Europa League, ora qualificati. Adesso testa al Napoli

0



Montella voleva chiudere il discorso qualificazione per poi concentrarsi solo sul campionato. Per questo contro il Paok Salonicco ha mandato in campo la formazione migliore. E così è stato: la Fiorentina è matematicamente passata ai sedicesimi, anche se adesso dovrà giocare le prossime due partite contro Guingamp in Francia e Dinamo Minsk a Firenze per mantenere il primo posto del girone. Perché, si sa, è troppo importante…

Però non è stata una passeggiata di salute. O meglio, lo sarebbe stata se la Fiorentina avesse realizzato almeno la metà delle occasioni create durante i novanta minuti: almeno sei, sette, forse otto palle gol pulite. Alle quali va aggiunto un calcio di rigore negato, subìto in maniera clamorosa ed evidente da Mario Gomez. Insomma, i viola avrebbero meritato ampiamente la vittoria, invece sono andati addirittura in svantaggio all’81º, in uno dei pochi svarioni difensivi del Match. E allora per qualche minuto la squadra ha perfino pensato al peggio, ovvero che la qualificazione se la sarebbe dovuta conquistare in Francia, contro una compagine in corsa per il passaggio ai sedicesimi (il Guingamp). Ma non si è disunita, non ha perso la testa. E dopo le tante occasioni fallite prima del gol subìto, in particolare da Gomez, c’ha pensato Pasqual su calcio di punizione ad allontanare paure e cattivi pensieri. Così, con l’1-1 (risultato bugiardo per quanto visto sul terreno di gioco) la Fiorentina può guardare al futuro. Andare a letto serena e con la qualificazione in tasca. Ma soprattutto può andare a dormire con la consapevolezza che da adesso ci sarà un solo, unico pensiero: tornare a (con)vincere in campionato. Per tornare ad occupare una posizione di classifica più consona a quelle che sono le qualità tecniche del gruppo di Montella.

Da oggi, dunque, non ci saranno più distrazioni, viaggi, alibi. Da oggi si penserà al Napoli, una squadra che ha ritrovato forma, gol, risultati ed entusiasmo. E sarà un avversario ostico e difficile da affrontare. Soprattutto non sarà possibile, contro i partenopei, fallire tutte quelle occasioni. Perché contro la squadra di Benitez serviranno proprio quei gol ‘mangiati’ contro il Paok… Anche perché, con ogni probabilità, sara difficile creare così tante occasioni domenica. E allora Mario Gomez & Co. dovranno essere bravi a capitalizzare al massimo le palle gol che il Napoli concederà. Così come Gonzalo Rodriguez e i suoi compagni del reparto difensivo dovranno fare attenzione ai pericolosissimi attaccanti azzurri. Perché diciamoci la verità: arrivare alla sosta con la qualificazione ai sedicesimi di Europa League in tasca e con una vittoria contro il Napoli… Beh, prima giochiamo…

La classifica del giorone K di Europa League
Fiorentina 10 punti
Guingamp 7 punti
Paok Salonicco 4 punti
Dinamo Minsk 1 punti

Autore: Michela Lanza – Redazione Fiorentina.it