Europei U21, Di Biagio vuole portare Bernardeschi. Ventura però…

di Fabio Licari - La Gazzetta dello Sport

1



Bernardeschi. esordio in azzurro
UDINE 24-03- 2016. ITALIA-SPAGNA. Amichevole Italia Spagna. FEDERICO BERNARDESCHI. GALASSI SILVANO

All’Europeo Under 21 con i migliori. Lo vuole Tavecchio. E i migliori di Di Biagio sono Donnarumma, Gagliardini, Rugani, Romagnoli e Bernardeschi, stabilmente nel giro della Nazionale A ma ancora in età di Under. Questo sarà un bel problema per Ventura che su quei giovani punta decisamente. Non tanto per giugno (c’è il non impossibile Liechtenstein) quanto per il 2 settembre, l’appuntamento che vale un ciclo azzurro: «spareggio» in Spagna per la qualificazione diretta al Mondiale russo, con giocatori reduci dalle vacanze. Non sarà facilissimo trovare un equilibrio tra le esigenze delle due nazionali. Ventura e Di Biagio si confronteranno presto: di sicuro il c.t. degli azzurrini potrebbe rinunciare a Bernardeschi, forse a Romagnoli (ha Caldara), ma non agli altri. Poi Ventura, la Figc e i club (Milan, Inter e Juve) dovranno aprire la trattativa.

L’Europeo Under 21 si svolgerà in Polonia dal 16 al 30 giugno: gli azzurrini sono nel gruppo con Danimarca, Rep.Ceca e Germania (che non avrà i più forti, convocati in Confederations dove invece mancheranno i big). A sua volta l’Italia di Ventura sarà impegnata prima: in amichevole con l’Uruguay (il 7 giugno a Nizza) e poi contro il Liechtenstein per Russia 2018 (l’11 giugno a Udine). È chiaro che, per queste sfide, i giovani non sono indispensabili. Inoltre Tavecchio è stato chiaro: in Polonia andranno i più forti perché l’Italia vuole vincere un torneo che le manca dal 2004, c.t. Claudio Gentile. Troppo tempo.

Il problema però è un altro. Arrivare in finale il 30 giugno — speriamo — significa per gli azzurrini posticipare le ferie di un bel po’. Con effetto domino: la preparazione comincerà più tardi e la condizione fisica a inizio settembre non sarà al massimo. Questa è la grande paura di Ventura che, per la verità, ha lanciato l’allarme da tempo (anche per chi Under non è): nella speranza che anticipino il più possibile l’inizio del campionato. Comunque Ventura un’idea ce l’ha, ma deve attendere le elezioni: in caso di conferma di Tavecchio, sarà finalmente nominato direttore tecnico, acquistando qualche potere in più. E con il nuovo ruolo andrebbe a trattare con i club dai quali, con diplomazia, ha già ottenuto gli importantissimi stage.

Ventura chiederà di «gestire» con un occhio di riguardo i giovani che a lui servono per giugno. Magari riducendo un po’ le ferie e curando la preparazione estiva: in modo che il 2 settembre la loro condizione sia la stessa di quelli che le ferie le hanno svolte senza altri impegni. Con la prospettiva della Nazionale si può già immaginare che gli Under non si faranno troppi problemi. Vedremo i club.