Ranieri a FI.IT: “Soddisfatto della scelta fatta in estate. Ringrazio Riela per la fase difensiva”

4



Il difensore in prestito al club pugliese ci ha parlato di questi suoi primi mesi in cadetteria.

Dopo la grande stagione da protagonista con la Primavera di Bigica, Luca Ranieri si sta confermando anche in Serie B, in una delle piazze più calde del meridione, come quella di Foggia. Terzino sinistro e all’occorrenza difensore centrale, il classe 1999 è uno dei giovani in prestito in giro per l’Italia che in questo inizio di stagione sta dando le risposte migliori. Per questo motivo la nostra redazione ha deciso di intervistarlo per capire come sta andando la sua avventura in rossonero:

Come ti trovi nella realtà di Foggia?
Questa mia avventura a Foggia sta procedendo molto bene e sono molto soddisfatto della scelta che ho fatto a inizio estate. Fino a tre giornate fa il mio minutaggio era molto ristretto perché giustamente è il mio primo anno con i grandi e quindi mi ci sono voluti almeno un paio di mesi per poter ambientarmi a questo gioco totalmente diverso, mentre ora sono molto soddisfatto di aver giocato queste ultime tre partite. Il rapporto con i miei compagni è molto bello e soprattutto c’è tanto rispetto. Per quanto riguarda i tifosi del Foggia sono fantastici, avere ogni sabato 13mila spettatori a incitarti è una gioia incredibile”. 

Quando ti sei presentato al Foggia avevi dichiarato che il tuo idolo era Sergio Ramos, ma ti saresti aspettato di giocare la maggior parte delle gare da difensore centrale? Come ti trovi in questa posizione?
Sì, per mia fortuna posso fare più di un ruolo. Dato che ora sto giocando come difensore centrale posso dire che mi sto trovando molto bene e come ruolo mi diverte, anche se non posso quasi mai spingermi in avanti”.

Quanto è stato importante Bigica nella tua crescita? dato che anche lui ti aveva impiegato al centro della difesa nella scorsa stagione…
Sì, sicuramente mister Bigica è stato molto importante per la mia crescita, ma un ringraziamento speciale va al mister in seconda Riela, che è stato con me per 3 anni insegnandomi a migliorare la fase difensiva: mi ha aiutato veramente tanto e lo ringrazierò sempre“.

Cosa ti chiede Grassadonia?
“Sono tante le cose che ci chiede di fare. Lui ha le idee molto chiare su quello che vuole da noi e ci chiede sempre di metterci il massimo impegno, in ogni momento, ed ha ragione perché è solamente così che i risultati potranno arrivare”.

Ti senti ancora con i tuoi vecchi compagni e col mister?
Lo staff è da un po’ di tempo che non lo sto sentendo, mentre con molti compagni ho sempre un bel rapporto e li sento moto spesso”.

Al termine della stagione si giocherà in Polonia il Mondiale U-20, è un tuo obiettivo?
“Sinceramente ora come ora alla Nazionale non ci sto proprio pensando. Sono concentrato sul Foggia, che ora è la cosa più importante“.

4
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Aristarco Scannabue
Ospite
Aristarco Scannabue

Lo staff è un bel pò che non lo sento: magnifico! Ma come si fa?

Renato Bo
Ospite
Renato Bo

Meglio di Birardi. Speriamo di non perderlo come Piccini e Mancini!

andrea
Ospite
andrea

che ne so; già prendere un defrel, un caprari con quell’attacco osceno che abbiamo sarebbe tanta roba

andrea
Ospite
andrea

bravo, veloce e anche mancino; se va via biraghi magari all’inter, hancko potrebbe essere titolare e ranieri la riserva e magari abbiamo i soldi per un attaccante

Articolo precedenteLa Firenze Marathon per Davide Astori, al km 13 cartello in sua memoria
Articolo successivoAcf, a dicembre mini-abbonamento per tre gare (compresa la Juventus)
CONDIVIDI