ESCLUSIVA FI.IT – Bernal: “Muriel una benedizione di Dio. In campo aperto è devastante”

22



Le parole e i ricordi dell’allenatore colombiano che diede fiducia a Muriel prima del suo trasferimento al Granada

Per conoscere meglio il nuovo attaccante della Fiorentina, Luis Muriel, la nostra redazione ha contattato El Cacique Jorge Luis Bernal, attuale allenatore delle Águilas Doradas Rionegro, che nel 2010 lo fece esordire da titolare con la maglia del Deportivo Cali:

Se le dico Luis Muriel qual è la prima cosa che le viene in mente?

“La tripletta segnata a Manizales la notte del suo esordio da titolare. Debuttò con tre gol e vincemmo 3-0 contro l’Once Caldas. Un gol nel primo tempo ci permise di aprire la partita, l’avversario ci lasciò degli spazi e Muriel ne approfittò in velocità, nel secondo gol raccolse una ribattuta, mentre nel terzo prima dribblò un avversario e poi calciò da fuori area. Così ha regalato la vittoria a quell’undici brillante che era quel Deportivo Cali. Al di là delle cose buone fatte nel corso della sua carriera, con la maglia della nazionale colombiana, conservo questo ricordo perché ha rispettato le aspettative che avevo su di lui. Un attaccante con potenza, fisico e con l’abilità nel dribbling nello stretto, in grado di partire in contropiede. Avevamo bisogno di uno come lui e decisi di farlo debuttare. Fu una benedizione di Dio, un’esposizione delle sue condizioni naturali di centravanti che beneficia degli spazi e che soffre quando affronta squadre chiuse. Quando sei in vantaggio e l’avversario è costretto ad attaccare per pareggiare, lui diventa molto pericoloso”. 

Si aspettava questa carriera da parte sua?

Dopo quella notte a Manizales ho sempre dato fiducia a Muriel, perché era un giocatore che aveva tutte le carte in regola per far bene non solo in Colombia, ma anche in Europa. C’erano anche Fabián Castillo, Andrés Escobar, Michael Ortega, che come lui sono andati a giocare all’estero. Da quella notte ho sempre pensato che potesse giocare in Europa e consacrarsi”.

Per le sue caratteristiche lo vede più adatto a giocare con Simeone o al suo posto?

“Innanzitutto credo che bisogna dargli fiducia e avere delle aspettative positive. Può giocare insieme a Simeone: è in grado di saltare due o tre avversari e si muove sia a destra che a sinistra. Non sta solo in area di rigore, ma svaria su tutto il fronte offensivo, corre e aiuta la squadra: un giocatore funzionale. Credo che uno così vada sempre aspettato, poi sarà il tecnico a decidere se farlo giocare con Simeone o con un altro attaccante, per metterlo in condizione di mostrare le sue qualità”.

Ha un aneddoto?

“Quando arrivai al Deportivo Cali mi parlavano bene degli attaccanti delle giovanili. Dopo una serie di partite in cui avevamo incontrato difficoltà a segnare, decisi di farlo debuttare a Manizales, anche per premiarlo. Lo avevo visto che sapeva giocare a destra e sinistra, si proponeva, ed era il primo difensore della sua squadra quando gli altri attaccavano: per questa serie di motivi decisi di dargli fiducia. Quella sera venne esclusivamente per l’occasione, per vedere all’opera il ragazzo, anche ‘doña’ Maria Clara Naranjo, la presidentessa del Deportivo Cali in quegli anni. Nessuno si sarebbe aspettato un esordio così, con tre golazos da un ragazzo così giovane”.

22
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
fabio funari
Ospite
fabio funari

Io non sono per niente entusiasta.
Per me Muriel è un giocatore normale, niente di che…

Rasputin
Ospite
Rasputin

Preferite forse cyril therau?

Target5
Ospite
Target5

si, ma chi fa il gol dell’ 1 a 0 per noi, cosi poi lui fa il resti mentre gli altri ci attaccano?

Grandeviola
Tifoso
Grandeviola

È proprio lì il problema… noi non giochiamo in contropiede, Si vede che vogliono prendere un altro allenatore…ma speriamo in bene! FVS

Hello
Ospite
Hello

Infatti nel gioco del campionato di serie A ci sono un sacco di spazi aperti.

Ciccio Concetta
Ospite
Ciccio Concetta

Muriel/Simeone = Holly/Tom Becker

i gemelli del gol

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

caspita, ben tre gol contro l’once caldas!!! grazie bernal!!!

irisviola
Ospite
irisviola

Brutta cosa l’ignoranza o peggio i preconcetti: Once Caldas ha vinto una Coppa Libertadores e ha perso ai rigori una finale di Coppa Intercontinentale! Evita la facile ironia,

Artpit
Member
artpit

Informati meglio, ignorante!

VIA I DV
Ospite
VIA I DV

caspita, ben tre gol contro l’once caldas!!!

Gore
Ospite
Gore

L’unica cosa che ho di devastato negli ultimi anni a seguire questa squadra sono i ……….

go1951
Ospite
go1951

Bene Muriel….può essere determinante per iniziare e finalizzare azioni da gol ed un valido supporto per gli altri attaccanti…….ma quello che in assoluto manca di più alla squadra è un centrocampista/fantasista d’attacco…. ma si sa che a gennaio è difficile fare certi acquisti.

danielbertoni
Ospite
danielbertoni

Eh, lo so…….. A gennaio è difficile. Invece a luglio e a agosto è tutta un’altra musica.

Gualtiero
Tifoso
Gualtiero milano

Talmente devastante che faceva la riserva.Bernal pos

Bob
Ospite
Bob

Forza Muriel spero il meglio per te , mi sei sempre piaciuto e speravo arrivassi prima o poi , ora sta a te dimostrare che sei sempre un bomber !!

ViolaSemper
Ospite
ViolaSemper

Questo ragazzo è davvero forte.
È un sudamericano pieno di talento, quando gioca ci mette passione, rischia molto al punto di fare brutte figure ed è per questo che il tifo lo deve aiutare, esaltare non fischiare o fare commenti beceri.
Ricordo Daniel Bertoni a volte i difensori lo fregavano ma tutto lo stadio lo incitava e lui ci faceva “godere”…
Dobbiamo amare i nostri giocatori! Ve lo dice uno che applaudiva e amava Bruzzone, Gola e Rossinelli perché vestivano la maglia VIOLA!
Chi critica o fischia è gente che non sa cosa significa Firenze e la Fiorentina!

Chianti
Ospite
Chianti

Tutte parole condivise….ma ho l’impressione che siamo noi i fuori tempo….. oggi si brucia tutto e subito….davanti agli occhi della gente esiste solo il trofeo, arrivare sempre e comunque prima degli altri, tralasciando il sapore che può donare una partita o gara che sia giocata con ardore e passione, sapendo poi che una volta arrivati a dama, tutto svanisce per l’irrefrenabile voglia di avere altri successi, di comandare tutto e tutti….. A parole non esiste oggi una persona (diciamo una gran percentuale) felice del suo status ma troppi sono abbagliati da questa società malata perché voluta che sia così, in… Leggi altro »

ViolaSemper
Ospite
ViolaSemper

Chianti, condivido al 1000%.
Quindi viva Antognoni, Bertoni, Bati, Tendi, De Sisti, Galdiolo, …il 4-2….
Tutti quei momenti in cui siamo(tifosi) protagonisti…

Marco
Ospite
Marco

Parole di un saggio, anche se non ti conosco Chianti.
Io una squadra di campioni pagati a peso d’oro, onestamente non la amerei come amo da 50 anni la mia Fiorentina.
I nostri più grandi campioni sono diventati tali, giocando nella nostra squadra. Quelle rare volte che abbiamo comprato campioni, o almeno così venivano definiti, non è mai andata poi così bene.
Quindi cari tifosi, aiutiamo questi ragazzi a crescere, non pretendiamo troppo da loro e sono sicuro che unitamente al loro impegno e sacrificio, torneremo a sorridere di più per la nostra Viola.

Batigol,pc
Ospite
Batigol,pc

La tua è una bellissima “omelia”,la proporro al mio parroco per la Messa di Domenica prossima.

Modena
Ospite
Modena

Avessimo adesso una mezzala come Gola. Rossinelli era un discreto terzino. Bruzzone non lo ricordo.

salvo
Ospite
salvo

è proprio uguale a simeone!…forza luis..facci vedere come si segna controllando bene il pallone e sopratutto saltando gli avversari…

Articolo precedenteTifoso morto prima di Inter-Napoli: le indagini proseguono e portano proprio in Campania
Articolo successivoIl primo scatto di Muriel con la maglia della Fiorentina (Foto)
CONDIVIDI