Ex viola, il Tour: tra errori, rigori sbagliati, autogol e ritorni (VIDEO)

    0



    LazzariEx viola, il Tour. Continua il percorso in giro per il mondo alla ricerca di ‘campioni’ ritrovati o di bomber mancati per quei giocatori che nel recente passato hanno vestito la maglia della Fiorentina. Fine settimana caratterizzato da errori, rigori sbagliati e goffi autogol, ma anche da ritorni più o meno importanti. Andiamo nel dettaglio…

     

    Il week-end italiano inizia bene, con il ritorno al gol di Ljajic in Roma-Livorno e la bella prestazione di Piccini, di proprietà viola in prestito in amaranto. Per l’attaccante serbo è il quarto centro in questo campionato: non segnava da fine settembre 2013…

     

     

    La domenica di A è invece caratterizzata, nel lunch match, da un’autorete piuttosto fortuita di Andrea Lazzari. Il giocatore, ancora di proprietà della Fiorentina, viene colpito goffamente dal pallone respinto da Brkic e regala il momentaneo pari alla Lazio contro la sua Udinese. Gol fondamentale perché pochi minuti più tardi i biancocelesti ribaltano del tutto il risultato con Hernanes:

     

     

    In Chievo-Parma, invece, è Amauri a sbagliare un calcio di rigore: il brasiliano tira debolmente e si fa intercettare la conclusione da Puggioni. Nella solita partita, poi, trova il gol Alessandro Lucarelli: l’ex difensore viola (31 presenze in Serie B 2003/2004 in maglia gigliata) firma il gol dell’1-2 in pieno recupero regalando i tre punti alla squadra di Donadoni. Per Lucarelli è la quarta rete in campionato, la terza nelle ultime quattro partite.

     

     

    In Inghilterra, invece, fa ancora parlare di sé Artur Boruc: il portiere polacco, rientrato da due settimane dopo l’infortunio, “regala” (questo è il termine usato dalla stampa inglese) i tre punti al Sunderland: decisivo, infatti, un suo errore su tiro di Adam Johnson, che consente alla squadra di Borini di pareggiare (e rimontare) sul 2-2 il suo Southampton.

     

     

    A Manchester, infine, torna finalmente in campo Stevan Jovetic: l’attaccante montenegrino entra al 65′ della sfida contro il West Ham di Capital One Cup. Una mezz’ora di gioco con un sussulto nel finale, con un tiro-cross che impensierisce Jääskeläinen.