Ex viola, Iemmello: “Mia doppietta un sogno che si realizza”

25



L’ex viola Pietro Iemmello, protagonista con una doppietta nella vittoria del Sassuolo a San Siro contro l’Inter, ha parlato così ai microfoni di Sky: “Diciamo che è stata una bella partita da parte nostra, per tutto quello che è stato il contenuto e gli applausi per il gol è un sogno che si realizza. Io sono anche interista. All’andata loro venivano da tre vittorie di fila, c’era anche entusiasmo fra di loro. Oggi l’ambiente per loro non era il massimo, San Siro non ha aiutato. Penso che per il futuro possa rifarsi tranquillamente”.

“Di Francesco? Il mister nel suo percorso qui a Sassuolo ha fatto crescere tanti giocatori e tanti giovani, che venivamo dalla primavera e dalla serie B. Il merito va a lui per questa gestione. La curiosità è che già mi hanno detto che devo pagare la cena, la pago volentieri. È un bel gruppo e anche se quest’anno non stiamo lottando per obiettivi ci stiamo togliendo soddisfazioni in questo finale di campionato.” (fonte fcinter1908.it)

25
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Clint Giglio
Ospite
Clint Giglio

Iemmello fu venduto per una manciata di lenticchie dal grande Pradè che qualcuno a Firenze ha ancora il coraggio di rimpiangere. Aspettare questo ragazzo era davvero impensbile? L’ennesima prova di quanto Danielino capisce di calcio.

PiElle, Fi
Ospite
PiElle, Fi

Iemmello non è un fuoriclasse (almeno finora non l’ha fatto vedere), ma non è nemmeno così scarso da mollarlo per pochi euro
però non puoi tenere TUTTI i giovani promettenti aspettando e sperando che qualcuno cresca o magari esploda
con il senno di poi, tutti sono bravi (specialmente i criticoni); la vera bravura sta nel saper gestire al meglio tutte le situazioni, dosando attentamente prestiti, prolungamenti, diritti di riacquisto ecc. Insomma, ci vogliono dei professionisti capaci……

arturo
Ospite
arturo

Non voglio accusare nessuno, sia chiaro, ma chi segue le vicende viola probabilmente ricorderà che Iemmello segnava a mitraglia nelle nostre giovanili.
Che poi andasse aspettata la sua crescita è un altro discorso; molto opinabile.
Impossibile invece non rilevare che di soldi in “bidoncini” stranieri ne sono stati spesi a bizzeffe e finora con nessun risultato apprezzabile. L’unico a ripagarsi, forse, è stato Seferovic.

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

Arturo guarda … Iemmello segnava abbastanza nella primavera … come Di Carmine … come Carraro … come Minelli … come Matos (preso a 20k e venduto bene a 5 ml – come vedi non tutti bidoncini) … come quello di colore di cui non ricordo il nome (ora è in Grecia), come l’argentino ala destra lasciato al Pisa, etc. etc.. Se pensi di legarli tutti fino a che uno non esploda spenderesti un botto di soldi di stipendi x 5 6 anni e non è detto che poi li riprendi. Alla fine quelli che son veramente buoni li vedi subito.… Leggi altro »

VIOLACHEVERE
Tifoso
VIOLACHEVERE

Per una Società che ha nella propria Mission la gestione del Settore Giovanile dovrebbe evitare di vendere a pochi euro calciatori per i quali non si è ben capito il potenziale e riservarsi la clausola contrattuale di poterlo ricomprare ad una cifra già concordata.

VIOLACHEVERE
Tifoso
Member

Per una società che ha nella propria Mission la gestione di un settore giovanile non dovrebbe vendere a pochi euro ungiocatore sul quale sono stati investiti dei soldi e risorse. Necessariamente bisogna che ci siano tecnici molto esperti, capaci di valutare al meglio le potenzialità del calciatore e che sia abbia la costanza di seguirlo nelle varie destinazioni “minori” e comunque riservarsi la possibilità contrattuale di poterlo riprendere ad una cifra già concordata. Perchè ora Iemmello potrebbe rendere un valore certamente maggiore dei pochi euro presi per la cessione.

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

nel frattempo te gli pagavi i 300k di stipendio che prende x 5 anni? e dove lo facevi giocare? nel giardino di casa? oppure lo mandavi in prestito e te lo tenevano regolarmente in panca perché tanto non era loro? e naturalmente lo stesso avresti fatto con Carraro con il quale faceva coppia e che segnava più di lui? Dai ragazzi, siamo seri quelli veramente buoni usciti dalle giovanili li hai tenuti. Con gli altri hai fatto cassa (con un paio). gli altri è chiaro che dovevano essere lasciati liberi di andare. Poi se emergono onore a loro. Come se… Leggi altro »

Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Contento per te!!! In fiorentina preferiscono buttare milioni in Sudamerica o nell’est invece di tenersi stretti i ragazzi del settore giovanile altrimenti come farebbero a rendere ricchi gli amici degli amici?

AntonioViola
Ospite
AntonioViola

Pietro Iemmello nella Primavera della Fiorentina faceva gol a grappoli. Poi ha fatto bene ovunque sia andato. Ricordo che faceva parte della squadra che vinse la Coppa Italia (Primavera) nel 2010/2011. Aggiungo un altro dato. Gli attaccanti italiani maturano verso i 25 anni. Luca Toni, all’età di Iemmello, giocava nel Vicenza! Un errore non averlo tenuto nell’ambito della Fiorentina; sarebbe cresciuto come Babacar o Bernardeschi.

Ettore di Varese
Ospite
Ettore di Varese

Un altro che la Viola non ha saputo valorizzare. Ma a noi vanno bene i Baez, gli Schettino e gli altri bidoni che prendiamo in giro per il mondo.

Riccardo Venturi
Ospite
Riccardo Venturi

Dimmi un po, Ettore, come si fa a “valorizzare” un giocatore? Lo si fa giocare, penso che sarai d’accordo. Il problema è che bisogna vincere i tituli, sennò la curva 1926 contesta e vuole cacciare tutti quanti, e magari fare anche l’ “azionariato popolare”. Ora, il problema è che ‘sto Iemmello ha girato per anni in legaprò e roba del genere; un bel giorno va al Sciasciuòlo e segna qualche goal (uno dei quali alla Fiorentina, se ben ricordo). E se domani “esplodono” i Baez e gli Schetino? A proposito, fossi quest’ultimo mi preoccuperei di come lo hai chiamato; lo… Leggi altro »

Scudetto_nel_2011
Tifoso
Scudetto nel 2011

Un colpo al cuore per i tifosi del TESORETTO
e una ghiotta plusvalenza mancata

.

Tuttavia

.

Se avesse marcato con noi sarebbe saltato fuori immediatamente un buco di bilancio equivalente il prezzo del cartellino.

Come nella più classica delle prassi marchigiane

.

Un abbraccio

Il vostro Scudetto nel 2011

Marinetti
Tifoso
valerio

non ti accorgi che sei ripetitivo e noioso?

Riccardo Venturi
Ospite
Riccardo Venturi

Non c’entra accorgersene o non accorgersene: lui si sente investito di una missione da compiere, capisci. Si è creato il personaggino e lo porta avanti (sempre ammesso e non concesso che non si tratti di una “creazione ad hoc”). Saluti.

Alex /Milano
Ospite
Alex /Milano

Il gioellino sembrava Carraro e invece alla fine è venuto fuori Iemmello. Entrambi classe 1992. Coi giovani è veramente difficile fare previsioni, o aspettarli fino a quando hanno 25 anni.

Viceversa
Ospite
Viceversa

Sì però noi siamo specialisti nel venderli a zero…?

Alex /Milano
Ospite
Alex /Milano

è arrivato in serie A a 24 anni dopo avere girato tra B e Lega Pro. In questi 5 anni in cui avremmo dovuto “aspettarlo” (per fare cosa poi, 4 gol in una stagione?) chi gli pagava lo stipendio?

Riccardo Venturi
Ospite
Riccardo Venturi

Ma non capisci. In questo sito vige la politica dell’ “ex viola”, da sempre. Da un lato serve per far vedere quanti bidoni sono stati presi, dall’altro per far vedere che “bisognava aspettare” finché l’ex non esplodesse o roba del genere. Nei giorni scorsi, non so se lo hai notato, ci sono stati pure gli articoli su Brillante che ha vinto lo scudetto in Australia. Ah, se lo avessimo aspettato!!!!! …..Tutta colpa dei ciabattini!!!! 1926!!!! Striscioni!!!! (Saluti)

Pietro Mascagni
Ospite
Pietro Mascagni

Questo ragazzo è stato ceduto anni fa quando era ancora una valida promessa. Adesso è nell’orbita Juventus al Sassuolo probabilmente farà un’altra stagione in A prima di approdare a Torino.

angelo scandicci
Ospite
angelo scandicci

ahahahahah
dai a Iemmello gli ho visto giocare una 50 di partite. Se era da Juve era da mò che l’avevano preso.

Guarda ora vedo se ritrovo qualche post di 78 anni fa in cui scrivevo dei giocatori buoni di quella primavera. Ricordo bene che su Carraro e Iemmello ci ho dato. Come su Piccini. Tonfo clamoroso nella previsione su Bittante e Camporese.

maraschino
Ospite
maraschino

I soliti noti valorizzano solo coloro che non si comprano o che si sono lasciati andare. Poi piacciono quelli che ci siamo fatti fregare da avidi procuratori e quelli che, dopo lungo peregrinare, segnano un paio di gol. Poi rimpiangiamo tutti quelli che abbiamo ceduto e che ci hanno permesso di incassare denaro per riacquistarne altri. Rimpiangiamo anche Cecchi Gori, Ugolini e Melloni e, per non farci mancare niente anche Mazzone Giorgi e Carosi come allenatori.
Effettivamente c’è sempre qualcosa di meglio nella vita, e noi l’abbiamo ceduta a prescindere.
Dura la vita del tifoso viola.

Altavista
Tifoso
ALTAVISTA

Perchè nel frattempo pagare lo stipendio a Yakovenko e El hamadoui è stata una furbata?
Per carità mica è un campione, però non diciamo, come direbbe invece Lino Banfi, “puttanete”!!!!
Forza Viola

Ilgatto
Tifoso
ilgatto

Farlo giocare al posto di El Hamdoui,Larrondo,El Tanque,per dirne 3 a caso tra i 100 bidoni che abbiamo preso ed ai quali abbiamo pagato lo stipendio.Ti sembra idea difficile?

Riccardo Venturi
Ospite
Riccardo Venturi

Ha segnato qualche gol ultimamente, io direi di aspettare un po’ prima di qualificarlo come “gioiellino”. Sai quanti gioiellini hanno segnato tre, quattro o cinque gol e poi sono tornati nel dimenticatojo de’ gioiellini… (Saluti)

Alex /Milano
Ospite
Alex /Milano

Intendevo dire che di Carraro all’epoca si parlava come di un gioellino con futuro in Nazionale, non che Iemmello ora sia un gioellino.

Articolo precedenteA Napoli l’ultimo vero treno per l’Europa. Senza Borja Valero e Astori squalificati
Articolo successivoSarri: “Prossimo contratto? Lo può anche fare un cinese o uno di Abu Dhabi”
CONDIVIDI