il colore viola e da subito Antognoni è stata la mia stella polare; nella mia infantile incoscienza ripetevo sempre che avrei tifato la squadra dove fosse andato Antonio; l’unione a vita tra l’Unico 10 e Firenze mi ha consacrato tifoso vero della Fiorentina;; Tempo, soldi e sacrifici non varranno nulla di fronte alla gioia di varcare sempre più spesso i cancelli del Franchi.

Santa Proprietà
Ospite
Santa Proprietà

Ero allo stadio quando ri-ri-esordìsti al Franchi, (allora ancora Comunale), dopo l’infortunio a tibia e perone, mi sembra contro il Bari. La partita fu scandalosa, pareggiò 0-0, du’ palle… ma nel secondo tempo entrò LUI… Anche solo a rivedere quelle movenze, dopo due anni di totale astinenza, fu un riscoprire l’eleganza del calcio in persona, un omaggio allo sport-calcio di tutto il mondo ed alla bellezza di questo bellissimo gioco da te onorato come pochi al mondo. Giocasti solo un quarto d’ora, mi sembra, o giù di lì, (al posto del povero Roberto Onorati che aveva avuto solo la “colpa”… Leggi altro »

GIANCARLO
Ospite
GIANCARLO

Niente ti ha distrutto, sei come il sole, risorgi e illumini tutto…

Chianti
Ospite
Chianti

E chi se lo scorda
….. Vetona-Fiorentina 1-2 con il mitico, semplice, appassionato Marcello Giannini che con la sua faccia persona ammodo e sorridente a novantesimo minuto parlo di questo ragazzo tessendone lodi , cosa strana a quel tempo, ma era impossibile fare altrimenti….
In panca un certo Nils Liedholm e ho detto pizzichi….

Grazie Antonio con te il calcio ha avuto l’essenza della classe…..

Gaetano
Member
Gaetano

In realtà Liedholm aveva puntato sul vecchio glorioso Sormani, che con tanti acciacchi in carriera, non riuscì ad affermarsi nella Viola. Quell’acquisto sbagliato anticipò la carriera stellare di Antognoni. All’inizio i giornalisti non si decidevano se Antonioni o Antognoni. Un altro bell’esordio fu nella nazionale italiana di Bernardini in trasferta contro la grande Olanda di Cruiff del calcio totale. Ricordo come se fosse oggi: gli olandesi come loro solito aggredivano in tre o quattro il portatore di palla avversario, contro Antognoni ci provarono un paio di volte, poi dopo figure meschine desistettero, perché Antognoni se ne uscì palla al piede… Leggi altro »

Ero al bentegodi quel giorno ed ho subito compreso
Ospite
Ero al bentegodi quel giorno ed ho subito compreso

Ero al bentegodi quel giorno ed ho subito compreso che si trattava di un grande fuoriclasse

El camion
Ospite
El camion

Io non credo ai complotti ma a pensar male a volte ci si azzecca, anche lui come Baggio doveva andare alla innominabile ma non ci andò mai e non sarà per questo che non è mai stato tutelato ed ha subito tanti chiamiamoli infortuni? Io non ricordo altri giocatori così sfortunati ma forse ho la memoria corta

L'amico di Pepito
Ospite
L'amico di Pepito

Giocatori sfortunati, Pepito Rossi

El camion
Ospite
El camion

A pepita non hanno mai dato una ginocchiata in testa o rotto un osso volontariamente

Oranje
Ospite
Oranje

Chi lo ha visto giocare ne ricorda eleganza e finezza geometrica in campo. Chi non lo ha visto giocare, noto che assurdamente lo sminuisce paragonandolo a giocatori che poco o nulla hanno a che fare con lui. Giocatore grande quanto sfortunato. Icona.

Articolo precedenteAndersinho Marques: “La Fiorentina ha fatto un capolavoro con la gestione di Pedro”
Articolo successivoItalia: oggi contro il Lichtenstein spazio a giovani e seconde linee. Davanti gioca Grifo
CONDIVIDI