Faragò e la Fiorentina: “Non ho rimpianti, ma sogno la Serie A”

3



Paolo Faragò è uno dei centrocampisti più stimati e richiesti della serie B, diventata la grande cantera del calcio italiano. Parla così al Corriere dello Sport: “Nel momento della crisi, il nostro calcio ha riscoperto l’importanza dei vivai, ha capito che la ricchezza si può costruire in casa. E l’esempio più bello lo ha dato la Juve, pronta ad assicurarsi tanti ragazzi. La maglia del Novara è quasi una seconda pelle per me. C’è gratitudine, c’è rispetto, c’è riconoscenza nei confronti dei dirigenti. Sono calabrese, sono nato a Catanzaro, ho vissuto per due anni anche a Roma, ma a Novara ho trascorso l’infanzia e sono diventato calciatore. I miei genitori si sono trasferiti qui per ragioni di lavoro”.

Faragò ha sfiorato la serie A nella scorsa estate: la Fiorentina si era fatta avanti, il direttore generale Pantaleo Corvino aveva cercato un accordo con il Novara, era pronto a investire e a scommettere sul salto di qualità di questo centrocampista in grado di macinare chilometri, di ricamare l’azione, di regalare equilibrio e sostanza, di provare il tiro dalla lunga distanza e di cercare il blitz in area. «Non ho rimpianti, anche se sogno un giorno di poter scoprire il fascino della serie A».

3
Commenta la notizia

avatar
ultimi più vecchi più votati
Ulix
Tifoso
Ulix

Di fatti non vedo perchè non fù preso, mi pare il costo era sui 3 ml, questo li vale
coi soldi di Alonso, potevi permettertelo

pratociri
Ospite
pratociri

Si, poi i’ Corvo gli ha preferito Milic

giorgio
Ospite
giorgio

Cosa centra Milic, Questo gioca a centrocampo e piuttosto avanti,

Articolo precedenteToledo, niente Argentina: resta in viola. Su Zampano si muove la Samp
Articolo successivoLe cinque mosse di Corvino, prima della rivoluzione di giugno
CONDIVIDI