Europa League, Benfica-Juventus; Miccoli: “Mi dispiace per la Juve ma tifo Benfica”

    0



    MiccoliHa saputo del sorteggio in macchina, appena finito l’allenamento con il suo Lecce. Juve-Benfica, la partita di Fabrizio Miccoli. “Sinceramente avrei preferito una finale così – confessa l’attaccante pugliese in esclusiva a gianlucadimarzio.com – perché sono le due squadre più forti tra quelle rimaste in gioco. Sarà una bellissima partita, sicuro”. Al telefonino la voce va e viene, ma il ricordo dell’esperienza portoghese é nitido, inconfondibile. “Tutto stupendo davvero: la città, Lisbona, lo stadio Da Luz, i tifosi che mi hanno voluto bene, la sensazione di far parte di uno dei club più importanti al mondo. Il ricordo più bello? Forse il gol al Liverpool in Champions”. Fabrizio segue ancora il Benfica, vede le partite e sente il suo ex compagno Nuno Gomes. “Mai come quest’anno sono riusciti a fare un bel gruppo, unito. Tanti buoni giocatori e un Cardozo in più: é lui il più pericoloso. Sarà una sfida molto equilibrata, bella, con un calcio veloce”. E Miccoli per chi tiferà? Ti aspetti la solita risposta, diplomatica. Ma non sarebbe lui. Parte piano. “Sono diviso, lo ammetto. Vorrei che vincesse la Juve perché italiana, perché da tanto un club italiano non vince la Coppa, ma…”, ma? “Tifo Benfica”. Benfica? Sicuro, Fabri? “Scusa Gianluca, si affrontano la squadra che mi ha mandato via e quella che mi ha voluto a tutti i costi. Dalla Juve sono andato al Benfica, dove mi hanno adorato. E nel mio cuore ci sarà sempre spazio per loro. Se non ci fosse stato il Benfica, avrei tifato Juve, giuro”.