Ex arbitro Pieri: “Il Var non è oggettivo. Le regole restano sempre interpretabili”

24



L’ex arbitro Pieri analizza la situazione Var dopo le tante polemiche anche a danno della Fiorentina

Parla così l’ex arbitro Tiziano Pieri al Qs a proposito del Var: “Era meglio quando non c’era? Non è proprio così. Però quello che sta succedendo deriva da un grosso abbaglio. Si pensa che il Var possa operare in oggettività, come per esempio accade nel caso della goal line technology, invece deve muoversi sempre in un ambito di soggettività. Le regole del calcio sono per lo più interpretabili. Pensiamo ai falli di mano e al fuorigioco, che generano tutte queste proteste proprio perché è contorta la formulazione delle norme. C’è confusione sulla stessa definizione di tocco deliberato. Siamo quindi fuori strada se pensiamo che gli errori siano eliminabili. Chi sta nella sala video può avere una interpretazione che differisce da quella di chi fischia in campo. E creare la sintonia fra le scelte, per di più nei tempi ridotti richiesti da una partita, non è affatto semplice”. Soluzione? “In sala Var serve una competenza specifica, che può essere allenata e accresciuta in un centro apposito sotto la gestione dell’Aia. Separerei arbitri e varisti, e allenerei quest’ultimi”.

 

24
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Alex
Ospite
Alex

Semplificare le regole nooooo Basterebbe evitare l eccezioni alla norma Queste sono sempre a discrezionalità
Ah, non basta più che l arbitro vada a VAR E ditelo che non vi va bene niente …

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

Potremo istituire una laurea breve in var.

charly 73
Ospite
charly 73

alcuni arbitri darebbero valido anche il famoso goal di maradona!

Xan
Ospite
Xan

Non mi pare una cosa difficle da inserire : ogni volta che si tocca la palla con le mani in area è rigore, punto!
Niente volontarietà,maggior spazio corporeo,deviazione fortuita,vicinanza ecc!
Si insegnerà ai difensori di difendere con le mani sul culo e solo le spalle in avanti…poi se l’attaccante è bravo a tirarti addosso il pallone sulla mano, rigore e ciao! MA CHE VALGA PER TUTTI…NO A DISCREZIONE!!

Themauviola
Ospite
Themauviola

magari!!! noi abbiamo Biraghi, di 10 cross 8 vanno sul corpo del difensore, un cecchino!!!! avremmo almeno tre rigori a partita!!

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

IL FALLO DI MANO VOLONTARIO E’ ALLA BASE DEL CALCIO,ALTRIMENTI I DIFENSORI DOVREBBERO GIOCARE CON GLI ARTI RETRAIBILI. Pensare poi di eliminare l’errore che e’ alla base dell’agire umano ( errare umanum est) mi pare molto presuntuoso,tipico di una societa’ neo tecnologica o presunta tale che passa ore a giocare col telefonino indispensabile compagno di sventura.

Xan
Ospite
Xan

Ma guarda, che sia un casino e anche stupida come trovata son daccordo…ma sarebbe l’unica assieme all’utilizzo del Var in maniera decente (va perfezionato sotto tanti aspetti) per eliminare la discrezionalità (e quindi l’influenza) che può avere un arbitro! La tocchi con la mano? è rigore, non ci son santi, ne se hai la maglia a strisce ne se hai la maglia viola!

prince of florence
Ospite
prince of florence

L’ha fatto Baggio in Italia-Cile ai Mondiali di Francia del 1998….ma lui era Baggio…..

DV vattene
Ospite
DV vattene

Non deve esserci la possibilità di interpretare altrimenti i corrotti continueranno sempre a distorcere le regole a loro favore,

Gabri78
Tifoso
gabri78

Quello che sta dicendo è che, al netto della malafede che può sempre esistere, l’ultima parola spetta sempre ad una persona che interpreta una regola che non è scritta in maniera rigida. Quindi: o si cambia la regola togliendo qualsiasi margine di interpretazione, oppure si punta alla formazione del personale giudicante, eventualmente anche separando la carriera arbitrale da quella di ‘varista’, quantomeno per trovare la maggiore uniformità di giudizio possibile indipendentemente da chi siano gli arbitri e i calciatori protagonisti degli episodi.

prince of florence
Ospite
prince of florence

a tutto questo si aggiunge che (purtroppo ) il campo di gara , il risultato…la posizione in classifica fanno il resto….( decidere serenamente all’ultimo minuto davanti al Var a sfavore di una squadra locale che si sta giocando la permanenza in serie A…puo’ comportare alcuni problemi…).

Attanasio
Ospite
Attanasio

Il problema non è il Var ma il regolamento,i dubbi son quasi sempre sui falli di mano poiché,in questi casi,c’è discrezionalità da parte dell’arbitro,basterebbe mettere la regola che mano è sempre rigore e stop,tipo fallo tecnico nel basket!Stop!Felice 2019 a Checche e Leccavalle e a chi sta nel mezzo!

piccio
Ospite
piccio

ma che C dice questo. oggettivo, soggettivo… le inventano di tutte pur di non mettere la “moviola in campo”. si riguardano le azioni e se si vede un’ irregolarità si avverte l’ arbitro che a quel punto sanziona il fallo, PUNTO!! tanto difficile? no, ma così se poi, per esempio, c’è da annullare un gol a mila’ o giuve, gli tocca annullarlo.

Altai
Ospite
Altai

Peccato che a decidere se ci sia o meno un’irregolarita’ ci debba essere sempre qualcuno che talora deve prendere decisioni soggettive….

max
Ospite
max

I DITTATORI non devono spiegare NIENTE? NON HANNO IL CORAGGIO DI METTERCI LA FACCIA!!! CASTA ARBITRALE INDEGNA.

MAX54
Ospite
MAX54

Se le regole sono chiare ed univoche non esistono interpretazioni,forse un caso su un milione.

baleno
Ospite
baleno

Con i soldi che girano, spendere due lire per far scrivere regole chiare no?

Vaiavaia…

maraschino
Ospite
maraschino

Ha ragione. Sul fuorigioco si pensava di aver risolto con la tecnologia 3D ed invece ci si trova nella necessità di valutare la volontarietà o meno del tocco del difensore. Accadde l’anno scorso a sfavore della Fiorentina contro la Juve e anche quest’anno tocca a sfavore della Samp sempre contro la Juve. E sul mani sta per intervenire l’IFAB che nella prossima riunione deciderà (forse) sul fallo di mano, puntando sul “volume dello spazio occupato” e sulla “colposità”. Quello che una volta era un fallo di esclusiva pertinenza dell’arbitro, grazie al concetto di volontarietà, diventerà automaticamente un calcio di punizione… Leggi altro »

si ruzza
Ospite
si ruzza

a svavore di chiunque a favore dei soliti …

michele
Ospite
michele

Potrebbe andare anche bene se chi ha preso la decisione, nel dopopartita, andasse davanti alle telecamere a spiegare la decisione presa, due minuti, non di più. Intanto uno li vede in faccia…

Daniele
Ospite
Daniele

Non è che dice facciamo regole certe….si va bene di nulla vai!

MaurizioBG
Member
MaurizioBG

Sono assolutamente d’accordo.
VAR e arbitro devono avere competenze specifiche, anzi direi al Var gli ex arbitri che a 40 anni potrebbero avere molto da dare…anche se più di metà sarebbero Moggi-boys :/

Maurizio milano
Ospite
Maurizio milano

Un paio di ciufoli interpretabili!!!!!

max
Ospite
max

Il fatto che le decisioni sono interpretabili da il POTERE ALLA CASTA DI CONDIZIONARE LE PARTITE !!!!!!!!!! MENO MALE NON C’E’ LA CUPOLA DI MOGGI ? Ma se le cose sono peggiorate. FIABA DELLA CADUTA DELLA CUPOLA DI MOGGI… FANNO PEGGIO. Se un contatto di mano è diverso tra partita a partita alimentano i dubbi. Per me ci devono essere regole precise e al VAR non devono andare gli arbitri che una volta sono al VAR e un’altra arbitrano. UN CAOS TOTALE !!!!

Articolo precedenteThuram: “Se fermassero il campionato tutti sarebbero costretti a riflettere sul razzismo”
Articolo successivoLapadula-Stepinski: operazioni secondarie legate alle uscite di Thereau ed Eysseric
CONDIVIDI