Figc, Lotito non ce la fa (anche la Fiorentina contraria): restano in tre

22



Se qualcuno si aspettava il salvatore della patria, l’uomo in grado di risollevare le sorti del calcio italiano, sarà rimasto deluso. Le candidature per la presidenza federale, dopo le dimissioni di Tavecchio scattate in seguito all’eliminazione azzurra dal Mondiale, sono state ufficializzate. Sono tre gli aspiranti alla poltrona di via Allegri, e tutti – chi più chi meno – portatori di questo o quell’interesse: in rigoroso ordine alfabetico, Gabriele Gravina (indicato dalla Lega Pro), Cosimo Sibilia (dai Dilettanti) e Damiano Tommasi (dall’Assocalciatori). Tutti contro tutti, almeno per ora. Già perché nelle due settimane che ci separano dal voto del 29 gennaio possiamo aspettarci di tutto, anche trattative e inciuci al ribasso.

Tuttavia, la grande novità di ieri non è nelle presenze confermate ma nell’assenza a sorpresa: Claudio Lotito non si è candidato. Nonostante gli annunci – pubblici e privati – alla fine il patron della Lazio non è riuscito a raccogliere le firme necessarie. Ci ha provato fino a mezzanotte, attaccato al telefono in un ristorante vicino alla Figc. Venerdì aveva tentato di forzare la mano in Lega sostenendo di avere l’adesione della maggioranza dei club di A. E in effetti, rispetto ai soliti schieramenti, aveva conquistato l’appoggio di Napoli e Sampdoria, che si erano uniti a Milan, Genoa, Udinese, Atalanta, Chievo, Verona, Crotone, ovviamente Lazio. Contrarie Juventus, Inter, Roma, Torino, Fiorentina, Sassuolo, Bologna, Cagliari e Spal. Ballava il Benevento. Risultato: Lega spaccata e incapace di esprimere una posizione comune sulla contesa federale.

Nei giorni successivi Lotito è andato alla ricerca delle firme mancanti, anche in Serie B. La A gli ha voltato le spalle: niente firma da parte del Benevento, niente maggioranza. La B, dove Lotito è altrettanto presente con la Salernitana, ha fatto lo stesso: su 22 club i sì erano 10 al massimo. Dunque, molto rumore per nulla. Già nel pomeriggio Urbano Cairo, a Radio 24, aveva confermato il suo pensiero espresso in assemblea: «A Lotito ho detto che è bravo come presidente e imprenditore ma per fare il bene comune ci vogliono persone con attitudini che lui non ha. Basta pensare a come è stata gestita la Lega negli ultimi anni: eravamo secondi dietro la Premier, ci hanno superato Bundesliga a Liga. Il sistema sta toccando il fondo. Non si può governare il calcio italiano a colpi di maggioranza, se ne può uscire solo se uno dei candidati avesse la capacità di unire le varie componenti. A quel punto, magari qualcuno ritirerà la candidatura».

Già, ma chi? Ora che il primo tempo – quello della presentazione dei nomi – è terminato, tutti e tre nutrono di arrivare al 29 e giocarsela, almeno per andare al ballottaggio. A Sibilia basterà prendere il suo 34% per arrivarci. Gravina dovrà convogliare su di sé il 10% di Ulivieri, a meno che non peschi parecchio in A e B già al primo turno. Viceversa, Tommasi confida nella compattezza delle componenti tecniche, altrimenti non ha grandi speranze. Una volta al ballottaggio, potrà accadere di tutto. Con una certezza: i voti della A, compresi quelli di Lotito, saranno decisivi.

22
Commenta la notizia

avatar
  Subscribe  
ultimi più vecchi più votati
Notifica di
Lorenzo
Ospite
Lorenzo

Uno schifo anche solo il provarci. Una bella notizia!

arcibaldo
Ospite
arcibaldo

questa e’ semplicemente la piu’ belal notizia da tanto tempo a questa parte..

geronimo
Ospite
geronimo

l’unico che mi darebbe fiducia è un tal Roby BAGGIO…. che aveva a suo tempo ..studiato e presentato un dossier di oltre 300 pagine per rifondare il “sistema calcio” in tutte le sue componenti. Naturalmente nemmen C….to CVD! il che mi fa pensare che fosse una cosa seria senza svicolamenti di regole e soprattutto di QUATTRINI ……. ma i primi a non farne risonanza sono stati guarda CASO i Giornal ..isti (ai) mah! chi ne sa di più di questa storia…. come mai è finita lì sul nascere ???

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

Non basta scrivere o farsi scrivere un dossier di 300 pagine che fra l’altro nessuno di noi ha mai letto per comandare ed innovare la f.i.g.c,bisogna pure avere un minimo di spessore ed esperienza politica dirigenziale,nel caso contrario si fanno i danni sul tipo della Raggi a Roma e dei nullafacenti pentastellati che vorebbero governare l’ITALIA.Baggio e’ stato un grandissimo giocatore tecnicamente forse il migliore visto a Firenze ma poi fortunatamente si e’ defilato dall’ambiente come dovrebbero fare il 95% degli ex calciatori che invece bivaccano miseramente intorno al mondo calcio vita natural durante procurando spesso piu’ danni che benefici.

Girolamo Savonarola
Ospite
Girolamo Savonarola

Ma mi pare lampante che la FIGC deve essere guidata da un esponente che non ha interessi dieretti in lega! Ma stiamo scherzando???
T’immagini se Lotitio pagasse gli stipendi agli arbitri, si arrogherebbe il diritto di decidere chi va su’ e chi va giu’!!!

Solo il fatto che la sua canditatura e’ possible fa della FIGC un trojajo all’ Itajana

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

Comunque fra i candidati( il mio personale sarebbe stato Valter Veltroni) credo che il migliore sia Gravina che ha avuto esperienza calcistica dirigenziale in una piccola societa’ il Castel di Sangro portandola dalla 3 categoria alla serie b a fine anni 90.Mi pare che abbia anche le giuste conoscenze politiche e soprattutto tenda a ridistribuire i soldi verso il basso e non sottostare all’ingordigia di chi vuole tutto per se’ per pagare stipendi vergognosi a tecnici e giocatori e lasciare i settori giovanili e le societa’ di b e c a livelli di sudditi che litigano per le bricciole sotto… Leggi altro »

geronimo
Ospite
geronimo

ma se Valter non l’hanno voluto nemmeno in Africa! tanto che ce lo hanno rispedito indietro …… ora lo vorresti a rovinare quel poco che c’è rimasto di FIGC ? il problema è che è sbagliato l’assetto del calcio….. è impensabile che decida uno che ha i voti dei dilettanti che sono tantissimi….. quando poi i soldi veri da cui tutto dipende li porta la serie A. Se prima non si trova un assetto equo e sostenibile che possa andar bene x tutte le componenti…. avremo sempre una sfilza infinita di ” TA VECCHI! “

fra diavolo
Ospite
fra diavolo

una delle prime cose da fare evitare doppie presidenze o anche doppie partecipazioni azionarie anche per interposta persona vedi Lazio-Salernitana con Lotito,norma che poi estenderei anche a livello UEFA vedi Pozzo e altri maneggioni con plurisocieta’ che partecipano o comunque possibilmente possono partecipare alla stessa competizione,coppe europee coppa italia o campionato che siano.

Violaceo
Ospite
Violaceo

Ringraziamo il cielo , le dodici squadre a favore si dovrebbero vergognare solo per averlo appoggiato

Viola 1951
Ospite
Viola 1951

Io, da tifoso viola, non mi faccio illusioni. Chiunque arriverà, stanti così le cose, non potrà fare altro che continuare a favorire, per ovvi motivi, le solite società più potenti economicamente e quindi più appetite dalle TV, viceversa, durerà poco tempo…….Non credo ad una rifondazione totale con tutte le squadre che partiranno alla pari e che saranno trattate allo stesso modo nell’ arco del campionato……

PiElle, Fi
Ospite
PiElle, Fi

ovviamente contento che Lotito sia (per ora….) fuori gioco
quel che rimane però non è entusiasmante, sono tutti portatori di interessi di parte
Sibilia è sicuramente il peggio, siamo ai livelli di Lotito
Tommasi è il più presentabile, però francamente non so se ne abbia le capacità, e cmq temo che non abbia abbastanza appoggi

Marco
Ospite
Marco

Ma perché non creare una super petizione a favore di Roby Baggio. …visto il gran lavoro fatto negli anni scorsi proponendo un innovazione per il calcio italiano e mai preso in considerazione dalla federazione. …….ha dimostrato capacità e ancora una volta genio per il cambiamento. …….per il meglio

Roby Spada
Ospite
Roby Spada

ue Robby e’ onesto e a lui non ce l’ho volgiamo! Capisci amme compare!

maurizio milano
Ospite
maurizio milano

E meno male che c’è ancora qualcuno con il cervello !!!!!

corchia
Ospite
corchia

Gia che avesse 10 squadre a favore è uno scandalo…..

GIULIANO
Ospite
GIULIANO

ma sono felicissimo direi che lotito non si è candidato,ha ragione il presidente cairo,nel curare i propri interessi cioè quelli della lazio,è un imprenditore astuto,sapiente,e anche lungimirante,ma appunto per fare il presidente della figc occorre una figura umana che curi anche gli interessi delle altre società di calcio,ed inoltre anche della federazione in generale,della nazionale,delle riforme strutturali ed epocali mi viene da dire,qualità che lotito non possiede a mio avviso,lotito è bravissimo come manager e presidente esclusivamente nel curare gli interessi del proprio orticello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!. poi sulle tre candidature,la mia preferita è quella di damiano tommasi,una persona seria ,pulita forse troppo… Leggi altro »

Claudio da Sasso
Ospite
Claudio da Sasso

Sono pienamente d’accordo con te. Ma poi, un presidente di una società che ogni volta che perde o non vince si scatena in polemiche contro var, arbitri, palazzo, ecc., come può pensare di governare la FIGC che è l’organo che emana leggi e regolamenti nel calcio? Ci vuole una persona pulita che non guardi in faccia nessuno, che miri alla rinascita di un movimento e di un’industria che se funziona, non solo porta profitti, ma anche lavoro. Che non accetti come sponsor degli arbitri la FCA (Fiat Chrysler Automobile), che sia in grado di andarsi a vedere tutte le situazioni… Leggi altro »

Bani Obeso
Ospite
Bani Obeso

una buona notizia

doc rob
Ospite
doc rob

due buone notizie, la prima è che Lo Tito non ce la fa, la seconda è che la Fiorentina sia contraria a lui

Claudio da Sasso
Ospite
Claudio da Sasso

Lotito come presidente della Lazio, visto quello che sta facendo, non si discute. È riuscito a costruire una buona squadra in grado di andare oltre le aspettative. Non può però governare il calcio, perché pensa solo ed esclusivamente al suo orto sbattendosene di tutto il resto. Anche lui è una delle cause dell’Oblio in cui è caduto il calcio italiano. Credo che l’unica soluzione possibile sia Damiano Tommasi. Persona pulita in grado di portare credibilità a tutto il movimento, a partire dal cancellare inciuci e inciucietti del vecchio sistema in cui proprio Lotito, pur non essendolo, di fatto era a… Leggi altro »

Ramondiaz!!
Ospite
Ramondiaz!!

Sembrava assurdo potesse aver avuto i voti per essere candidato… era come mettere una faina a fare la guardia al pollaio

Cracker
Ospite
Cracker

Non ce l’ha fatta, ma assurdo non era visto che aveva il favore di quasi 10 squadre di serie A.

Articolo precedenteCorvino aspetta risposta per Soucek. Poi via libera a Sanchez
Articolo successivoAncora Pezzella: “Voglio il Mondiale con la ‘camiseta’ viola. Tanti punti persi, l’Europa…”
CONDIVIDI